• Accedi • Iscriviti gratis
  • 1 posto Esperto tecnico presso Città Metropolitana di Bologna

    Concorso pubblico, per soli esami, per la copertura di un posto di tecnico esperto in pianificazione territoriale, categoria D, a tempo determinato e pieno, presso l'area pianificazione territoriale. (GU n.93 del 23-11-2018)

    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    23/12/2018
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Contratto: 
    Requisiti: 
    I concorrenti, dell’uno e dell’altro sesso, devono essere in
    possesso di uno dei seguenti requisiti:
    Laurea magistrale, di cui al decreto ministeriale n.
    270/2004, conseguita in una delle seguenti classi
    magistrali:
    • LM-4 Architettura e ingegneria edile-architettura;
    • LM-23 Ingegneria civile;
    • LM-35 Ingegneria per l'ambiente e il territorio;
    • LM-48 Pianificazione territoriale urbanistica e
    ambientale.
    oppure
    diploma di laurea appartenente ad una delle seguenti
    classi (determinate con il D.M.270/2004):
    • L-7 Ingegneria civile ed ambientale;
    • L-17 Scienze dell'architettura;
    • L-21 Laurea in scienze della pianificazione
    territoriale, urbanistica, paesaggistica ed
    ambientale;
    oppure
    titoli equipollenti, equiparati o riconosciuti ai sensi di
    legge.
    Dove va spedita la domanda: 
    Alla Dirigente del Settore
    Programmazione e Gestione Risorse della Città
    metropolitana di Bologna, Via Zamboni, 13 - 40126
    Bologna
    PEC cm.bo@cert.cittametropolitana.bo.it
    Contatta l'ente: 
    U.O. programmazione e sviluppo risorse umane: telefono:
    051/659.8315-659.8627; fax: 051/659.8652; e-mail:
    selezione.dotazioneorganica@cittametropolitana.bo.it
    Orario di ricevimento al pubblico: mattino: dal lunedi' al
    venerdi': dalle 9,30 alle 12,30 - pomeriggio: lunedi' e giovedi': su
    appuntamento.
    www.cittametropolitana.bo
    Prove d'esame: 
    PRESELEZIONE (eventuale):
    Nel caso le domande ricevute fossero in numero pari o
    superiore a 70, l’Amministrazione si riserva la facoltà di
    fare precedere alle prove d’esame una PRESELEZIONE,
    a contenuto teorico, che potrà essere costituita
    dall’espressione di uno o più pareri o quesiti a risposta
    sintetica o quesiti a risposta multipla sulle materie delle
    prove d'esame.
    Nel caso di svolgimento della PRESELEZIONE,
    l’Amministrazione ammetterà alle prove scritte solo i
    candidati che abbiano superato la prova di
    preselezione con un punteggio di almeno 21/30.
    ---
    PRIMA PROVA SCRITTA (TEORICA): Soluzione di quesiti
    a risposta sintetica o multipla in materia di:
     Legislazione nazionale e regionale in materia di
    pianificazione territoriale e urbanistica, di
    valutazione di sostenibilità ambientale e territoriale
    degli strumenti urbanistici.
     Nozioni in merito al tema del contenimento del
    consumo di suolo, della riqualificazione e
    rigenerazione dei tessuti urbani e dell'incremento
    della resilienza degli insediamenti, con particolare
    riferimento alla costruzione e approvazione di
    strumenti urbanistici di scala metropolitana (PTM)
    e comunale.
     Lettura e analisi del territorio rurale e urbano alla
    scala sovracomunale, con riferimento alla
    caratterizzazione della diversa valenza dei centri
    abitati, degli insediamenti specializzati di rilievo
    sovracomunale e del territorio rurale, nonché del
    sistema infrastrutturale per la mobilità pubblica e
    privata, con particolare riferimento
    all’individuazione dei bisogni e delle domande di
    rigenerazione.
     Valutazione degli effetti delle trasformazioni sul
    territorio, con particolare riferimento alle ai
    contenuti di una Vas e Valsat.
    SECONDA PROVA SCRITTA (TEORICA/PRATICA):
    Impostazione di una ricerca sulla rigenerazione urbana
    metropolitana o sulla riqualificazione degli ambiti produttivi
    sovra comunali esistenti o redazione di relazioni istruttorie
    o di monitoraggio oppure individuazione di iter procedurali
    o percorsi operativi oppure soluzioni di casi o simulazione
    di interventi inquadrati, in un contesto teorico, in materia di
    pianificazione territoriale.
    PROVA ORALE:
     Materie della prima prova scritta;
     Conoscenza delle principali politiche del PTCP Piano
    Territoriale di Coordinamento Provinciale e valutazioni
    territoriali sul nuovo strumento PTM;
     Normativa in materia di appalti con particolare
    riferimento ai livelli e contenuti della progettazione;
     Conoscenza generale delle modalità di monitoraggio e
    rendicontazione di lavori, progetti e finanziamenti
    pubblici;
     Elementi sul procedimento amministrativo;
     Statuto e regolamenti fondamentali della Città
    metropolitana di Bologna;
     Elementi di diritto penale con particolare riferimento ai
    reati contro la pubblica amministrazione;
     Norme generali sul pubblico impiego e sui contratti
    collettivi di lavoro;
     Elementi del Codice di comportamento dei dipendenti
    pubblici di cui al D.P.R. n. 62 del 16/04/2013;
     Elementi del Codice per la protezione dei dati personali
    (comunemente noto anche come codice della privacy)
    di cui al Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196;
     Elementi della Legge 6/11/2012, n. 190 “Disposizioni
    per la prevenzione e la repressione della corruzione e
    dell'illegalità nella pubblica amministrazione” e del
    D.Lgs. n. 33/2013
     Conoscenza della lingua inglese;
     Conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle
    applicazioni informatiche più diffuse