• Accedi • Iscriviti gratis
  • Dottorato di ricerca in scienze cognitive 35° ciclo presso Università di Trento

    Ammissione al corso di dottorato di ricerca in scienze cognitive, anno accademico 2019/2020, 35° ciclo. (GU n.37 del 10-05-2019)

    Occupazione: 
    Posti disponibili: 
    9
    Scadenza: 
    31/07/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Europea ed extracomunitaria
    Contratto: 
    tempo determinato
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    Possono presentare domanda di partecipazione al concorso di ammissione al Corso di Dottorato di Ricerca
    di cui al precedente articolo, senza limiti di sesso, di età e di cittadinanza, coloro che sono in possesso di:
    a) laurea magistrale attivata ai sensi del Decreto Ministeriale 22 ottobre 2004 n. 270, oppure
    b) titolo di studio ad essa equiparato, o titoli accademici di secondo livello rilasciati da istituzioni facenti
    parte del comparto AFAM (Alta Formazione Artistica e Musicale), oppure
    c) analogo titolo accademico conseguito all’estero (Master’s degree) presso un’istituzione accademica
    ufficialmente riconosciuta, che ammetta al Dottorato di Ricerca nel sistema di istruzione/Paese di
    rilascio (salvo differenze sostanziali), che sia equiparabile per durata, livello e campo disciplinare1 al
    titolo italiano richiesto e che sia valutato idoneo2 dalla commissione giudicatrice ai soli fini
    dell’accesso al Corso di Dottorato.
    Dove va spedita la domanda: 
    http://www.unitn.it/apply/dott
    Contatta l'ente: 
    Dottorati Area Umanistica e Scienze Cognitive - Divisione Supporto Corsi di Dottorato e Alta Formazione Polo Città e Rovereto
    Via Verdi, 26 - 38122 Trento
    Tel. +39 0461 282193 - 3232 - 1753 - 2188
    Fax +39 0461 282191
    phd.office-cssh@unitn.it
    Orario per il pubblico
    da lunedì a venerdì: 10.00-12.00
    martedì: anche 14.00-16.00
    www.unitn.it/node/57173
    Prove d'esame: 
    La selezione si svolge con le seguenti modalità:
    - la valutazione del curriculum, dei titoli e della proposta di progetto di cui all’art. 4 co. 7 e 8 del presente
    bando sulla base dei criteri stabiliti a priori dalla commissione esaminatrice;
    - un colloquio, inteso ad accertare le conoscenze, le esperienze di ricerca pregresse e le motivazioni
    dei/lle candidati/e, che avrà come argomento il progetto di ricerca presentato. Il colloquio si svolgerà
    in lingua italiana o, eventualmente, in lingua inglese concordata con la Commissione giudicatrice. I/le
    candidati/e dovranno, comunque, dimostrare una buona conoscenza della lingua inglese.