• Accedi • Iscriviti gratis
  • 1 posto medico urologo presso Azienda Ospedaliera «Mater Domini» di Catanzaro

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di dirigente medico specialista in urologia. (GU n.17 del 01-03-2019)

    Elementi essenziali di Diritto Pubblico

    E-book in formato pdf oppure epub. Download immediato.

    € 4,90
    € 2,99
    Occupazione: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    31/03/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Europea
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    1) Laurea in Medicina e Chirurgia.
    2) Specializzazione nella disciplina oggetto del concorso o in disciplina equipollente o
    affine;
    3) Iscrizione all'albo professionale dei medici. L'iscrizione al corrispondente albo
    professionale di uno dei paesi dell'Unione Europea consente la partecipazione al
    concorso, fermo restando l'obbligo dell'iscrizione all'albo in Italia prima
    dell'assunzione in servizio.
    Dove va spedita la domanda: 
    Azienda Ospedaliero Universitaria “Mater Domini” – Via Tommaso Campanella, 115 – 88100 Catanzaro
    PEC concorsi@pec.materdominiaou.it
    Contatta l'ente: 
    Ufficio gestione risorse umane presso la sede legale dell'Azienda ospedaliera universitaria «Mater Domini» sito in via Tommaso Campanella n. 115 - Catanzaro, tel. 0961/712681-712677-712678.
    www.materdominiaou.it
    Prove d'esame: 
    Le prove di esame sono le seguenti:
    Prova scritta:
    Relazione su un caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina messa a
    concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina
    stessa.
    Il punteggio massimo attribuibile è pari a trenta. Il superamento della prova scritta è
    subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini
    numerici di almeno 21/30.
    L’ammissione alla prova pratica è subordinato al conseguimento del punteggio minimo
    previsto per la prova scritta.
    Prova pratica:
    1) su tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso;
    2) la prova pratica deve comunque essere anche illustrata schematicamente per iscritto.
    Il punteggio massimo attribuibile è pari a trenta. Il superamento della prova pratica è
    subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini
    numerici di almeno 21/30.
    L’ammissione alla prova orale è subordinato al conseguimento del punteggio minimo
    previsto per la prova pratica.
    Prova orale: sulle materie inerenti alla disciplina a concorso nonché sui compiti connessi
    alla funzione da conferire.