• Accedi • Iscriviti gratis
  • 3 posti dirigente ambientale presso Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambiente della Sardegna

    Concorso pubblico per la copertura di tre posti di dirigente ambientale chimico/biologo del Servizio sanitario nazionale, da destinarsi ai laboratori di Cagliari, Sassari e Portoscuso, di cui un posto riservato al personale interno in possesso dei requisiti per l'accesso dall'esterno. (GU n.3 del 11-01-2019)

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    3
    Scadenza: 
    10/02/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Europea
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Requisiti: 
    a) Diploma di Laurea quinquennale (conseguito secondo l’ordinamento didattico previgente al D.M.
    509/99) ovvero Laurea Specialistica (ex D.M. 509/99) ovvero Laurea Magistrale (ex D.M. 270/04) in
    Scienze biologiche, Scienze chimiche.
    b) anzianità di servizio effettivo di almeno cinque anni corrispondente alla medesima professionalità
    richiesta dal bando prestato nella posizione funzionale cat. D o D Super (ex settimo e ottavo livello)
    ovvero in qualifiche funzionali di settimo, ottavo e nono livello o corrispondenti categorie di altre
    pubbliche amministrazioni, tra quelle indicate nell’art. 1, comma 2, del D. Lgs. 165/2001 e s.m.i.,
    secondo le tabelle di equiparazione di cui al D.P.C.M. 26 giugno 2015, presso Enti Pubblici.
    A norma dell’art. 26 del D. Lgs. 165/2001, l’ammissione al concorso è, altresì, consentita ai candidati
    in possesso di esperienze lavorative di durata almeno quinquennale, con rapporto di lavoro liberoprofessionale o di attività coordinata e continuativa presso Enti o Pubbliche Amministrazioni, ovvero
    di attività debitamente documentate presso studi professionali privati, società o istituti di ricerca,
    laboratori, aventi contenuto e caratteristiche analoghi a quelli previsti per i corrispondenti profili del
    ruolo medesimo.
    c) Iscrizione all’albo professionale, ove esistente. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di
    uno dei Paesi dell’UE consente la partecipazione al concorso, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione
    all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.
    d) età non superiore ai limiti previsti dalla vigente legislazione per il mantenimento in servizio.
    I cittadini di Paesi membri dell’UE devono:
    - possedere tutti i requisiti richiesti ai cittadini della Repubblica Italiana ad eccezione della
    cittadinanza italiana;
    - godere dei diritti civili e politici nello stato di appartenenza o provenienza;
    - avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana. L’accertamento di tale requisito è
    demandato alla Commissione esaminatrice del concorso.
    Dove va spedita la domanda: 
    ARPAS – Direzione Amministrativa - Servizio Risorse Umane - Via Contivecchi n. 7- 09122 Cagliari
    PEC arpas@pec.arpa.sardegna.it
    Prove d'esame: 
    Le prove di esame sono le seguenti:
    1) prova scritta: svolgimento di un tema su argomenti inerenti alle materie del concorso e impostazione di un piano di lavoro o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa,
    come segue:
    - tecniche di campionamento e di analisi chimica strumentale delle matrici ambientali aria, acqua,
    suolo, sedimenti e rifiuti, con particolare riferimento a metodiche previste da normative di settore
    e linee-guida nazionali e internazionali;
    - disposizioni normative, linee-guida e tecniche organizzative e gestionali in materia di qualità ai
    fini dell’accreditamento dei laboratori di prova;
    - normativa comunitaria, statale e regionale in materia ambientale;
    - normativa e procedure gestionali inerenti la sicurezza dei laboratori chimici di prova;
    2) prova teorico-pratica: si compone di due parti: a) predisposizione di una relazione tecnica relativa a
    metodiche o procedure operative proprie delle materie oggetto della prova scritta; b) prova psico-
    attitudinale finalizzata a valutare la rispondenza delle caratteristiche personali del candidato a quelle
    richieste dal ruolo;
    3) prova orale: approfondimento delle tematiche oggetto delle prove scritta e pratica, nonché dei compiti afferenti alla funzione dirigenziale da conferire, con particolare riferimento a:
    - capacità e competenze professionali generali quali: capacità e competenza maturata nell’analizzare le
    criticità, valutando e approfondendo gli aspetti rilevanti dei problemi, unitamente alla capacità di
    rappresentarli e di proporre soluzioni innovative; capacità e competenza nel definire obiettivi coerenti
    con le risorse disponibili, nel valutare vantaggi e svantaggi delle soluzioni individuate, ponendo
    attenzione al rapporto costi-benefici; capacità e conoscenza dei meccanismi di interazione con le altre
    strutture e di valutazione degli impatti delle proprie azioni all’esterno nella logica del vantaggio comune;
    capacità e professionalità nel gestire, organizzare e motivare i propri collaboratori, favorendo anche lo
    sviluppo della loro professionalità e del loro potenziale; elementi di legislazione in materia di:
    procedimento amministrativo, armonizzazione sistemi contabili; pubblico impiego, con particolare
    riferimento alle norme che disciplinano funzioni, compiti e responsabilità del dirigente; appalti e contratti; trasparenza ed anticorruzione, trattamento dati personali e sicurezza in ambiente di lavoro.
    - capacità e competenze professionali specifiche quali:
    capacità e competenza nella definizione dei programmi operativi per le attività laboratoristiche; capacità
    e competenza nel coordinamento dell’attività del laboratorio in raccordo col Direttore del laboratorio;
    capacità e competenza nella gestione e manutenzione della strumentazione in raccordo col Direttore
    del laboratorio; capacità e competenza nella definizione degli aspetti tecnici e strumentali per
    l’adeguamento del laboratorio agli standard di sicurezza in raccordo col Direttore del laboratorio;
    capacità e competenza nella ricognizione, verifica e formulazione delle richieste di nuove
    apparecchiature; capacità e competenza nell’acquisizione di certificazioni di qualità delle misure di
    laboratorio e in campo e procedure di accreditamento, in raccordo col Direttore di laboratorio e in
    collaborazione con l’Ufficio Organizzazione della Direzione Generale; capacità e competenza nella
    sorveglianza sull’utilizzo delle metodiche ufficiali approvate e validate; capacità e competenze in ordine
    alle metodiche di campionamento, gestione dei servizi di accettazione e trasporto dei campioni;
    PARTE PSICOATTITUDINALE: orientamento a svolgere le attività in modo accurato e organizzato,
    indirizzando le azioni al raggiungimento dei risultati e di standard lavorativi elevati, capacità di
    cooperare in modo efficace all’interno di un team di lavoro, instaurando relazioni armoniose e produttive e gestendo le emozioni in modo equilibrato.
    ---
    Preselezione.