• Accedi • Iscriviti gratis
  • 2 poliziotto municipale presso UNIONE BASSA EST PARMENSE DI SORBOLO

    Concorso pubblico, per soli esami, per la copertura di due posti di polizia locale, categoria C, a tempo pieno ed indeterminato, presso il servizio polizia locale.

    Occupazione: 
    Posti disponibili: 
    2
    Scadenza: 
    03/01/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Italiana
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    Per l'ammissione al concorso è richiesto:

    il possesso della cittadinanza italiana;
    la maggiore età;
    il godimento dei diritti civili e politici;
    l’idoneità fisica all'impiego;
    per i candidati di sesso maschile: non essere inadempiente rispetto agli obblighi di leva, ed inoltre, in ottemperanza al divieto di cui all’art. 15, commi 6 e 7, della Legge n. 230/1998, non aver prestato o non essere stato ammesso a prestare servizio militare non armato o servizio sostitutivo civile. Per coloro che sono stati ammessi al servizio civile come obiettori: essere collocati in congedo da almeno cinque anni e aver rinunciato definitivamente allo status di obiettore di coscienza avendo presentato dichiarazione presso l’Ufficio Nazionale per il Servizio civile cosi come previsto dall’art. 636 del D.lgs 15 marzo 2010. n. 66
    di non aver riportato condanne penali ostative all’accesso al pubblico impiego o preclusive della conservazione del rapporto di lavoro ai sensi delle norme e dei contratti collettivi nazionali di lavoro vigenti, e di non essere stati interdetti o sottoposti a misure che escludano, secondo la normativa vigente, la nomina agli impieghi presso gli enti locali, con particolare ed esemplificativo riferimento alla legge 27 marzo 2001, n. 97; all’art. 94 del testo unico approvato con d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267 ed agli artt. 25, 25-bis e 27 del contratto collettivo nazionale di lavoro stipulato il 6 luglio 1995, e successive integrazioni;
    di non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, non essere stati da essa licenziati per giusta causa o giustificato motivo soggettivo, e non essere stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico ai sensi delle norme vigenti;
    possesso dei requisiti fisico/funzionali e dei requisiti psico/attitudinali necessari per l’ accesso al ruolo della Polizia Municipale (Deliberazione della Giunta Regionale dell’Emilia-Romagna nr. 278 del 14.02.2005), ed in particolare:
    1) Requisiti fisico/funzionali:

    il possesso di una sana e robusta costituzione organica in relazione all’attività specifica di polizia locale;
    l’assenza di condizioni patologiche che costituiscono causa di esclusione e cioè tutte le patologie o menomazioni che implicano danni o esiti di rilevanza funzionale come da successiva specifica. La rilevanza funzionale delle suddette condizioni patologiche sarà valutata complessivamente, anche tenendo conto degli esami clinici, in sede di accertamento medico diretto.
    Il loro possesso viene accertato dai Servizi delle Aziende USL territorialmente competenti.

    2) Requisiti psico/attitudinali:

    Un livello evolutivo che esprima una valida integrazione della personalità, con riferimento alla capacità di elaborare le proprie esperienze di vita, alla fiducia in sé, alla capacità sia critica che autocritica, all'assunzione di responsabilità ed alle doti di volontà, connotato, inoltre, sia da abilità comunicativa che da determinazione operativa;
    un controllo emotivo contraddistinto dalla capacità di contenere le proprie reazioni comportamentali dinanzi a stimoli emotigeni imprevisti od inusuali, da una funzionale coordinazione psico-motoria in situazione di stress, da una rapida stabilizzazione dell'umore nonché da una sicurezza di sé in linea con i compiti operativi che gli sono propri;
    una capacità intellettiva che consenta di far fronte alle situazioni problematiche pratiche, proprie del ruolo, con soluzioni appropriate basate su processi logici e su un pensiero adeguato quanto a contenuti e capacità deduttiva, sostenuto in ciò da adeguate capacità di percezione, attenzione, memorizzazione ed esecuzione;
    una socializzazione caratterizzata da una adeguata capacità relazionale nei rapporti interpersonali, dalla capacità di integrarsi costruttivamente nel gruppo, dalla disposizione a far fronte alle peculiari difficoltà del ruolo, nonché dalla capacità di adattarsi, in contesti di lavoro formalmente organizzati, sulla base della motivazione e del senso del dovere.
    L'accertamento circa il possesso dei requisiti psico/attitudinali è effettuato dalla Commissione giudicatrice, che si avvarrà a tal fine di un esperto in Psicologia del lavoro.

    l) il possesso di diploma di scuola media superiore;

    m) il possesso della patente di guida di categoria B) ed A);

    n) il possesso dei requisiti necessari, ai sensi della legge 7 marzo 1986, n. 65 "legge quadro sull’ordinamento della Polizia Municipale", per poter svolgere servizio di polizia locale (in qualità di agente di polizia locale), di polizia giudiziaria (in qualità di agente di polizia giudiziaria), di pubblica sicurezza (attribuzione della qualifica di agente di pubblica sicurezza) e di polizia stradale;
    Dove va spedita la domanda: 
    La domanda di ammissione al concorso dovrà essere compilata in carta semplice ed indirizzata all’Unione Bassa Est Parmense, presso la sua sede sita in Via del Donatore 2 – C.a.p. 43058 - in Sorbolo capoluogo.
    Contatta l'ente: 
    Informazioni in merito alla procedura concorsuale potranno essere acquisite presso il sottoscritto responsabile del servizio (tel. 0521/669689) o l'ufficio del personale (tel. 0521/669606 – 0521/669620), dal lunedì al venerdì dalle ore 8,30 alle 13,30 ed il martedì e giovedì, inoltre, dalle ore 15,00 alle 18,00.
    Prove d'esame: 
    Le prove d'esame si distinguono in:

    a) prove scritte;

    b) prova orale.

    Le prove scritte si distinguono in:

    prova teorica, consistente nello svolgimento di un tema ovvero in una serie di quesiti a risposta sintetica sulle materie in seguito indicate;
    prova pratica o teorico-pratica, consistente nella stesura di atti o provvedimenti amministrativi, regolamentari, negoziali, ovvero nella redazione di un tema in ordine ad argomenti di carattere applicativo sulle materie in seguito indicate.
    Le materie delle prove scritte sono le seguenti:

    - Ordinamento degli Enti Locali (D.lgs. n. 267/00);

    - Elementi di diritto costituzionale e amministrativo;

    - Diritti e doveri dei pubblici dipendenti;

    - Codice della strada e relativo regolamento di esecuzione;

    - Sistema sanzionatorio amministrativo;

    - Normativa nazionale, regionale e comunale in materia urbanistico - edilizia e commercio;

    - Normativa sui pubblici esercizi;

    - Leggi di pubblica sicurezza e normativa sugli stranieri;

    - Normativa sulla tutela ambientale;

    - Nozioni di diritto penale con particolare riferimento ai delitti e alle contravvenzioni;

    - Nozioni di procedura penale;

    - Nozioni concernenti il T.U. di pubblica sicurezza;

    - Legge quadro nr. 65/1986 sull’ ordinamento della polizia municipale;

    - Legge Regionale nr. 24/2003 “Disciplina della polizia amministrativa locale e promozione

    di un sistema integrato di sicurezza”;

    - la “depenalizzazione” Legge n. 689/1981;

    Le materie della prova orale sono le seguenti:

    - materie delle prove scritte;

    - reati contro la Pubblica Amministrazione;

    - accertamento della conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua l’inglese. Le modalità dell’accertamento, che potranno prevedere anche l’utilizzo di apparecchiature informatiche, saranno determinate dalla commissione giudicatrice.