poliziotto municipale presso COMUNE DI GALLARATE

Occupazione: 
Luogo: 
Posti disponibili: 
1
Scadenza: 
07/02/2019
Tipo: 
Cittadinanza: 
Contratto: 
Titolo di studio: 

Concorso pubblico, per soli esami, per la copertura di un posto di agente polizia locale, categoria C.1, a tempo indeterminato e pieno.

Requisiti: 
1) Qualora il Titolo di studio sia stato conseguito all'estero, dovranno invece essere indicati gli estremi del provvedimento attestante l'equipollenza al corrispondente titolo di studio italiano; nel caso in cui l'equivalenza del titolo straniero non sia stata ancora dichiarata, il candidato sarà ammesso con riserva alle prove del concorso, purché sia stata attivata la procedura per l'emanazione del decreto di equiparazione previsto dalla normativa vigente (art. 38 D.lgs. 165/2001). In questo caso il candidato dovrà dimostrare l'avvio della procedura inviandone prova con le stesse modalità previste per la partecipazione al concorso, entro e non oltre il termine previsto per la presentazione della domanda di partecipazione al concorso. Dopo l'emanazione del provvedimento sarà cura del candidato indicarne gli estremi; 2) Età: - MINIMA: non inferiore agli anni 18; - MASSIMA: non aver compiuto il trentesimo anno di età alla data di scadenza del bando. Il limite è elevato: • Di un anno per gli aspiranti coniugati; Di un anno per ogni figlio vivente; • Di un periodo pari all'effettivo servizio prestato, comunque non superiore a tre anni, a favore di coloro che hanno prestato servizio militare volontario, di leva e di leva prolungata, ai sensi della Legge 24/12/1986, n. 958. II limite massimo non può comunque superare i trentacinque anni in caso di cumulo di benefici; 3) Cittadinanza italiana o di uno degli Stati membri dell'Unione Europea, fermo restando che i cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea, oltre a godere dei diritti civili e politici dello Stato di appartenenza o provenienza, devono possedere tutti i requisiti prescritti per i cittadini italiani e conoscere adeguatamente la lingua italiana (tale requisito sarà accertato nel corso delle prove d'esame), come previsto dal D.P.C.M. 7.2.1994 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale 15.2.1994, Serie Generale, n. 61), fatto salvo quanto previsto dall'art. 38 del Decreto Legislativo n. 165/2001; 4) Idoneità psicofisica all'impiego ai sensi del regolamento per le procedure concorsuali inerenti il profilo di agente di polizia locale - approvato con deliberazione G.C. n. 130 del 14/11/2018, efficace ai sensi di legge, che sarà accertata successivamente dal competente Organo sanitario, al quale è esclusivamente riservato tale giudizio, ossia: visus naturale non inferiore a 12 decimi complessivi quale somma del visus dei due occhi, con non meno di 5 decimi nell'occhio che vede di meno e, nel caso di correzioni, fermo restando quanto sopra, non inferiore a 10 decimi in ciascun occhio; senso cromatico e luminoso normale; funzione uditiva normale; assenza di condizioni che alterino profondamente la costituzione organica, quali la magrezza o l'obesità patologica avendo come criterio di riferimento l'indice di massa corporea, che dovrà essere ricompreso tra il valore di 18 e 30; assenza di malattie del sistema nervoso centrale o periferico e loro esiti di rilevanza funzionale; assenza di disturbi apprezzabili della comunicazione (come la disartria e le alterazioni della fonazione); assenza di disturbi mentali, di personalità o comportamentali; non avere dipendenza da alcool, stupefacenti e sostanze psicotrope; assenza di dismetabolismi di grave entità (come il diabete di tipo 1 e le dislipidemie) che possono limitare l'impiego nella mansioni in circostanze particolari; assenza di endocrinopatie di rilevanza funzionale con potenziali alterazioni comportamentali e cardiovascolari; assenza di malattie sistemiche del connettivo (artrite reumatoide, sclerodermia, etc..); assenza di patologie tumorali che causino limitazioni funzionali rilevanti; assenza di patologie infettive che siano accompagnate da gravi e persistenti compromissioni organiche funzionali (come la tubercolosi con esiti invalidanti); assenza di alterazioni della funzionalità e della dinamica respiratoria di marcata entità; assenza di patologie cardiovascolari e loro esiti che causino limitazioni funzionali rilevanti; assenza di patologie o menomazioni invalidanti dell'apparato muscolo scheletrico e loro esiti che causino limitazioni funzionali rilevanti. • • • Nel caso in cui il giudizio del medico competente ex art. 41, comma 6 del D.Lgs. 09/04/2008, n. 81 risultasse di non idoneità permanente, l'Amministrazione non procederà all'assunzione per non idoneità psicofisica; 5) Non possono accedere agli impieghi coloro che siano esclusi dall'elettorato attivo, nonché coloro che siano stati destituiti, dispensati o licenziati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero siano stati dichiarati decaduti da un impiego statale; 6)I cittadini italiani soggetti all'obbligo di leva devono essere in posizione regolare nei confronti di tale obbligo; 7) Patente di Guida di categoria A e B o superiore; 8) Di non trovarsi nella condizione di disabile ai sensi della legge 12/03/1999, n. 68 e, data la particolare natura dei compiti che la posizione di lavoro implica, la condizione di privo di vista comporta inidoneità fisica al posto bandito, ai sensi dell'art. 1 della legge 28/03/1997, n. 120; 9) Di essere in possesso dei requisiti necessari per il conferimento della qualifica di Agente di pubblica sicurezza, ai sensi dell'art. 5 delle L. 65/86, ovvero: . • godimento dei diritti civili e politici; non aver subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo; non essere stato sottoposto a misura di prevenzione; non essere stato espulso dalle Forze Armate o dai Corpi militarmente organizzati o destituito dai pubblici uffici; 10) per coloro che sono stati ammessi al servizio civile come obiettori: essere collocati in congedo da almeno cinque anni e aver rinunciato definitivamente allo status di obiettore di coscienza, avendo presentato dichiarazione presso l'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, così come previsto dall'art. 1 comma 1 della Legge 02/08/2007, n. 130; 11) disponibilità al porto e all'eventuale uso dell'arma, nonché della conduzione dei veicoli in dotazione al Corpo di Polizia Municipale (autoveicoli, motocicli, ciclomotori, biciclette e autocarri per trasporto di motoveicoli).
Dove va spedita la domanda: 
deposito a mano direttamente all'Ufficio Protocollo del Comune di Gallarate, Via Verdi, n. 2, negli orari di apertura al pubblico e precisamente: ► lunedì – mercoledì: dalle ore 8.45 alle ore 17.45; martedì e venerdì: dalle ore 8.30 alle ore 13.30; giovedì: dalle ore 10.30 alle ore 13.00; AA oppure per mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento al seguente indirizzo: COMUNE DI GALLARATE - Ufficio Protocollo – Via Verdi, n. 2-21013 Gallarate (non fa fede la data del timbro dell'ufficio postale inviante); oppure mediante un messaggio di posta elettronica certificata proveniente dall'utenza personale del candidato, ai sensi della normativa vigente, inviato all'indirizzo P.E.C. del Comune di Gallarate: protocollo@pec.comune.gallarate.va.it Farà fede la data e l'ora di ricezione della domanda nella casella di posta elettronica certificata del Comune di Gallarate, attestata dalla ricevuta di consegna.
Contatta l'ente: 
Per ogni eventuale altra informazione gli interessati potranno rivolgersi al Comune di Gallarate (VA), Servizio personale, via Verdi n. 2, tel. 0331/754415 (da lunedi' a venerdi' dalle ore 9,30 alle ore 12,30).
Prove d'esame: 
1 ^ prova scritta Quesiti a risposta sintetica consistenti anche nella risoluzione di casi o questioni attinenti le seguenti materie: • Diritto e procedura penale; • Normativa nazionale e regionale in materia di Polizia Locale; • Codice della Strada; • Nozioni sul Testo Unico delle Leggi di Pubblica Sicurezza; • Nozioni di legislazione commerciale; Normativa in materia di depenalizzazione (Legge n. 689/1981 e s.m.i.); Nozioni di diritto amministrativo con particolare riguardo all'attività della Pubblica Amministrazione; Ordinamento degli Enti Locali (D.Lgs. 267/2000 e s.m.i.); Legislazione in materia della privacy (D.Lgs. 196/2003 e s.m.i.); Nozioni di diritto penale e di procedura penale con particolare riguardo alle funzioni e all'organizzazione della polizia giudiziaria; Nozioni sulla disciplina del rapporto di lavoro negli enti locali. Oppure: Test consistente in una serie di quesiti a risposta multipla chiusa di cui una sola esatta, sulle materie di cui sopra. In questo caso il Test potrà contenere anche quesiti di logica. Tale prova ha una durata fissata dalla commissione esaminatrice e comunque non superiore a 3 ore. La prova si intende superata se si consegue una votazione di almeno 21/30; i candidati che non ottengano tale votazione non saranno ammessi alla seconda prova. 2^ prova pratica di efficienza fisica I candidati dovranno superare tre prove di efficienza fisica come previsto dal Regolamento per le procedure concorsuali inerenti il profilo di agente di polizia locale, approvato con deliberazione di G.C. n. 130 del 14/11/2018, efficace ai sensi di legge e precisamente: a) Per i candidati di sesso maschile sono previste le seguenti attività da eseguirsi in sequenza: • Corsa di 1.000 metri da compiersi nel tempo massimo di 4'35"; Salto in alto di una altezza di 100 centimetri da superarsi in un massimo di tre tentativi; 5 sollevamenti alla sbarra continuativi da compiersi nel tempo massimo di 2'00”. b) Per i candidati di sesso femminile sono previste le seguenti attività da eseguirsi in sequenza: • Corsa di 1.000 metri da compiersi nel tempo massimo di 5'35"; • Salto in alto di una altezza di 90 centimetri da superarsi in un massimo di tre tentativi; • 2 sollevamenti alla sbarra continuativi da compiersi nel tempo massimo di 2'00".

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente