• Accedi • Iscriviti gratis
  • Concorso pubblico per varie qualifiche professionali presso Azienda Sanitaria Provinciale di Ragusa

    AZIENDA SANITARIA PROVINCIALE DI RAGUSA CONCORSO Concorso pubblico, per titoli ed esami, riservata al personale in possesso dei requisiti previsti dall'articolo 20, comma 2, del decreto legislativo n. 75/2017, per varie qualifiche professionali. (GU n.6 del 22-1-2019) In esecuzione delle delibere n. 777 del 24 aprile 2018 e n. 1964 del 12 ottobre 2018 e' indetta procedura concorsuale, per titoli ed esami, riservata al personale in possesso dei requisiti previsti

    Requisiti: 
    Requisiti generali di ammissione
    A. Cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi
    dell'U.E.
    B. Idoneità fisica all'impiego, il cui accertamento sarà effettuato a cura dell’unità sanitaria locale o
    dell’azienda ospedaliera prima dell'immissione in servizio.
    Il personale dipendente da pubbliche amministrazioni ed il personale dipendente dagli istituti, ospedali
    ed enti di cui agli artt. 25 e 26, comma 1, del D.P.R. 20 dicembre 1979, n. 761, è dispensato dalla visita
    medica. Non possono accedere agli impieghi coloro che siano esclusi dall'elettorato attivo e coloro che
    siano stati dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per aver conseguito l'impiego
    stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabili
    E’ altresì richiesto il possesso dei seguenti requisiti specifici di ammissione.
    AREA DIRIGENZA
    Per i posti di Dirigente Medico:
    a) Laurea in medicina e chirurgia.
    b) Specializzazione nella disciplina oggetto del concorso o in disciplina equipollente (artt. 24, 56, comma
    1, DPR n. 483/97), o affine (art. 8, punto b), D.L.vo n. 254/2000).
    c) Iscrizione all’albo dell’ordine dei medici, attestata da certificato in data non anteriore a sei mesi
    rispetto a quella di scadenza del bando.
    Le discipline equipollenti sono quelle di cui al D.M. 30 gennaio
    1998, le discipline affini sono quelle di cui al D.M. 31 gennaio 1998, pubblicati nel supplemento ordinario
    della Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana del 14 febbraio 1998, e ss.mm.ii.
    Per il profilo di dirigente medico competente si richiedono i requisiti di cui agli artt. 38 e 39 del Dlgs 9 aprile
    2008 n. 81.
    Per il posto di Dirigente Farmacista:
    a) Laurea in farmacia o in chimica e tecnologia farmaceutiche;
    b) Specializzazione in farmacia ospedaliera / farmaceutica territoriale o disciplina equipollente (art. 32
    DPR n. 483/97) o affine (art. 8, punto b D.L.vo n. 254/2000);
    c) Iscrizione all’albo dell’ordine dei farmacisti attestata da certificato non anteriore a mesi sei rispetto
    alla scadenza del bando;
    Per i posti di Dirigente biologo
    a) Laurea in biologia;
    b) Diploma di specializzazione in una delle discipline di cui al D.M 30.01.1998e ss.mm.ii
    c) Iscrizione all’albo dell’ordine dei biologi attestata da certificato non anteriore a mesi sei rispetto alla
    scadenza del bando;
    AREA COMPARTO SANITA’
    Per i posti di Assistente Sociale Cat. D
    a) diploma abilitante alla specifica professione;
    b) iscrizione al relativo albo professionale degli
    Per i posti di Assistente amministrativo Cat.C
    a) diploma di istruzione secondaria di secondo grado;
    Per i posti di Coadiutore amministrativo Cat. B
    b) titolo di istruzione secondaria di primo grado
    Per il posto di Operatore socio sanitario cat. Bs
    c) diploma di istruzione secondaria di primo grado
    d) possesso della qualifica di Operatore Socio sanitario conseguito a seguito del superamento del corso di
    formazione di durata annuale per un numero di ore non inferiore a mille, previsto dagli artt. 7 e 8
    dell’accordo tra il Ministro della Sanità, il Ministro della Solidarietà Sociale e le regioni e le province
    autonome di Trento e Bolzano del 22/02/2001 di operatore socio sanitario rilasciati da enti riconosciuti
    e autorizzati dal Ministero o dalla Regione. (Gazzetta Ufficiale n. 91 del 19/04/2001)
    Per il posto di Commesso
    a) Assolvimento dell’obbligo scolastico e possesso ove necessario degli specifici titoli e abilitazioni
    professionali o attestati di qualifica.
    Per i posti di Operatore Tecnico cat. B
    b) Assolvimento dell’obbligo scolastico e possesso ove necessario degli specifici titoli e abilitazioni
    professionali o attestati di qualifica
    Per il posto di Ausiliario Specializzato cat. A
    c) Assolvimento dell’obbligo scolastico e attestato di qualifica di ausiliario specializzato.
    Dove va spedita la domanda: 
    Gli interessati al presente avviso, conformemente a quanto previsto dal D.P.R. n° 445/2000, devono far
    pervenire domanda in carta semplice all’Azienda Sanitaria Provinciale con sede a Ragusa in Piazza Igea n. 1,
    esclusivamente per via telematica mediante P.E.C., all’indirizzo settore.personale@pec.asp.rg.it, entro la
    data di scadenza di giorni 30 dalla pubblicazione dell’estratto del presente bando nella Gazzetta Ufficiale e
    della Repubblica Italiana avendo cura di autocertificare tutta la documentazione(non dovranno essere
    inviate copie di attestati, pubblicazioni, convegni ecc…) e di inviarla tramite la propria personale casella PEC
    mediante allegazione di documento di identità in corso di validità. Le domande inviate da PEC non
    certificata, o da PEC non appartenente al candidato, saranno considerate irricevibili, con conseguente
    esclusione del candidato dalla procedura selettiva. La mancata sottoscrizione della domanda è causa di
    esclusione dall’avviso e la stessa dovrà essere presentata, sempre a pena di esclusione, unitamente a copia
    fotostatica di un documento di riconoscimento, in corso di validità, rilasciato dall’amministrazione dello
    Stato. L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità nel caso di impossibilità di apertura di files
    relativi a domande ed allegati inviati in formato elettronico. Il candidato ha l’onere di comunicare
    esclusivamente a mezzo PEC, le eventuali successive variazioni di indirizzo e/o recapito. L’amministrazione
    declina ogni responsabilità per la dispersione di comunicazioni o mancata o tardiva comunicazione
    derivanti da inesatte indicazioni del recapito da parte dell’aspirante, o dal cambiamento dell’indirizzo
    indicato nella domanda di partecipazione, o causati da eventuali disguidi non imputabili a colpa
    dell’amministrazione medesima
    Contatta l'ente: 
    Per eventuali chiarimenti o informazioni gli aspiranti potranno rivolgersi presso l’UOC Risorse Umane –
    ufficio concorsi (telefoni 0932/600805-714-718-448461).
    Prove d'esame: 
     Convocazione dei candidati
    La data di svolgimento delle prove d'esame, nonché la sede di svolgimento delle stesse, saranno
    comunicate a cura dell’ASP ai candidati con pubblicazione dell’avviso unicamente sul sito web dell’ASP di
    Ragusa, con un preavviso di almeno 15 giorni prima delle prove scritte e pratiche e di almeno 20 giorni per
    la prova orale. Tali avvisi avranno valore di notifica a tutti gli effetti di legge per i candidati. I candidati
    convocati alle prove di esame dovranno presentarsi muniti di valido documento di riconoscimento
    personale; coloro che non si presenteranno nella data, nell'ora e nella sede stabilite, saranno dichiarati
    decaduti qualunque sia la motivazione della mancata presentazione.
     Valutazione dei titoli
    Dirigenza medica – sanitaria.
    La valutazione dei titoli prodotti dai candidati sarà effettuata dalla commissione esaminatrice ai sensi delle
    disposizioni contenute negli artt. 11, 20, 21, 22, e 23 del D.P.R. n. 483/97, e con i punteggi di cui agli artt.
    27, 35, 43, del DPR 483/97;
    Comparto sanità
    La valutazione dei titoli prodotti dai candidati sarà effettuata dalla commissione esaminatrice ai sensi delle
    disposizioni contenute negli artt. 11,20,21,22, del D.P.R 220/01;
     Prove di esame
    Area Dirigenziale Medica – art 26 DPR 483/97
    a) prova scritta: relazione su caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina messa a
    concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa;
    c) prova pratica: su tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso; la prova pratica deve
    comunque essere anche illustrata schematicamente per iscritto;
    d) prova orale: sulle materie inerenti alla disciplina a concorso nonché sui compiti connessi alla funzione
    da conferire.
    Farmaceutica – art.34 DPR 483/97
    a) prova scritta: relazione su caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina messa a
    concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina;
    b) prova pratica:su tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso e comunque deve
    essere anche illustrata schematicamente per iscritto;
    c) prova orale: sulle materie inerenti alla disciplina a concorso nonché sui compiti connessi alla funzione
    da conferire.
    Biologa – art. 42 DPR 483/97
    b) prova scritta: svolgimento di un tema su argomenti inerenti alla disciplina a concorso e impostazione di
    un piano di lavoro o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa.
    c) prova pratica: esecuzione di misure strumentali o di prova di laboratorio o soluzione di un test su
    tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso ,con relazione scritta sul procedimento
    seguito.
    d) prova orale: sulle materie inerenti alla disciplina a concorso nonché sui compiti connessi alla funzione
    da conferire.
    Valutazione delle prove d’esame
    Il superamento di ciascuna delle previste prove scritte e pratiche è subordinato al raggiungimento di una
    valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici, di almeno 21/30. Il superamento della prova orale è
    subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici, di almeno
    14/20.
    Area Comparto sanità
    Assistente Sociale Cat. D – art 43 DPR n. 220/2001
    Prova scritta: vertente su argomenti di tecniche di servizio sociale o di organizzazione dei servizi sociosanitari nell’ambito dei servizi delle Aziende Ospedaliere;
    Prova pratica: consistente nella predisposizione di atti o provvedimenti connessi alla qualificazione
    professionale richiesta;
    Prova orale: Discussione sui provvedimenti da adottare su di un caso
    prospettato dalla commissione, su principi di educazione socio
    sanitaria.
    Assistente amministrativo Cat.C - art 37 DPR n. 220/2001
    Prova scritta: vertente su elementi di diritto amministrativo e legislazione sanitaria. La prova può consistere
    anche nella soluzione di quesiti a risposta sintetica nelle suddette materie;
    Prova pratica: predisposizione di atti o provvedimenti connessi alla qualificazione professionale richiesta
    Prova orale: vertente sulle materie oggetto della prova scritta nonché su elementi di informatica
    Operatore Socio Sanitario cat. BS art. 29 DPR n. 220/2001
    Prova pratica attinente al profilo messo a selezione
    Prova orale: approfondimento delle tematiche oggetto della prova pratica.
    I contenuti e le modalità di esecuzione della prova pratica devono comportare pari difficoltà ed uguale
    impegno per tutti i concorrenti. Tale prova è finalizzata all’accertamento del possesso della professionalità
    richiesta e alla verifica delle attitudini e capacità dei candidati all’espletamento dei compiti propri della
    qualifica oggetto della selezione.
    Coadiutore amministrativo cat. B - Operatore tecnico cat. B - Commesso cat. A Ausiliario Specializzato
    cat. A.
    Prova d’idoneità attinente la qualifica messa a concorso.
     Valutazione delle prove d’esame
    Il superamento della prova scritta è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza,
    espressa in termini numerici, di almeno 21/30. Il superamento della prova pratica e orale è subordinato al
    raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici, di almeno 14/20.
    Il superamento della prova pratica e della prova orale nei concorsi per i quali sono previste solo dette due
    prove è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici, di
    almeno 21/30.