• Accedi • Iscriviti gratis
  • 3 ingegnere, amministrativo presso ACAMIR - AGENZIA CAMPANA MOBILITA', INFRASTRUTTURE E RETI DI NAPOLI

    Concorso pubblico riservato per le misure di superamento del precariato, per la copertura a tempo pieno ed indeterminato, di tre posti di categoria D.

    Requisiti: 
    1. La procedura concorsuale di stabilizzazione è riservata a coloro che, alla data di scadenza del
    presente bando, possiedono i seguenti requisiti:
    a) risultino titolari di un contratto di lavoro flessibile stipulato con l’ACaMIR successivamente al
    28 agosto 2015, data di entrata in vigore della Legge 7 agosto 2015, n. 124, pubblicata nella
    Gazzetta Ufficiale del 13 agosto 2015, n. 187;
    b) abbiano maturato almeno tre anni di contratto di lavoro flessibile, anche di diversa tipologia
    e anche non continuativi, dal 1 gennaio 2010 al 31 dicembre 2017, stipulati con l’ACaMIR, in
    area professionale attinente a quella della posizione per cui si concorre;
    c) essere in possesso del diploma di laurea (vecchio ordinamento), nonché le corrispondenti
    lauree specialistiche/magistrali del nuovo ordinamento, ovvero titolo di studio conseguito
    all’estero riconosciuto equipollente alle predette lauree in base alla legislazione vigente in
    Italia. Il titolo di studio conseguito all’estero è valutato se corredato di una dichiarazione di
    equipollenza rilasciata dalla competente autorità italiana dalla quale risulti a quale titolo di
    studio italiano esso corrisponda;
    2. Ai fini dell’ammissione è richiesto, inoltre, alla data di scadenza del presente bando, il possesso
    dei seguenti requisiti:
    a) cittadinanza italiana (o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea);
    b) godimento dei diritti politici;
    c) idoneità fisica incondizionata alle mansioni del profilo professionale a concorso. L’ACaMIR si
    riserva di sottoporre a visita medica i vincitori della procedura concorsuale, in base alla
    normativa vigente;
    d) non aver riportato condanne penali (in caso contrario, indicare le eventuali condanne penali
    riportate, anche se sia stata concessa amnistia, condono, indulto, perdono giudiziale o non
    menzione etc.) e di non avere procedimenti penali pendenti (in caso contrario, specificare la
    natura); in caso di condanne penali e procedimenti penali pendenti l’amministrazione si riserva
    le valutazioni conseguenti in base alla normativa vigente;
    3. Non possono essere ammessi al concorso:
    a) coloro che siano esclusi dall’elettorato politico attivo;
    4. Ai fini dell’integrazione dei requisiti di cui al comma 2, lett. a) e lett. b) sono esclusi i servizi
    prestati presso gli uffici di diretta collaborazione degli organi politici e i contratti di lavoro a
    tempo determinato aventi per oggetto il conferimento di incarichi dirigenziali.
    5. I candidati privi di uno dei requisiti indicati ai commi 1 e 2 sono esclusi, in qualunque momento,
    con provvedimento motivato, dalla procedura concorsuale.
    6. Il periodo di attività lavorativa utile ai sensi del comma 1, lett. b) è computato in giorni
    complessivi, calcolati quale somma matematica dei singoli periodi di prestazione lavorativa
    individuati nei contratti di lavoro, senza alcun arrotondamento. A tal fine il periodo triennale di
    lavoro richiesto corrisponde a n. 1080 giorni complessivi, assumendo l’anno e il mese
    lavorativo pari, rispettivamente, a n. 360 e n. 30 giorni convenzionali.
    Dove va spedita la domanda: 
    a. Per mezzo del servizio postale tramite raccomandata A/R al seguente indirizzo: Agenzia
    Campana per la Mobilità le Infrastrutture e le Reti – ACaMIR, Via G. Porzio - centro
    Direzionale di Napoli, Isola C3, Napoli (Na)
    b. A mano presso l’Ufficio Protocollo dell’ACaMIR;
    c. Tramite PEC al seguente indirizzo: acam@pec.acam-campania.it,
    Prove d'esame: 
    1. Le prove d’esame consistono in una prova scritta e in una prova orale. La prova scritta (a
    contenuto pratico) consiste nella redazione di un elaborato volto ad accertare conoscenze
    teoriche di carattere generale e la relativa applicazione al contesto lavorativo, anche tramite
    elaborati di carattere pratico quali atti amministrativi o progetti tecnici, illustrazione di
    procedimenti organizzativi e gestionali, approfondimenti su ipotesi concrete ricadenti nelle
    materie di cui all’Allegato A2.
    2. La prova orale si concretizza in un colloquio che verte sulle materie indicate per ciascun profilo
    professionale nelle materie di cui all’Allegato A2 ed è preceduto dalla verifica della conoscenza
    di una lingua straniera scelta dal candidato nella domanda di partecipazione al concorso tra
    inglese, francese, spagnolo e tedesco, nonché dell’uso delle seguenti applicazioni
    informatiche: Word, Excel, Internet e posta elettronica. Per la verifica delle conoscenze
    linguistiche ed informatiche la Commissione esprime un giudizio di idoneità/inidoneità.
    L’accertamento della conoscenza della lingua potrà essere effettuato tramite un colloquio o
    mediante traduzione a vista di un testo scritto fornito dalla Commissione. L’accertamento
    delle conoscenze informatiche potrà avvenire anche con l’utilizzo degli strumenti informatici.
    3. Per la valutazione delle prove la Commissione esaminatrice ha a disposizione un punteggio
    complessivo di 20/30, di cui 10 punti per la prova scritta e 10 punti per il colloquio. Per il
    superamento della prova scritta è richiesto il punteggio minimo di 7/10. Il colloquio si intende
    superato con una votazione minima di 6/10.
    4. Per lo svolgimento delle prove si osserveranno le norme di cui al Regolamento ACaMIR recante
    disposizioni in materia di accesso agli impieghi e le modalità di svolgimento dei concorsi,
    approvato con Determinazione n. 30 del 06.03.2018. 5. La data, la sede e l'orario in cui avrà luogo la prova scritta saranno comunicati agli interessati
    almeno entro il quindicesimo giorno antecedente l'inizio della prova medesima. I candidati, ai
    quali non sia stata comunicata l'esclusione dal concorso, sono tenuti a presentarsi a sostenere
    la prova nella sede, nel giorno e all'ora indicati muniti, a pena di esclusione, di un documento
    di riconoscimento valido.
    6. L'assenza alla prova scritta sarà considerata come rinuncia al concorso.
    7. La data, l'orario e la sede di svolgimento del colloquio verranno comunicati agli interessati
    almeno entro il ventesimo giorno antecedente l'inizio della prova medesima. Ai candidati che
    conseguono l’ammissione al colloquio deve essere data comunicazione con l’indicazione del
    risultato della valutazione dei titoli e del voto riportato nella prova scritta.
    8. Nella comunicazione della data del colloquio, sarà indicato un giorno di recupero per i
    candidati che non potessero presentarsi al colloquio alla data prestabilita, per cause di forza
    maggiore, debitamente motivate e documentate con apposita comunicazione da far pervenire
    nel giorno e nella sede di convocazione.
    9. Il candidato che abbia tempestivamente prodotto la documentazione di cui al comma
    precedente, deve presentarsi - a pena di decadenza - e senza ulteriori comunicazioni e rinvii,
    alla data fissata per il recupero.