• Accedi • Iscriviti gratis
  • specialistia tecnico

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di specialista in attivita', tecnico, categoria D, a tempo pieno ed indeterminato.

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    28/03/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    Possono partecipare al concorso coloro che, alla data di scadenza di presentazione della domanda,
    siano in possesso dei seguenti requisiti:
    a) cittadinanza italiana o di uno Stato dell’Unione Europea, fatte salve le equiparazioni stabilite
    dalle leggi vigenti o cittadinanza di uno dei paesi dell’Unione Europea (D.P.C.M. 7 febbraio 1994,
    n. 174);
    b) età anagrafica non inferiore ad anni 18 (diciotto);
    c) idoneità psico-fisica, fatta salva la tutela per i portatori di handicap di cui alla legge 68/1999.
    d) titolo di studio:
    Laurea Magistrale (LM - DM 270/04) appartenente ad una delle seguenti classi:
    1. LM-4 Architettura e ingegneria edile-architettura
    2. LM-23 Ingegneria civile
    3. LM-24 Ingegneria dei sistemi edilizi
    4. LM- 26 Ingegneria della sicurezza
    5. LM-35 Ingegneria per l’ambiente e il territorio
    6. LM-48 Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale
    OPPURE Laurea Specialistica (LS – DM 509/99 classi 4/S o 28/S o 38/S o 54/S)
    OPPURE Diploma di Laurea (DL) vecchio ordinamento equiparati ad una delle classi di
    Laurea Magistrale sopra specificate.
    OPPURE Laurea triennale (L - DM 270/2004) appartenente ad una delle seguenti classi:
    1. L-17 Scienze dell’architettura
    2. L-23 Scienze e tecniche dell’edilizia
    3. L-7 Ingegneria civile e ambientale
    4. L-21 Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale
    OPPURE Laurea DM 509/99 (classe 4 e classe 8)

    I titoli accademici conseguiti all’estero non hanno valore legale in Italia (art. 170 del R.D. n.
    1592/1933) e i detentori degli stessi devono richiederne l’equivalenza con i corrispondenti
    titoli italiani alle autorità competenti ( art. 38 del D. Lgs. 165/2001) con riferimento ad uno
    di quelli richiesti dal bando.

    La richiesta di equivalenza dovrà essere rivolta:
    a. al Dipartimento della Funzione Pubblica – Ufficio Organizzazione e Lavori Pubblici,
    Corso V. Emanuele, 116, 00186 Roma (Posta Certificata:
    protocollo_dfp@mailbox.governo.it);
    b. al Ministero per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca e precisamente:
    1. PER LE LAUREE: al Dipartimento per la formazione superiore e per la ricerca –
    Direzione generale per lo studente, lo sviluppo e l’internalizzazione della formazione
    superiore, Ufficio III, Via Carcani, 61 00153 ROMA (Posta Certificata:
    dgsinfs@postacert.isd);
    2. PER I TITOLI DI SCUOLA DELL’OBBLIGO O DI SCUOLA SUPERIORE: al
    Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e formazione – Direzione
    generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del sistema nazionale di
    istruzione, Direzione generale per gli ordinamenti scolastici e la valutazione del
    sistema nazionale di istruzione, Ufficio VIII, V.le Trastevere 76/a – 00153 ROMA
    (Posta Certificata: dgosv@postacert.istruzione.it).
    Il modulo per la richiesta dell’equivalenza è disponibile al seguente indirizzo:
    http://www.funzionepubblica.gov.it/strumenti-e-controlli/modulistica.
    I possessori di un titolo di studio straniero, che abbiano ottenuto il riconoscimento
    dell’equipollenza dello stesso a uno dei titoli richiesti dal bando, dovranno allegare idonea
    documentazione rilasciata dalle autorità competenti. Qualora il candidato, al momento della
    presentazione della domanda non sia ancora in grado di allegare detta documentazione sarà
    ammesso alla procedura con riserva, fermo restando che tale riconoscimento dovrà
    sussistere al momento dell’eventuale assunzione.

    e) essere in possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione di ingegnere / architetto o
    iscrizione al relativo Albo professionale;
    f) essere in possesso di patente di guida Cat. B in corso di validità;
    g) non essere stato destituito dall’impiego presso una pubblica amministrazione a seguito di
    provvedimento disciplinare o dispensato dalla stessa per persistente insufficiente rendimento o
    dichiarato decaduto da un impiego pubblico ai sensi della normativa vigente;
    h) assenza di condanne penali per uno dei reati contemplati dalla legge in materia di accesso al
    rapporto di pubblico impiego, salvo riabilitazione;
    i) non essere stato interdetto dai pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato;
    j) regolare posizione nei riguardi degli obblighi di leva militare (solo per i candidati di sesso
    maschile nati entro il 31/12/1985 ai sensi dell’art. 1 L. n. 226/2004);
    l) adeguata conoscenza della lingua italiana se cittadino di uno degli stati membri dell’Unione
    Europea;
    m) non trovarsi in nessuna delle situazioni di incompatibilità richiamate dall’art. 53 del D. Lgs. n.
    165/2001 e smi;
    n) l’avvenuto pagamento della tassa di concorso entro i termini di presentazione della domanda;
    I requisiti richiesti devono essere posseduti alla data di scadenza prevista per la presentazione della
    domanda e devono essere dichiarati ai sensi del D.P.R. n. 445/2000.
    L’ammissione/esclusione dei candidati alla/dalla presente procedura viene effettuata sulla base delle
    dichiarazioni rese dai candidati stessi.

    La verifica delle dichiarazioni rese dai candidati risultati idonei sarà effettuata con le modalità
    previste dall’art. 12 del presente bando.
    Dove va spedita la domanda: 
    La domanda, corredata della documentazione richiesta, dovrà essere indirizzata al Comune di
    Castiglione del Lago – Settore Risorse Umane Piazza Antonio Gramsci, 1 06061 Castiglione
    del Lago (PG), e fatta pervenire con le seguenti modalità:
    1. Consegna a mano direttamente all’Ufficio URP del Comune di Castiglione del Lago nei
    giorni di apertura al pubblico. La data di presentazione è comprovata dal numero di
    protocollo assegnato dall’ufficio e rilasciato a colui che presenta la domanda. Sul retro della
    busta dovranno essere riportati nome, cognome ed indirizzo del candidato, nonché la
    seguente dicitura: “Domanda per concorso pubblico a tempo indeterminato e pieno– profilo
    professionale di Specialista in attività Tecnico - Cat. D”;
    2. Trasmissione mediante raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al Comune
    di Castiglione del Lago – Settore Risorse Umane Piazza Antonio Gramsci, 1 06061
    Castiglione del Lago (PG)); sul retro della busta dovranno essere riportati il nome, cognome
    ed indirizzo del candidato nonché la seguente dicitura: “Domanda per concorso pubblico a
    tempo indeterminato e pieno– profilo professionale di Specialista in attività Tecnico - Cat.
    D”;
    LE DOMANDE DOVRANNO PERVENIRE E ESSERE PROTOCOLLATE ENTRO
    LA DATA E ORA DI SCADENZA DEL PRESENTE BANDO. NON FARA' FEDE IL
    TIMBRO POSTALE.
    3. a mezzo di posta elettronica certificata (P.E.C.) al seguente indirizzo:
    comune.castiglionedellago@postacert.umbria.it
    Contatta l'ente: 
    Il Responsabile del procedimento amministrativo relativo alla presente selezione pubblica ex art. 5 e
    ss. L. 241/1990 e s.m.i. è Responsabile dell’Area Risorse Umane, Informatica e Servizi
    Demografici Dott. Sonia Bondi (sonia.bondi@comune.castiglione-del-lago.pg.it)
    Il Responsabile del Procedimento concorsuale è il Presidente della Commissione Esaminatrice;
    Per informazioni o per ottenere copia del bando e del fac-simile di domanda è possibile consultare il
    sito www.comune.castiglione-del-lago.pg.it, sezione “In Comune/Concorsi” e sezione
    “Amministrazione Trasparente” – Bandi di Concorso, ovvero rivolgersi al Settore Risorse Umane ai
    seguenti recapiti telefonici 075 9658245 / 07509658246.
    Prove d'esame: 
    Qualora il numero dei candidati sia superiore a 30 si procederà ai sensi dell’art. 48 del Regolamento
    sull’ Ordinamento degli Uffici e Servizi dell’ente, dell’art. 7 del D.P.R. 30/10/96, n. 693, e dell’art.
    35 del D. Lgs. n. 165/2001, ad una preselezione finalizzata a ridurre il numero degli aspiranti, anche
    a mezzo di società specializzata esterne all’amministrazione che il responsabile dell’Area Risorse
    Umane procede ad individuare con proprio atto.
    Saranno ammessi con riserva alla preselezione tutti coloro che avranno presentato domanda
    entro i termini e con le modalità descritte all’art. 4, salvo verifica dei requisiti all’esito della preselezione da effettuarsi solo nei confronti di coloro che risulteranno utilmente posizionati nella
    graduatoria per essere ammessi alle prove d’esame.
    La prova preselettiva verrà effettuata a cura della Commissione esaminatrice del concorso mediante
    la soluzione di quesiti con risposta multipla predeterminata vertenti sulle materie oggetto delle
    prova di esame e su argomenti di cultura generale. Il numero di quesiti e i criteri di valutazione
    saranno preventivamente stabiliti dalla Commissione.
    I candidati ammessi alla prova preselettiva, i cui nominativi saranno pubblicati sul sito istituzionale,
    dovranno presentarsi alla stessa muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità senza
    ulteriori convocazioni. La mancata partecipazione, l’assenza o il ritardo alla preselezione costituisce
    rinuncia al concorso.
    Saranno ammessi alle prove d’esame i candidati, in ordine di merito decrescente, in numero pari a
    30.
    In caso di pari merito al trentesimo posto, verranno ammessi tutti i candidati che avranno
    conseguito tale medesimo punteggio.
    Nel caso in cui a seguito della verifica dei requisiti stabiliti dall’art. 6 e dell’osservanza delle
    condizioni per l’ammissione al concorso, da effettuare prima dell’espletamento delle prove d’esame
    del concorso e in particolare della prima prova scritta, si dovessero escludere concorrenti collocati
    utilmente in graduatoria, si provvederà a recuperare, in pari numero, i candidati che seguono in
    graduatoria in ordine di merito.
    Il punteggio conseguito alla prova preselettiva non concorre, in alcun caso, alla determinazione del
    punteggio complessivo finale.
    La data, l’ora e la sede dell’eventuale prova preselettiva sarà comunicata esclusivamente mediante
    pubblicazione sul sito istituzionale dell’ente.