• Accedi • Iscriviti gratis
  • 38 volontario presso MINISTERO DELLA DIFESA

    Concorso pubblico, per titoli, per l'accesso al Centro sportivo dell'Esercito, per il 2019, di trentotto volontari in ferma prefissata quadriennale (VFP4) in qualita' di atleta.

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    38
    Scadenza: 
    03/06/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Italiana
    Contratto: 
    tempo determinato
    Titolo di studio: 

    Categorie correlate

    Requisiti: 
    1. Possono partecipare al concorso coloro che sono in possesso
    dei seguenti requisiti:
    a) cittadinanza italiana;
    b) godimento dei diritti civili e politici;
    c) aver compiuto il diciassettesimo anno di eta' e non aver
    superato il giorno del compimento del trentacinquesimo anno di eta';
    d) avere, se minorenni, il consenso dei genitori o del genitore
    esercente la potesta' o del tutore a contrarre l'arruolamento
    volontario nell'Esercito;
    e) possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado
    (ex scuola media inferiore);
    f) non essere stati condannati per delitti non colposi, anche
    con sentenza di applicazione della pena su richiesta, a pena
    condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna, ovvero non
    essere in atto imputati in procedimenti penali per delitti non
    colposi;
    g) non essere stati destituiti, dispensati o dichiarati
    decaduti dall'impiego in una pubblica amministrazione, licenziati dal
    lavoro alle dipendenze di pubbliche amministrazioni a seguito di
    procedimento disciplinare, ovvero prosciolti, d'autorita' o
    d'ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate o di
    polizia, a esclusione dei proscioglimenti a domanda, per inidoneita'
    psico-fisica e quelli disposti ai sensi dell'art. 957, comma 1,
    lettere b) ed e-bis);
    h) non essere stati sottoposti a misure di prevenzione;
    i) aver tenuto condotta incensurabile;
    j) non aver tenuto comportamenti nei confronti delle
    istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di
    scrupolosa fedelta' alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di
    sicurezza dello Stato;
    k) idoneita' psico-fisica e attitudinale per l'impiego nelle
    Forze armate in qualita' di volontario in servizio permanente;
    l) esito negativo agli accertamenti diagnostici per l'abuso di
    alcool e per l'uso, anche saltuario od occasionale, di sostanze
    stupefacenti nonche' per l'utilizzo di sostanze psicotrope a scopo
    non terapeutico;
    m) non essere stato ammesso al servizio civile in qualita' di
    obiettore di coscienza, ovvero non aver assolto gli obblighi di leva
    quale obiettore di coscienza, fatta salva, per entrambi i casi, la
    successiva rinuncia.
    2. I concorrenti, oltre ai suddetti requisiti, devono aver
    conseguito nella disciplina/specialita' prescelta risultati
    agonistici almeno di livello nazionale certificati dal Comitato
    olimpico nazionale italiano (CONI) o dalle Federazioni sportive
    nazionali indicate nell'allegato A al presente bando ovvero, per le
    discipline sportive non federate o affiliate al CONI, dal Comitato
    sportivo militare.
    Dove va spedita la domanda: 
    La procedura di reclutamento di cui all'art. 1 del presente
    bando viene gestita tramite il portale dei concorsi on-line
    Prove d'esame: 
    1. I concorrenti che hanno prodotto la domanda di partecipazione
    al concorso saranno sottoposti, con riserva di verifica del possesso
    dei requisiti di partecipazione da parte della DGPM, all'accertamento
    dell'idoneita' psico-fisica e attitudinale secondo i criteri e le
    modalita' di seguito indicati.
    2. L'accertamento dell'idoneita' psico-fisica e attitudinale
    sara' effettuato dalla commissione di cui al precedente art. 6, comma
    1, lettera b) presso il Centro di selezione volontari in ferma
    prefissata di un anno (VFP 1) dell'Esercito di Roma, sito in via
    Damiata n. 1/A:
    l'11 e 12 giugno 2019 per la 1ª immissione;
    il 29 e 30 luglio 2019 per la 2ª immissione.
    3. Pertanto, i concorrenti ai quali non sia stata comunicata
    l'esclusione dal concorso dovranno presentarsi il primo giorno
    previsto, alle ore 08,00, presso il predetto Centro di selezione. La
    mancata presentazione agli accertamenti comporta l'esclusione dal
    concorso, salvo cause di forza maggiore adeguatamente documentate e
    riconosciute tali dalla DGPM.
    In caso di impedimento, la DGPM potra' concedere eventuali
    differimenti a seguito di valutazione insindacabile dei motivi
    dell'impedimento stesso. La richiesta in tal senso, corredata della
    necessaria documentazione, dovra' pervenire alla DGPM entro il 5
    giugno 2019 per la 1ª immissione ed entro il 22 luglio 2019 per la 2ª
    immissione, mediante messaggio di posta elettronica all'indirizzo
    r1d2s4@persomil.difesa.it A tale messaggio dovra' comunque essere
    allegata copia per immagine (file in formato PDF) di un valido
    documento di identita' rilasciato da un'amministrazione dello Stato,
    come definito al precedente art. 3, comma 4, lettera a).
    4. I concorrenti dovranno presentarsi agli accertamenti
    psico-fisici, a pena di esclusione dal concorso, muniti di:
    a) documento di riconoscimento in corso di validita',
    provvisto di fotografia, rilasciato da un'amministrazione dello
    Stato, come definito al precedente art. 3, comma 4, lettera a);
    b) certificato rilasciato dal proprio medico di fiducia in data
    non anteriore a sei mesi precedenti la visita, redatto conformemente
    all'allegato D al bando e attestante lo stato di buona salute, la
    presenza/assenza di pregresse manifestazione emolitiche, gravi
    manifestazioni immunoallergiche, gravi intolleranze e idiosincrasie a
    farmaci o alimenti, nonche' la presenza/assenza di patologie
    rilevanti ai fini del reclutamento;
    c) referto rilasciato da struttura sanitaria pubblica, anche
    militare, o privata accreditata con il Servizio sanitario nazionale
    (SSN) - con campione biologico prelevato in data non anteriore a sei
    mesi precedenti la visita, a eccezione di quello riguardante il
    gruppo sanguigno - dei seguenti esami:
    analisi completa delle urine con esame del sedimento;
    emocromo completo;
    glicemia;
    creatininemia;
    trigliceridemia;
    colesterolemia;
    bilirubinemia totale e frazionata;
    gamma GT;
    transaminasemia (GOT e GPT);
    attestazione del gruppo sanguigno;
    d) referto rilasciato da struttura sanitaria pubblica, anche
    militare, o privata accreditata con il Servizio sanitario nazionale -
    con campione biologico prelevato in data non anteriore a tre mesi
    precedenti la visita - dei seguenti esami:
    markers virali: anti HAV, HbsAg, anti HBs, anti HBc e anti
    HCV;
    test per l'accertamento della positivita' per anticorpi per
    HIV;
    test intradermico Mantoux - ovvero test Quantiferon - per
    l'accertamento dell'eventuale contatto con il micobatterio della
    tubercolosi (in caso di positivita', e' necessario presentare anche
    il referto dell'esame radiografico del torace nelle due proiezioni
    standard-anteriore/posteriore e latero/laterale - o il certificato di
    eventuale, pregressa, avvenuta vaccinazione con BCG).
    La mancata presentazione di tali referti, nonche' del certificato
    di stato di buona salute, determinera' la sospensione del giudizio
    del candidato da parte della competente commissione fino
    all'acquisizione della predetta documentazione che dovra' avvenire, a
    pena di esclusione dalla procedura concorsuale, entro il termine
    ultimo previsto per lo svolgimento degli accertamenti
    fisio-psico-attitudinali;
    e) certificato medico, in corso di validita' (il certificato
    deve avere validita' annuale), attestante l'idoneita' all'attivita'
    sportiva agonistica per le discipline sportive riportate nella
    tabella B del decreto del Ministero della sanita' del 18 febbraio
    1982, rilasciato da un medico appartenente alla Federazione
    medico-sportiva italiana ovvero a struttura sanitaria pubblica o
    privata accreditata con il Servizio sanitario nazionale ovvero da un
    medico (o struttura sanitaria pubblica o privata) autorizzato secondo
    le normative nazionali e regionali e che esercita in tali ambiti in
    qualita' di medico specializzato in medicina dello sport;
    f) ai soli fini dell'eventuale successivo impiego, referto,
    rilasciato da struttura sanitaria pubblica, anche militare, o privata
    accreditata con il Servizio sanitario nazionale - con campione
    biologico prelevato in data non anteriore a sessanta giorni
    precedenti la visita - di analisi di laboratorio concernente il
    dosaggio quantitativo del glucosio 6-fosfato-deidrogenasi (G6PD),
    eseguito sulle emazie ed espresso in termini di percentuale di
    attivita' enzimatica (la mancata presentazione di detto referto non
    da' luogo a esclusione dal concorso, ma esso dovra' comunque essere
    prodotto dal concorrente all'atto dell'incorporazione, qualora
    vincitore);
    g) referto rilasciato da struttura sanitaria pubblica, anche
    militare, o privata accreditata con il Servizio sanitario nazionale -
    con campione biologico prelevato in data non anteriore a un mese
    precedente la visita - dell'analisi delle urine per la ricerca dei
    seguenti cataboliti urinari di sostanze stupefacenti e/o psicotrope:
    amfetamine, cocaina, oppiacei e cannabinoidi. Resta impregiudicata la
    facolta' per l'amministrazione della Difesa di sottoporre a drug test
    i vincitori del concorso dopo l'incorporazione;
    h) se concorrenti di sesso femminile:
    referto attestante l'esito di ecografia pelvica rilasciato da
    struttura sanitaria pubblica, anche militare, o privata accreditata
    con il Servizio sanitario nazionale in data non anteriore a tre mesi
    precedenti la visita;
    referto del test di gravidanza con esito negativo - in quanto
    lo stato di gravidanza costituisce temporaneo impedimento
    all'accertamento dell'idoneita' al servizio militare (ai sensi
    dell'art. 580, comma 2 del decreto del Presidente della Repubblica 15
    marzo 2010, n. 90) - rilasciato da struttura sanitaria pubblica,
    anche militare, o privata accreditata con il Servizio sanitario
    nazionale, con campione biologico prelevato in data non anteriore a
    cinque giorni precedenti la visita.
    Tutta la documentazione sopraindicata dovra' essere presentata in
    originale o copia conforme.
    5. La commissione, presa visione e acquisita tutta la
    documentazione sanitaria di cui al precedente comma 4, disporra'
    l'esecuzione dei seguenti accertamenti specialistici e di
    laboratorio:
    a) visita cardiologica con elettrocardiogramma;
    b) visita oculistica;
    c) visita otorinolaringoiatrica con esame audiometrico;
    d) valutazione della personalita' previa somministrazione di
    appositi test, colloquio psicologico e, se necessaria, eventuale
    visita psichiatrica;
    e) accertamenti volti alla verifica dell'abuso abituale di
    alcool in base all'anamnesi, alla visita medica diretta e alla
    valutazione degli esami ematochimici (gamma GT, GOT, GPT e MCV) e
    conferma dell'eventuale sospetto mediante ricerca ematica della
    transferrina carboidrato carente (CDT), con rinvio del candidato a
    data utile per l'esecuzione in proprio di tale accertamento e
    consegna del relativo referto alla commissione per gli accertamenti
    psico-fisici e attitudinali;
    f) ogni ulteriore indagine clinico-specialistica, di
    laboratorio e/o strumentale (compreso l'esame radiologico) ritenuta
    utile per consentire un'adeguata valutazione clinica e medico-legale
    dei concorrenti. Nel caso in cui si renda necessario sottoporre i
    concorrenti a indagini radiografiche, indispensabili per
    l'accertamento e la valutazione di eventuali patologie, in atto o
    pregresse, non altrimenti osservabili ne' valutabili con diverse
    metodiche o visite specialistiche, gli stessi dovranno sottoscrivere,
    dopo essere stati edotti dei benefici e dei rischi connessi
    all'effettuazione dell'esame, apposita dichiarazione di consenso
    informato;
    g) visita medica generale: in tale sede la commissione
    giudichera' inidoneo il concorrente che presenti tatuaggi quando, per
    la loro natura, siano contrari al decoro dell'uniforme e risultino,
    per contenuto, di discredito alle istituzioni o possibile indice di
    personalita' abnorme (in tal caso da accertare con visita
    psichiatrica e con appropriati test psicodiagnostici).
    Nei confronti dei concorrenti che, all'atto degli accertamenti
    sanitari, saranno riconosciuti affetti da malattie o lesioni acute di
    recente insorgenza per le quali risultera' clinicamente probabile
    un'evoluzione migliorativa tale da lasciar prevedere il possibile
    recupero dei requisiti in tempi contenuti, la commissione non
    esprimera' alcun giudizio, ne' definira' il relativo profilo
    sanitario, posticipando l'effettuazione dei suddetti accertamenti in
    data utile che, comunque, non potra' in alcun modo oltrepassare i
    dieci giorni dalla data prevista per il completamento delle visite
    mediche.
    6. La commissione provvedera' a definire, per ciascun
    concorrente, secondo i criteri stabiliti dalla normativa e dalle
    direttive vigenti, il profilo sanitario, comunicando l'esito della
    selezione effettuata e sottoponendo il verbale a titolo di notifica
    contenente uno dei seguenti giudizi:
    a) «idoneo quale volontario atleta in ferma prefissata
    quadriennale», con l'indicazione del profilo sanitario;
    b) «inidoneo quale volontario atleta in ferma prefissata
    quadriennale», con l'indicazione della causa di inidoneita'.
    La commissione determinera' l'idoneita', rispettivamente, sulla
    base della valutazione psico-fisica riportata dal concorrente e della
    sua compatibilita' con la disciplina sportiva da svolgere e la piu'
    generale idoneita' al servizio militare.
    In caso di mancata presentazione del referto di analisi di
    laboratorio concernente il dosaggio del G6PD, ai fini della
    definizione della caratteristica somato-funzionale AV-EI,
    limitatamente alla carenza del predetto enzima, al coefficiente
    attribuito sara' aggiunta la dicitura «deficit di G6PD non definito».
    7. Saranno comunque giudicati inidonei agli accertamenti
    psico-fisici i concorrenti risultati affetti da:
    a) imperfezioni e infermita' di cui al decreto del Presidente
    della Repubblica 15 marzo 2010, n. 90 e alle vigenti direttive
    tecniche emanate con il decreto del Ministro della difesa 4 giugno
    2014, fermo restando quanto previsto dal decreto del direttore
    generale della sanita' militare 6 dicembre 2005;
    b) imperfezioni e infermita' per le quali e' prevista
    l'attribuzione di coefficiente superiore a 2 nella caratteristica
    somato-funzionale PS;
    c) disturbi della parola anche se in forma lieve (dislalia -
    disartria);
    d) stato di tossicodipendenza o tossicofilia, da accertarsi
    presso una struttura sanitaria militare;
    e) tutte le imperfezioni e infermita' non contemplate dalle
    precedenti lettere, comunque incompatibili con l'espletamento del
    servizio quale VFP 4 in qualita' di atleta.
    I concorrenti che presenteranno un deficit di G6PD e ai quali,
    per tale deficit, sara' attribuito il coefficiente 3 o 4 nella
    caratteristica somato-funzionale AV-EI, dovranno rilasciare la
    dichiarazione di ricevuta informazione e di responsabilizzazione,
    conforme al modello riportato in allegato E al bando, tenuto conto
    che per la caratteristica somato-funzionale AV, indipendentemente dal
    coefficiente assegnato, la carenza accertata, totale o parziale,
    dell'enzima G6PD non puo' essere motivo di esclusione, ai sensi
    dell'art. 1 della legge 12 luglio 2010, n. 109, richiamata nelle
    premesse del bando.
    8. I concorrenti risultati idonei agli accertamenti sanitari
    saranno sottoposti a una serie di accertamenti attitudinali come da
    direttive tecniche vigenti.
    Tali accertamenti consistono in prove (test e colloquio con lo
    psicologo) volte a verificare il possesso delle qualita' attitudinali
    e caratteriologiche che assicurino l'assolvimento dei compiti
    previsti per i VFP 4 dell'Esercito.
    9. Al termine degli accertamenti attitudinali, la commissione
    formulera' un giudizio di idoneita' o di inidoneita' quale atleta
    militare.
    10. Il giudizio relativo a ciascuno dei predetti accertamenti e'
    definitivo e, nel caso di inidoneita', comporta l'esclusione dal
    concorso.
    Tale provvedimento e' adottato, su delega della DGPM, dalla
    competente commissione di cui all'art. 6, comma 1, lettera b).
    11. Ogni temporaneo impedimento ai suddetti accertamenti,
    certificato dalla sopracitata commissione, comporta l'esclusione dal
    concorso se tale stato persiste oltre il decimo giorno successivo
    alla data ultima prevista per il completamento dei predetti
    accertamenti.
    12. I concorrenti, durante l'effettuazione degli accertamenti,
    possono fruire, se disponibili, di vitto a proprio carico - ove
    richiesto - e di alloggio a carico dell'amministrazione.
    Al fine di poter usufruire di detto alloggio (eventualmente gia'
    dal giorno precedente la presentazione), i concorrenti dovranno
    chiederne la disponibilita' direttamente al Centro di selezione VFP 1
    di Roma. La richiesta dovra' essere avanzata dal lunedi' al venerdi'
    per telefono al n. 06324842185 o per fax al n. 0636000810 o per
    e-mail all'indirizzo di posta elettronica
    ce_selezione_vfp1_rm@esercito.difesa.it oppure all'indirizzo di posta
    elettronica certificata ce_selezione_vfp1_rm@postacert.difesa.it,
    indicando anche un recapito telefonico presso cui poter essere
    contattati.