• Accedi • Iscriviti gratis
  • 3 dirigente ambientale presso AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL'AMBIENTE DELLA SARDEGNA

    Concorso pubblico per la copertura di tre posti di dirigente ambientale del Servizio sanitario nazionale a tempo pieno ed indeterminato.

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    3
    Scadenza: 
    07/02/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    a) Diploma di Laurea quinquennale (conseguito secondo l’ordinamento didattico previgente al D.M.
    509/99) ovvero Laurea Specialistica (ex D.M. 509/99) ovvero Laurea Magistrale (ex D.M. 270/04) in
    Scienze biologiche, Scienze chimiche.
    L’equipollenza o equivalenza dei predetti titoli di studio è soltanto quella prevista dal legislatore e non è
    suscettibile di interpretazione analogica.
    Sono fatte salve le equipollenze o le equiparazioni previste dalla normativa vigente in materia. A tal
    proposito il/la candidato/a dovrà indicare nella domanda di partecipazione al concorso gli estremi del
    provvedimento legislativo o ministeriale che prevede l’equipollenza o l’equiparazione.
    Per i cittadini degli Stati membri dell’UE il titolo di studio non conseguito in Italia deve essere riconosciuto ai
    sensi della normativa vigente in materia.
    Per la valutazione del titolo di studio richiesto per l’ammissione:
    - se conseguito nell’ambito dell’UE, si tiene conto di quanto previsto dall’art. 38 del decreto
    legislativo 30 marzo 2001 n. 165;
    - se conseguito al di fuori dell’UE, se ne terrà conto solo se ne sia stata espressamente
    riconosciuta, sempre entro la data di scadenza del bando, l’equiparazione a quelli italiani dal
    Ministero competente.
    b) anzianità di servizio effettivo di almeno cinque anni corrispondente alla medesima professionalità
    richiesta dal bando prestato nella posizione funzionale cat. D o D Super (ex settimo e ottavo livello)
    ovvero in qualifiche funzionali di settimo, ottavo e nono livello o corrispondenti categorie di altre
    pubbliche amministrazioni, tra quelle indicate nell’art. 1, comma 2, del D. Lgs. 165/2001 e s.m.i.,
    secondo le tabelle di equiparazione di cui al D.P.C.M. 26 giugno 2015, presso Enti Pubblici.
    A norma dell’art. 26 del D. Lgs. 165/2001, l’ammissione al concorso è, altresì, consentita ai candidati
    in possesso di esperienze lavorative di durata almeno quinquennale, con rapporto di lavoro libero-
    professionale o di attività coordinata e continuativa presso Enti o Pubbliche Amministrazioni, ovvero
    di attività debitamente documentate presso studi professionali privati, società o istituti di ricerca,
    laboratori, aventi contenuto e caratteristiche analoghi a quelli previsti per i corrispondenti profili del
    ruolo medesimo.
    c) Iscrizione all’albo professionale, ove esistente. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di
    uno dei Paesi dell’UE consente la partecipazione al concorso, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione
    all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio.
    d) età non superiore ai limiti previsti dalla vigente legislazione per il mantenimento in servizio.
    Dove va spedita la domanda: 
    ARPAS – Direzione Amministrativa - Servizio Risorse Umane - Via Contivecchi n. 7- 09122 Cagliari, e
    spedita secondo una delle seguenti modalità:
    - spedizione postale a mezzo raccomandata A.R. indirizzata a ARPAS – Direzione Amministrativa -
    Servizio Risorse Umane - Via Contivecchi n. 7- 09122 Cagliari, indicando sulla busta il cognome, il
    nome del candidato, il domicilio, l’oggetto:
    - “Concorso per N. 3 POSTI DI DIRIGENTE AMBIENTALE CHIMICO/BIOLOGO del CCNL
    dirigenza sanità del Servizio Sanitario Nazionale”
    entro e non oltre il 30° giorno successivo alla data di pubblicazione dell’estratto del presente bando
    sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4^ Serie Speciale – “Concorsi ed esami”. Qualora
    detto giorno sia festivo il termine è prorogato al giorno successivo non festivo.
    Il termine si intende perentorio, e pertanto l’ARPAS non prenderà in considerazione le domande che,
    per qualsiasi ragione siano pervenute in ritardo (non saranno prese in considerazione neppure le
    domande pervenute oltre il termine ancorché spedite tramite ufficio postale entro la data di
    scadenza). La prova dell’avvenuta ricezione della domanda di partecipazione, entro il termine
    perentorio prescritto, resta a carico e sotto la responsabilità del candidato. L’ARPAS, pertanto non
    risponderà di eventuali disguidi o scioperi del servizio postale. Non saranno prese, inoltre, in
    considerazione le domande pervenute oltre il termine stabilito anche se il ritardo o l’eventuale mancato
    ricevimento siano imputabili a causa fortuita o di forza maggiore.
    - Spedizione attraverso la propria casella di posta elettronica certificata (PEC) alla casella di posta
    elettronica certificata dell’ARPAS: arpas@pec.arpa.sardegna.it,
    Contatta l'ente: 
    Si informa che Responsabile del Procedimento, ai sensi e per gli effetti dell’art. 4 e ss. della L. n. 241/1990, è
    la Dott.ssa Francesca Valentina Caria, Dirigente del Servizio Risorse Umane, tel. 070/271681-282 o
    070/271681-288, e-mail: fvcaria@arpa.sardegna.it; pec: arpas@pec.arpa.sardegna.it.
    Prove d'esame: 
    9

    L’Amministrazione, con apposito provvedimento motivato del Responsabile del Servizio Risorse Umane,
    dispone l’ammissione o esclusione dal concorso, previo accertamento del possesso dei requisiti richiesti, di
    coloro che hanno presentato domanda di partecipazione al concorso stesso.
    L’elenco degli ammessi al concorso sarà pubblicato esclusivamente nel sito istituzionale
    http://www.sardegnaambiente.it/arpas/ nell’apposita sezione “Concorsi e selezioni”. Tale pubblicazione ha
    valore di notifica a tutti gli effetti di legge a norma dell’art. 32 L. 69/2009.
    L’esclusione dal concorso deve essere motivata e notificata entro trenta giorni dalla data di adozione del
    relativo provvedimento.
    Per garantire economicità e celerità di espletamento della procedura selettiva, ovvero in caso di dubbi
    oggettivi sui requisiti di ammissione, sia nell’interesse del candidato sia nell’interesse generale al corretto
    svolgimento delle prove, il Servizio Risorse Umane può motivatamente disporre l’ammissione con riserva. Lo
    scioglimento della riserva è subordinato alla verifica dell’effettivo possesso dei requisiti richiesti.
    ART. 8
    COMMISSIONE ESAMINATRICE E PROVE D’ESAME
    La Commissione Esaminatrice è nominata ai sensi del D.P.R. n. 483/1997 e nel rispetto delle disposizioni
    degli artt. 35 e 35 bis del D. Lgs. 165/2001, con provvedimento del Direttore Generale.
    La Commissione è così composta:
    - Presidente: Dirigente dell’ARPAS;
    - Componenti: due dirigenti, anche esterni all’ARPAS, esperti nelle materie oggetto del concorso;
    - Segretario: un funzionario amministrativo ARPAS appartenente alla categoria non inferiore alla C.
    La Commissione può essere integrata da personale esperto in lingua inglese, in lingua sarda, in informatica
    e da uno psicologo esperto in selezione del personale.
    La composizione della commissione e le sue eventuali integrazioni saranno pubblicate nel sito istituzionale
    http://www.sardegnaambiente.it/arpas/ nell’apposita sezione “Concorsi e selezioni” nonché nel sito
    istituzionale della Regione Autonoma della Sardegna.

    Le prove di esame ai sensi del DPR n. 483/1997 sono le seguenti:
    1) prova scritta: svolgimento di un tema su argomenti inerenti alle materie del concorso e impostazione di
    un piano di lavoro o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa,
    come segue:
    - tecniche di campionamento e di analisi chimica strumentale delle matrici ambientali aria, acqua,
    suolo, sedimenti e rifiuti, con particolare riferimento a metodiche previste da normative di settore
    e linee-guida nazionali e internazionali;
    - disposizioni normative, linee-guida e tecniche organizzative e gestionali in materia di qualità ai
    fini dell’accreditamento dei laboratori di prova;
    - normativa comunitaria, statale e regionale in materia ambientale;
    - normativa e procedure gestionali inerenti la sicurezza dei laboratori chimici di prova;

    2) prova teorico-pratica: si compone di due parti: a) predisposizione di una relazione tecnica relativa a
    metodiche o procedure operative proprie delle materie oggetto della prova scritta; b) prova psico-REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA
    REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA
    AGENTZIA REGIONALE PRO S’AMPARU DE S’AMBIENTE DE SARDIGNA
    AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE DELL’AMBIENTE DELLA SARDEGNA
    ARPAS

    10

    attitudinale finalizzata a valutare la rispondenza delle caratteristiche personali del candidato a quelle
    richieste dal ruolo;
    3) prova orale: approfondimento delle tematiche oggetto delle prove scritta e pratica, nonché dei compiti
    afferenti alla funzione dirigenziale da conferire, con particolare riferimento a:
    - capacità e competenze professionali generali quali: capacità e competenza maturata nell’analizzare le
    criticità, valutando e approfondendo gli aspetti rilevanti dei problemi, unitamente alla capacità di
    rappresentarli e di proporre soluzioni innovative; capacità e competenza nel definire obiettivi coerenti
    con le risorse disponibili, nel valutare vantaggi e svantaggi delle soluzioni individuate, ponendo
    attenzione al rapporto costi-benefici; capacità e conoscenza dei meccanismi di interazione con le altre
    strutture e di valutazione degli impatti delle proprie azioni all’esterno nella logica del vantaggio comune;
    capacità e professionalità nel gestire, organizzare e motivare i propri collaboratori, favorendo anche lo
    sviluppo della loro professionalità e del loro potenziale; elementi di legislazione in materia di:
    procedimento amministrativo, armonizzazione sistemi contabili; pubblico impiego, con particolare
    riferimento alle norme che disciplinano funzioni, compiti e responsabilità del dirigente; appalti e contratti;
    trasparenza ed anticorruzione, trattamento dati personali e sicurezza in ambiente di lavoro.
    - capacità e competenze professionali specifiche quali:
    capacità e competenza nella definizione dei programmi operativi per le attività laboratoristiche; capacità
    e competenza nel coordinamento dell’attività del laboratorio in raccordo col Direttore del laboratorio;
    capacità e competenza nella gestione e manutenzione della strumentazione in raccordo col Direttore
    del laboratorio; capacità e competenza nella definizione degli aspetti tecnici e strumentali per
    l’adeguamento del laboratorio agli standard di sicurezza in raccordo col Direttore del laboratorio;
    capacità e competenza nella ricognizione, verifica e formulazione delle richieste di nuove
    apparecchiature; capacità e competenza nell’acquisizione di certificazioni di qualità delle misure di
    laboratorio e in campo e procedure di accreditamento, in raccordo col Direttore di laboratorio e in
    collaborazione con l’Ufficio Organizzazione della Direzione Generale; capacità e competenza nella
    sorveglianza sull’utilizzo delle metodiche ufficiali approvate e validate; capacità e competenze in ordine
    alle metodiche di campionamento, gestione dei servizi di accettazione e trasporto dei campioni;
    PARTE PSICOATTITUDINALE: orientamento a svolgere le attività in modo accurato e organizzato,
    indirizzando le azioni al raggiungimento dei risultati e di standard lavorativi elevati, capacità di
    cooperare in modo efficace all’interno di un team di lavoro, instaurando relazioni armoniose e produttive
    e gestendo le emozioni in modo equilibrato.