• Accedi • Iscriviti gratis
  • 3 posti istruttore direttivo tecnico presso Comune di Gallipoli

    Concorso pubblico, per esami, per la copertura di tre posti di istruttore direttivo tecnico, categoria D1, a tempo pieno ed indeterminato. (GU n.39 del 17-05-2019)

    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    3
    Scadenza: 
    16/06/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Requisiti: 
    a. cittadinanza italiana o di uno Stato dell’Unione Europea, fatte salve le equiparazioni stabilite
    dalle leggi vigenti o cittadinanza di uno dei paesi dell’Unione Europea (D.P.C.M. 7 febbraio
    1994, n. 174);
    b. età anagrafica non inferiore ad anni 18 (diciotto);
    c. godimento dei diritti civili e politici;
    d. idoneità psico-fisica all’espletamento delle mansioni da svolgere. Ai sensi della legge 28 marzo
    1991, n. 120 si precisa che, per le particolari mansioni cui è preposto il profilo professionale in
    oggetto, la condizione di privo della vista di cui alla legge n. 68/1999 è da considerarsi
    inidoneità fisica specifica. L’accertamento del possesso dei requisiti fisici è effettuato dal
    competente Servizio Sanitario dell’A.S.L. oppure da commissione medica opportunamente
    costituita dall’Amministrazione Comunale, al termine della procedura selettiva ai fini
    dell’effettiva assunzione in servizio;
    e. non essere stato licenziato o destituito dall’impiego presso una pubblica amministrazione a
    seguito di provvedimento disciplinare o dispensato dalla stessa per persistente insufficiente
    rendimento o dichiarato decaduto da un impiego pubblico ai sensi della normativa vigente;
    f. assenza di condanne penali per uno dei reati contemplati dalla legge in materia di accesso al
    rapporto di pubblico impiego, salvo riabilitazione;
    g. non essere stato interdetto dai pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato;
    h. regolare posizione nei riguardi degli obblighi di leva militare (solo per i candidati di sesso
    maschile);
    i. possesso di uno dei seguenti titoli di studio:
    • diploma di laurea magistrale e/o specialistica (o vecchio ordinamento) in ingegneria civile
    o ingegneria edile o architettura o pianificazione territoriale, urbanistica e ambientale o
    equipollente/equiparato;
    • laurea triennale in L-17 Scienze dell’architettura o L-23 Scienze e tecniche dell’edilizia o L21 Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale o L-7
    Ingegneria civile e ambientale o equipollente/equiparato.
    L’equipollenza dei titoli di studio è quella prevista dal legislatore ed è da ritenersi non
    suscettibile di interpretazione analogica. Sarà cura del candidato indicare nella domanda il
    provvedimento che rende equipollente il titolo posseduto a quello richiesto;
    j. possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione inerente al titolo di studio dichiarato;
    k. adeguata conoscenza della lingua italiana se cittadino di uno degli stati membri dell’Unione
    Europea;
    l. conoscenza della lingua inglese;
    m. conoscenza ed utilizzazione delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse.
    Dove va spedita la domanda: 
    Comune di Gallipoli – Sezione Risorse Umane sito in Gallipoli alla via Pavia
    PEC risorseumane.comunegallipoli@pec.rupar.puglia.it
    Contatta l'ente: 
    E-mail: emanuele.boellis@comune.gallipoli.le.it - tel. 0833/275532-53.
    www.comune.gallipoli.le.it
    Prove d'esame: 
    Preselezione.
    L’esame consisterà in due prove scritte ed una orale.
    Le prove d'esame per l'accesso dall'esterno alla qualifica in oggetto consistono in:
    a. una prima prova scritta consistente in un elaborato oppure in quesiti a risposta sintetica di
    natura teorica, nell’ambito delle materie oggetto della prova orale;
    b. una seconda prova scritta pratica tecnico-professionale consistente nella produzione di un
    atto formale oppure nello svolgimento di un tema afferente alla legislazione amministrativa
    concernente l’attività degli Enti locali e alla legislazione urbanistica e sui Lavori pubblici
    oppure alla pianificazione urbanistica e/o alla disciplina dell’attività edilizia pubblica e privata
    e/o tutela dell’ambiente;
    c. prova orale.
    ---
    Le prove d’esame verteranno sulle seguenti materie:
    - ordinamento degli Enti Locali,
    - diritto amministrativo;
    - elementi di diritto costituzionale;
    - normativa su appalti lavori pubblici e fornitura di beni e servizi,
    - elementi di contabilità degli enti locali, con particolare riguardo alla contabilizzazione dei
    lavori pubblici;
    - normativa urbanistica ed edilizia a livello nazionale e regionale;
    - normativa in materia di tutela del paesaggio e dei beni architettonici, con particolare
    riferimento ai progetti di recupero del territorio e di riqualificazione urbana;
    - pianificazione urbanistica attuativa;
    - legislazione nazionale e regionale relativa all’ambito dell’edilizia privata ed economicopopolare;
    - Testo Unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per
    pubblica utilità;
    - normativa nazionale e regionale in materia di: patrimonio e demanio degli enti locali e loro
    gestione, progettazione opere pubbliche, viabilità e strade, edilizia sportiva, scolastica, sociale
    e cimiteriale, illuminazione pubblica, programmazione di servizi a rete;
    - legislazione in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro e di prevenzione incendi;
    - disciplina del lavoro pubblico (D. Lgs. n. 165/2001 e al D. Lgs. n. 150/2009 e smi);
    - diritti e doveri del dipendente e Codice di Comportamento dei dipendenti pubblici;
    - nozioni di diritto penale limitatamente al Titolo II, Capo I del codice penale e codice di
    comportamento dei pubblici dipendenti.