• Accedi • Iscriviti gratis
  • 1 posto poliziotto municipale presso Comune di Jesolo

    Concorso pubblico, per esami, per la copertura a tempo pieno ed indeterminato di un posto di istruttore direttivo di vigilanza - vicecommissario polizia locale, categoria D, con applicazione della riserva al personale volontario delle Forze armate. (GU n.11 del 08-02-2019)

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    10/03/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Requisiti: 
    L’accesso al Corpo di Polizia Locale di categoria “D” è subordinato al possesso da parte degli aspiranti, di
    ambo i sessi, dei seguenti requisiti specifici, oltre ai requisiti previsti dalle norme di legge e dal vigente
    regolamento concorsi del comune:
    □ Limiti di età:
    È prevista a un’età massima di anni 50 ( non saranno ammessi i candidati che abbiano compiuto il 51° anno
    di età alla data di scadenza del bando).
    □ Essere in possesso dei requisiti per la nomina ad agente di pubblica sicurezza:
     godimento diritti civili e politici;
     non aver subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo, anche irrogata con sentenza
    prevista dall’art. 444 del codice di procedura penale (c.d. patteggiamento);
     non essere stato e non essere al momento dell’immissione in servizio sottoposto a misure di
    prevenzione;
     non essere stato espulso dalle forze armate o da corpi militarmente organizzati dello Stato, o
    destituito dai pubblici uffici;
    □ Essere in possesso del seguente titolo di studio:
    - diploma di laurea vecchio ordinamento in giurisprudenza, economia e commercio, scienze politiche o
    equipollenti, oppure laurea specialistica o magistrale del nuovo ordinamento equiparate a uno dei
    diplomi di laurea su elencati, secondo quanto previsto dal decreto interministeriale 9 luglio 2009 e
    ss.mm..
    - Sono ammessi altresì i titolari di laurea triennale o di primo livello (nuovo ordinamento) nelle medesime
    materie.
    I cittadini della Comunità Europea in possesso di titolo di studio comunitario possono chiedere
    l’ammissione con riserva in attesa dell’equiparazione del proprio titolo di studio. Tale equiparazione, che
    deve essere posseduta al termine delle prove concorsuali e prima della scadenza del termine fissato per
    l’approvazione della graduatoria finale, deve essere richiesta esclusivamente a cura del candidato al
    Dipartimento della Funzione Pubblica – Ufficio PPA, Corso V. Emanuele, 116, 00186 Roma, tel. 06
    68999.7563/7453/7470 (e-mail: servizioreclutamento@funzionepubblica.it).
    □ Non avere prestato servizio civile ai sensi della legge 8 luglio 1998, n. 230, essendo vietato a coloro che
    sono stati ammessi a prestare servizio civile, di partecipare ai concorsi per impieghi che comportino l’uso
    delle armi ai sensi dell’art. 15, comma 7, della stessa legge 8 luglio 1998, n. 230;
    □ Essere in possesso di abilitazione alla guida di autoveicoli (patente categoria B).
    □ Essere in possesso dei requisiti fisico-funzionali e psico-attitudinali, come di seguito specificati:
    Requisiti fisico-funzionali previsti all’art.31 del vigente regolamento del corpo di polizia locale e
    riportati nell’allegato A) del presente bando
    Requisiti psico-attitudinali previsti all’art.32 del vigente regolamento del corpo di polizia locale e
    riportati nell’allegato B) del presente bando.
    □ Cittadinanza italiana (sono equiparati gli italiani non appartenenti alla Repubblica);
    - oppure essere cittadino di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
    - oppure essere familiare, non avente la cittadinanza di uno Stato membro ma con titolarità del diritto di
    soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, di un cittadino di uno degli Stati membri dell’Unione
    Europea;
    - oppure essere cittadino di Paesi terzi (extracomunitari) in possesso dei requisiti di cui all’art. 38 del
    d.lgs. n. 165/2001 e ss.mm.
    I cittadini dell’Unione Europea e di Paesi terzi devono peraltro godere dei diritti civili e politici negli Stati
    di appartenenza o di provenienza, avere adeguata conoscenza della lingua italiana, essere in possesso,
    fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini
    della Repubblica;
    □ Posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva (solo per i concorrenti di sesso maschile nati
    entro il 31/12/1985, ai sensi della L.226/2004);
    □ Godimento dei diritti civili e politici, ovvero non essere incorso in alcuna delle cause che ne
    impediscano il possesso;
    □ Assenza di condanne penali definitive o provvedimenti definitivi del tribunale o condanne o
    provvedimenti di cui alla L. 97/2001, che impediscano la costituzione del rapporto d’impiego presso
    una pubblica amministrazione;
    □ Non essere stato destituito, oppure dispensato o licenziato dall’impiego per persistente insufficiente
    rendimento, o per falsità documentali o dichiarative commesse ai fini o in occasione dell’instaurazione
    del rapporto di lavoro, o per essere incorso in taluna delle fattispecie di “licenziamento disciplinare”
    previste dal d.lgs. 165/2001 ss.mm. o da altra norma;
    □ Idoneità fisica all’impiego verificata, per il solo vincitore della selezione, mediante certificazione a
    seguito di visita medica da effettuarsi dal medico competente ai sensi dell’art.41 del d.lgs.81/2008 e
    ss.mm. e/o tramite Azienda ULSS n. 4 Veneto Orientale, accertante la capacità lavorativa rispetto alle
    mansioni previste dal profilo professionale.
    □ Assenza di tatuaggi, eccetto che per quelli di limitate dimensioni che non siano particolarmente visibili
    tali da richiamare l’attenzione.
    Dove va spedita la domanda: 
    Comune di Jesolo - Unità Organizzativa risorse umane- via S. Antonio n. 11 - 30016 Jesolo
    PEC comune.jesolo@legalmail.it
    Contatta l'ente: 
    U.O. Risorse Umane
    Tel. 0421 359152/153/342
    www.comune.jesolo.ve.it
    Prove d'esame: 
    Le prove d’esame sono finalizzate ad accertare le competenze concettuali e metodologiche dei candidati
    rispetto al posto messo a concorso (conoscenza delle materie d’esame) e sono le seguenti:
    - n. 1 prova preselettiva (eventuale)
    - n. 1 prova di efficienza fisica
    - n. 2 prove scritte
    - n. 1 prova di accertamento dei requisiti psico-attitudinali;
    - n. 1 prova orale.
    ---
    PRESELEZIONE (eventuale): venerdì 29 marzo 2019, dalle ore 10.00, nella Sala Consigliare sita presso la sede municipale, in via S. Antonio 11, 30016 Jesolo;
    PROVA DI EFFICIENZA FISICA: venerdì 5 aprile 2019, dalle ore 10.00, c/o Stadio Via Antiche MuraI
    PROVA SCRITTA: giovedì 11aprile 2019, dalle ore 09.00, presso Pala Arrex, piazza Brescia 11, 30016
    Jesolo;
    II PROVA SCRITTA: giovedì 11 aprile 2019, dalle ore 14,30, presso Pala Arrex, piazza Brescia 11,
    30016 Jesolo;
    PROVA PSICO-ATTITUDINALE: giovedì 14 maggio 2019 ore 9.00, nella sala rappresentanza sita
    presso la sede municipale, I piano, in via S. Antonio 11, 30016 Jesolo.
    PROVA ORALE: giovedì 14 maggio 2019 a seguire, nella sala rappresentanza sita presso la sede
    municipale, I piano, in via S. Antonio 11, 30016 Jesolo.
    ---
    Le materie d’esame sono le seguenti:
    - ordinamento degli enti locali d.lgs. 267/2000;
    - elementi di diritto costituzionale e amministrativo;
    - elementi di codice penale e di procedura penale;
    - legge quadro sull’ordinamento della polizia locale legge 65/86 e normativa della regione Veneto in
    materia di polizia locale;
    - normativa in materia di polizia amministrativa, di pubblica sicurezza e di sicurezza urbana;
    - disciplina sull’immigrazione;
    - legislazione sul commercio itinerante, in sede fissa, pubblici esercizi, ambiente ed edilizia;
    - codice della strada e relativo regolamento di esecuzione;
    - legge di depenalizzazione e sistema sanzionatorio vigente legge 689/81;
    - normativa in materia di accesso agli atti legge 241/90, nonché di accesso civico e accesso civico
    generalizzato d.lgs. 33/2013;
    - normativa in materia anticorruzione legge 190/2012;
    - elementi in materia di tutela e protezione dei dati personali Regolamento (UE) 2016/679