amministrativo presso COMUNE DI GAVARDO

Occupazione: 
Luogo: 
Posti disponibili: 
1
Scadenza: 
11/04/2019
Tipo: 
Cittadinanza: 
Contratto: 
Titolo di studio: 

Concorso pubblico, per soli esami, per la copertura di un posto di istruttore amministrativo, categoria C, a tempo pieno ed indeterminato.

Requisiti: 
1 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI PER LA COPERTURA DI N. 1 POSTO, A TEMPO PIENO (36 ORE) ED INDETERMINATO, DI “ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO” – CATEGORIA C POSIZIONE ECONOMICA C1 DEL CCNL COMPARTO FUNZIONI LOCALI IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PERSONALE In esecuzione della deliberazione del Commissario Straordinario n. 28 del 22 febbraio 2019, con cui è stato approvato il piano triennale del fabbisogno del personale per il periodo 2019/2021; visti: - Il vigente CCNL per il personale del comparto Funzioni locali; - il D.Lgs. n. 165/2001 e s.m.i.; - la propria determinazione n. 122 del 1° marzo 2019 di approvazione del presente bando di concorso atteso che sono in corso: - la procedura di mobilità volontaria indetta con determinazione n. 117 del 26 febbraio 2019; - la procedura di mobilità disposta ai sensi dell’art. 34/bis del D.lgs. n. 165 del 30 marzo 2001; RENDE NOTO che è indetto un concorso pubblico per esami, per la copertura di n. 1 posto, a tempo pieno ed indeterminato, di Istruttore Amministrativo, categoria “C” posizione economica C1 ordinamento professionale ee.ll. . Il rapporto di lavoro sarà regolamentato dalla disciplina normativa e contrattuale nel tempo vigente. Il trattamento economico annuo relativo a detta qualifica, al lordo delle trattenute previdenziali, assistenziali e fiscali d legge è il seguente: - stipendio base Euro 20.344,07 - indennità di comparto Euro 549,60 - tredicesima mensilità, assegno per il nucleo familiare ed eventuali altri compensi ed indennità previsti dalla normativa vigente: nella misura di legge REQUISITI RICHIESTI Per poter essere ammessi al concorso, i partecipanti dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti: 1. cittadinanza italiana; 2. non avere riportato condanne penali e non avere procedimenti penali pendenti in corso che impediscono, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la costituzione dal rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione; 3. essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva (tale requisito deve essere posseduto soltanto dai cittadini italiani soggetti al suddetto obbligo); 4. possesso di patente di guida di cat. B o superiore; 2 5. idoneità fisica all’impiego con riferimento alle mansioni richieste dalla figura professionale messa a concorso; 6. godimento diritti civili e politici; 7. età non inferiore ad anni 18; 8. possesso del diploma del diploma di scuola secondaria di secondo grado che consente l’accesso all’università. Possono partecipare al concorso i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea ovvero i familiari di cittadini dell’Unione Europea, anche se cittadini di Stati Terzi, che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente ed i cittadini di Paesi Terzi che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria (articolo 38 del D.lgs. 165/2001 così come modificato dalla Legge 97/2013) in possesso dei seguenti requisiti: 1. godimento dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza; 2. possesso, fatta eccezione per la titolarità della cittadinanza italiane, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica; 3. adeguata conoscenza della lingua italiana. Non possono partecipare al concorso pubblico coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo, coloro che siano stati destituiti, dispensati, dichiarati decaduti dall’impiego o licenziati da una pubblica amministrazione, coloro che si trovano in una delle posizioni di incompatibilità previste dalle vigenti leggi. L’Amministrazione si riserva di valutare, a proprio insindacabile giudizio, l’ammissibilità all’impiego di coloro che abbiano riportato condanna penale irrevocabile anche per effetto di applicazione della pena su richiesta, alla luce del titolo del reato e dell’attualità o meno del comportamento negativo in relazione alle mansioni della posizione di lavoro messa a concorso. L’Amministrazione, ai sensi della Legge 10 aprile 1991 n. 125, garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro e nel trattamento sul lavoro. L’Amministrazione ha la facoltà di sottoporre a visita medica i lavoratori da assumere, prima della stipulazione del relativo contratto individuale di lavoro. Tale accertamento medico, qualora disposto, sarà operato dal medico competente, come previsto dall’articolo 41 comma 2 lettera a) del Decreto legislativo n. 81/2008 e sarà inteso alla verifica della sussistenza dell’idoneità psico-fisica necessaria all’assolvimento delle attribuzioni connesse alla posizione funzionale da ricoprire. Se l’interessato non si presenta o rifiuta di sottoporsi alla visita sanitaria ovvero se il giudizio sanitario è sfavorevole, egli decade da ogni diritto derivante dall’esito del concorso
Dove va spedita la domanda: 
- consegna diretta al Comune – Ufficio protocollo, negli orari di apertura al pubblico - mediante spedizione con raccomandata A/R al seguente indirizzo: Comune di Gavardo – Ufficio Protocollo – piazza G. Marconi n. 7, 25085 Gavardo (Bs) - mediante Posta Elettronica Certificata (PEC), con invio all’indirizzo PEC del Comune: protocollo@pec.comune.gavardo.bs.it
Contatta l'ente: 
Per informazioni: tel. 0365 377423 oppure segreteria@comune.gavardo.bs.it
Prove d'esame: 
Le prove d’esame sono così articolate: 1^ Prova scritta: elaborato o una serie di quesiti a risposta multipla o sintetica da risolvere in un tempo predeterminato, su una o più delle materie sopra riportate. 2^ prova scritta: elaborato tecnico – pratico consistente nella redazione di atti amministrativi anche con l’utilizzo di sistemi informatici. Ai sensi dell’art. 7 comma 1 DPR 487/94 smi, la commissione non procederà all’esame degli elaborati relativi alla seconda prova qualora il candidato riporti una votazione inferiore a 21/30 nella prima prova scritta esaminata. I candidati che all’esito delle prove scritte abbiano conseguito una valutazione minima di 21/30 in entrambe le prove sono ammessi alla prova orale. Prova orale: colloquio sulle materie di cui alle prove scritte. Accertamento della conoscenza della lingua inglese e dei comuni sistemi informatici. L’accertamento della conoscenza della lingua straniera potrà avvenire mediante la lettura e la traduzione di un testo dalla lingua straniera all’italiano. La prova orale si intende superata con una votazione di almeno 21/30. Durante lo svolgimento delle prove scritte NON è ammessa la consultazione di testi di legge, anche non commentati.

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente