• Accedi • Iscriviti gratis
  • dirigente tecnico presso CITTA' METROPOLITANA DI VENEZIA

    Concorso pubblico, per titoli e colloquio, per la copertura di un posto, a tempo pieno e determinato, di dirigente di profilo tecnico.

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    17/01/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Contratto: 
    Requisiti: 
    1) titolo di studio: laurea vecchio ordinamento (DL) in ingegneria civile, ingegneria edile,
    ingegneria per l’ambiente e il territorio, ingegneria edile – architettura, oppure Laurea
    specialistica (LS) classe 28/S in ingegneria civile oppure Laurea specialistica (LS) 38/S
    Ingegneria per l’ambiente e il territorio, classe 4/S architettura e ingegneria edile, oppure Laurea
    magistrale (LM) classe LM 23 ingegneria civile, LM 24 ingegneria dei sistemi edilizi o LM 26
    Ingegneria della sicurezza, LM 35 Ingegneria per l’ambiente e il territorio, LM 4 Architettura e
    ingegneria edile – architettura, o lauree equipollenti o equiparate per legge. Per i titoli di studio
    conseguiti all’estero, è richiesta la dichiarazione di equivalenza da parte della Presidenza del
    Consiglio dei Ministri ai sensi della vigente normativa in materia. Il candidato non in possesso
    della dichiarazione di equivalenza alla data di scadenza del bando è ammesso alla selezione con
    riserva, fermo restando che, ove prescelto, dovrà produrre la suddetta dichiarazione, a pena di
    decadenza, entro i termini stabiliti dall’Ente per la stipula del relativo contratto di lavoro.

    2) aver conseguito una particolare e comprovata qualificazione professionale, derivante da:
    a. aver svolto, in termini funzionali all’ambito dei lavori pubblici, funzioni dirigenziali per
    almeno un quinquennio in organismi ed enti pubblici o privati ovvero aziende pubbliche o
    private;
    oppure
    b. aver conseguito una particolare specializzazione professionale, culturale e scientifica in
    termini funzionali all’ambito dei lavori pubblici, derivante da:
    b.1.essere dipendenti di ruolo delle pubbliche amministrazioni ed aver compiuto almeno
    cinque anni di servizio svolti in posizioni funzionali per l'accesso alle quali è richiesto il
    diploma di laurea e per almeno ulteriori due anni funzioni dirigenziali in organismi ed
    enti pubblici o privati ovvero aziende pubbliche o private;
    oppure
    b.2. essere dipendenti di ruolo delle pubbliche amministrazioni ed aver compiuto almeno tre
    anni di servizio in posizioni funzionali per l'accesso alle quali è richiesto il diploma di
    laurea ed essere in possesso del dottorato di ricerca o del diploma di specializzazione
    conseguito presso le scuole di specializzazione individuate con decreto del Presidente
    del Consiglio dei Ministri, di concerto con il Ministro dell'istruzione, dell'Università e
    della ricerca;
    oppure
    b.3. essere in possesso della qualifica di dirigente in enti e strutture pubbliche non
    ricomprese nel campo di applicazione dell'articolo 1, comma 2, del decreto legislativo
    30 marzo 2001, n. 165, ed aver svolto per almeno due anni funzioni dirigenziali;
    oppure
    b.4. aver maturato, con servizio continuativo per almeno quattro anni presso enti od
    organismi internazionali, esperienze lavorative in posizioni funzionali apicali per
    l'accesso alle quali e' richiesto il possesso del diploma di laurea; oppure
    c. prestare servizio in qualità di ricercatore o docente universitario in termini funzionali
    all’ambito dei lavori pubblici per almeno cinque anni.
    Dove va spedita la domanda: 
    Le domande devono essere indirizzate alla Città metropolitana di Venezia – Servizio Risorse
    Umane presso Ufficio Protocollo – Via Forte Marghera, 191 - CAP 30173 Mestre (Venezia) ed
    inviate con una delle seguenti modalità:
    a) a mezzo servizio postale mediante raccomandata A.R. da inviare all’Ufficio Protocollo Via
    Forte Marghera, 191 30173 - Mestre-Venezia, con indicazione sulla busta “avviso per
    assunzione a tempo determinato di 1 dirigente tecnico”;
    b) presentate direttamente all’Ufficio Protocollo della Città metropolitana di Venezia dal lunedì al
    venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12.00, il martedì ed il giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.15;
    c) inviate tramite posta elettronica semplice se sottoscritte mediante la firma digitale, il cui
    certificato sia rilasciato da un certificatore accreditato, ed inoltrate all’indirizzo di posta
    certificata della Città metropolitana di Venezia (protocollo.cittametropolitana.ve@pecveneto.it);
    d) inviata tramite posta elettronica certificata (PEC) personale all’indirizzo di posta certificata
    della Città metropolitana di Venezia (protocollo.cittametropolitana.ve@pecveneto.it).
    Contatta l'ente: 
    Chiunque vi abbia interesse e voglia inoltrare domanda di
    partecipazione alla citata selezione puo' collegarsi al sito
    istituzionale www.cittametropolitana.ve.it oppure rivolgersi per
    ulteriori informazioni ai seguenti recapiti telefonici: 041 2501460
    (dott. Federico Schiaoncin) - 041 2501489 (dott.ssa Tatiana Pesce).
    Prove d'esame: 
    8


    Commissione valutatrice
    La valutazione dei curricula dei candidati ed il successivo colloquio orientativo/valutativo, come
    previsto ai successivi punti, saranno svolti a cura di apposita Commissione.

    Criteri di valutazione dei curricula
    La Commissione opera una valutazione del curriculum vitae formativo-professionale e degli
    eventuali altri documenti presentati sulla base dei seguenti criteri, con esclusione degli elementi
    considerati per l’ammissione alla selezione:
    Max. punti 30, così suddivisi:
    - Servizio come dirigente, in ambito funzionale all’incarico max punti 10
    - Altre esperienze professionali, in ambito funzionale all’incarico max punti 10
    - Formazione professionale: master, dottorati di ricerca, corsi di specializzazione, corsi di
    formazione, perfezionamento, aggiornamento, in ambito funzionale all’incarico max punti 5
    - Pubblicazioni ed altri titoli in ambito attinente l’incarico max punti 5

    Non sarà considerato idoneo il candidato il cui curriculum vitae formativo-professionale
    abbia riportato una valutazione inferiore a 10 punti.

    La Commissione inviterà al successivo colloquio i 10 candidati che avranno conseguito, a seguito
    della comparazione dei curricula, i punteggi più alti.

    Colloquio orientativo/valutativo
    Il colloquio ha l'obiettivo di valutare, oltre al possesso delle competenze specialistiche, anche la
    sussistenza di quelle trasversali e degli elementi motivazionali connessi al ruolo da svolgere ed alle
    funzioni da assumere.
    Ambiti di approfondimento delle competenze specialistiche
    - Diritto costituzionale e diritto amministrativo;
    - Ordinamento degli enti locali;
    - D.lgs n. 165/2001 e s.m.i. e norme in materia di performance degli enti locali;
    - Normativa nazionale e regionale in materia di lavori pubblici ed uso e assetto del territorio
    con particolare riferimento al ruolo rivestito dalla Città metropolitana;
    - Scienza e Tecnica delle costruzioni;
    - Normativa nazionale e regionale in materia di lavori pubblici, edilizia ed uso e assetto del
    territorio con particolare riferimento al ruolo rivestito dalla Città metropolitana;
    - Codice dei contratti pubblici;
    - Codice della Strada e suo Regolamento di attuazione;
    - Legislazione in materia di tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro;
    Ambiti di approfondimento delle competenze trasversali e degli elementi motivazionali:
    - capacità di problem solving;
    - capacità di gestire le risorse umane;
    - capacità di programmazione e controllo gestionale;
    - capacità di orientarsi alla qualità del risultato; - capacità di orientare ed interpretare la performance organizzativa;
    - capacità di coordinamento per ambiti di materie ed attività.