• Accedi • Iscriviti gratis
  • istruttore direttivo amministrativo presso UNIONE LOMBARDA DEI COMUNI DI BELLUSCO E MEZZAGO

    Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di istruttore direttivo amministrativo contabile, categoria D, a tempo indeterminato e pieno.

    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    10/01/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Italiana
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Requisiti: 
     cittadinanza italiana o di altro Stato dell’Unione Europea, fatte salve le eccezioni indicate nel DPCM n.
    174/1994.;

     I candidati, fermo restando i requisiti generali per l'accesso al pubblico impiego, dovranno essere in
    possesso di almeno uno fra i seguenti titoli:
     di Diploma di Laurea in Conservazione dei beni culturali, Discipline economiche e sociali, Economia
    assicurativa e previdenziale, Economia aziendale, Economia delle amministrazioni pubbliche e delle
    istituzioni internazionali, Economia delle istituzioni e dei mercati finanziari, Economia e commercio,
    Economia e finanza, Economia e gestione dei servizi, Economia e legislazione per l’impresa,
    Economia per le arti, la cultura e la l'ambiente e la cultura comunicazione, Economia politica,
    Filosofia, Giurisprudenza, Informatica, Ingegneria gestionale, Lettere, Lingua e cultura italiana,
    Lingue e letterature straniere, Materie letterarie, Relazioni pubbliche, Scienze dell’amministrazione,
    Scienze dell’informazione, Scienze della comunicazione, Scienze economiche, statistiche e sociali,
    Scienze politiche, Scienze statistiche demografiche e sociali, Scienze statistiche ed attuariali, Scienze
    statistiche ed economiche, Servizio sociale, Sociologia, Statistica, Storia, Storia e conservazione dei
    beni culturali

     Qualora il diploma di laurea posseduto dal candidato trovi corrispondenza con più classi di lauree
    specialistiche, alla domanda di partecipazione al concorso pubblico dovrà essere obbligatoriamente
    allegato certificato dell’Ateneo che ha conferito il diploma di laurea attestante a quale singola classe di
    lauree specialistiche è equiparato il titolo di studio posseduto dal candidato ovvero corrispondente
    dichiarazione sostitutiva di atto notorio, resa dal candidato, con specifica indicazione degli estremi del
    certificato dell’Ateneo in suo possesso dal quale risulti l’anzidetta equiparazione. I titoli di studio devono
    essere stati rilasciati da scuole o istituti statali, parificati o legalmente riconosciuti, ovvero da università.
    I titoli di studio conseguiti all’estero devono avere ottenuto l'equipollenza ai corrispondenti titoli italiani
    comunque essere stati riconosciuti validi dalle competenti autorità.
    Per i candidati che hanno conseguito il titolo di studio in altro Paese dell’Unione Europea, la verifica
    dell’equipollenza del titolo di studio posseduto avrà luogo ai sensi dell’art. 38, comma 3, del D.L.gs.
    30/3/2001, n. 165. I titoli di studio dovranno essere accompagnati da una traduzione in lingua italiana
    effettuata da un traduttore pubblico in possesso del necessario titolo di abilitazione.

     età non inferiore agli anni 18;
     godimento dei diritti civili e politici;
     regolare posizione riguardo gli obblighi di leva per i concorrenti di sesso maschile;
     non aver riportato condanne penali, né avere procedimenti penali in corso che impediscano, ai sensi delle
    vigenti disposizioni in materia, la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione;
     non essere stato destituito, dispensato o decaduto dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione;  idoneità fisica all'impiego, intesa come assenza di difetti che possono influire sul rendimento in servizio
    e/o come possesso di ulteriori requisiti fisici in relazione al profilo professionale da rivestire. E’ facoltà
    dell’Amministrazione sottoporre i vincitori a visita medica nel rispetto della vigente normativa;
     eventuale diritto di riserva di cui agli artt. 678 e 1014 del Dlgs n. 66/2010 e sue successive modifiche ed
    integrazioni;
     conoscenza di base dell’informatica e dell’uso dei personal computer (inclusi programmi di editor di testi,
    foglio elettronico, internet, posta elettronica) e conoscenza di base della lingua inglese
    Dove va spedita la domanda: 
    - direttamente allo Sportello Polifunzionale dell’Unione Lombarda dei Comuni di Bellusco e Mezzago
    sito in Piazza Kennedy,1 – 20882 Bellusco;
    - recapitate via posta;
    - via PEC all’indirizzo unione.bellusco-mezzago@pec.regione.lombardia.it. Le domande inviate per
    posta elettronica certificata saranno considerate valide solo se rispetteranno una delle casistiche
    previste all’art. 65 del D.Lgs 82/2005, e successive modificazioni ed integrazioni, e precisamente:
    a) se sottoscritte mediante la firma digitale;
    b) se l’autore è identificato dal sistema informatico con l’uso della carta d’identità elettronica o della
    carta nazionale dei servizi;
    c) se l'autore trasmette mediante la propria casella di posta elettronica certificata, purché le relative
    credenziali di accesso siano state rilasciate previa identificazione del titolare, anche per via
    telematica, secondo modalità definite con regole tecniche adottate ai sensi dell’art. 71 e ciò sia
    attestato dal gestore del sistema nel messaggio o in un suo allegato. In tal caso, la trasmissione
    costituisce dichiarazione vincolante ai sensi dell'articolo 6, comma 1, secondo periodo.
    Contatta l'ente: 
    Per ulteriori informazioni rivolgersi all'ufficio segreteria -
    telefono: 039.62083204 - 0396067626.
    L'indirizzo PEC e':
    unione.bellusco-mezzago@pec.regione.lombardia.it
    L'indirizzo e-mail ordinario e':
    affarigenerali@comune.bellusco.mb.it -
    rossana.ronchi@comune.mezzago.mb.it
    Prove d'esame: 
    Nel caso in cui le domande di partecipazione alla presente selezione risultassero in numero superiore a 30,
    verrà effettuata una prova preselettiva, consistente in una somministrazione di appositi test bilanciati il cui
    contenuto è da riferirsi alle materie oggetto delle prove d’esame
    La prova preselettiva serve esclusivamente a determinare il numero dei candidati ammessi alle prove scritte e
    non costituisce elemento aggiuntivo di valutazione di merito nel prosieguo della selezione.
    La sede, la data e l’ora dell’eventuale preselezione e l’elenco dei candidati ammessi a tale prova saranno
    pubblicati sul sito istituzionale dell’Unione Lombarda dei Comuni di Bellusco e Mezzago
    https://unione.belluscomezzago.mb.it/ , nella sezione Amministrazione Trasparente, nella sottosezioni nella
    sezione “Amministrazione Trasparente – Bandi di concorso” entro 10 giorni dalla scadenza del termine per la
    presentazione delle domande di partecipazione al concorso.
    I candidati ammessi a sostenere la prova preselettiva dovranno presentarsi muniti di valido documento di
    riconoscimento, pena l’esclusione dalla selezione.
    Non sarà possibile accedere nella sede delle prove con apparecchiature elettroniche (cellulari, palmari, ecc.) e
    non sarà ammessa la consultazione di testi durante la prova.
    La Commissione esaminatrice formulerà una graduatoria dei candidati che avranno conseguito nella prova
    preselettiva un punteggio non inferiore a 21/30.
    Nel caso in cui nel giorno e ora fissati per la prova preselettiva sia presente un numero di partecipanti
    inferiore a 30, si procederà immediatamente alla effettuazione delle prove scritte e i candidati presenti
    saranno ammessi direttamente alle stesse.

    Ai sensi dell’art. 20, comma 2-bis, della legge n. 104/1992: “La persona ….OMISSIS….affetta da invalidità
    uguale o superiore all’80% non è tenuta a sostenere la prova preselettiva eventualmente prevista”.
    Pertanto, i candidati o le candidate che si trovano in tale condizione, certificata dalla competente Commissione,
    devono dichiarare il possesso di tale requisito nella domanda concorsuale per poter accedere direttamente alle
    prove concorsuali previste dall’art. 8 del bando di concorso.