• Accedi • Iscriviti gratis
  • medico urologo presso AZIENDA SANITARIA LOCALE TO4 DI CHIVASSO

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di dirigente medico, disciplina di urologia

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    06/12/2018
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    I requisiti specifici d’ammissione al concorso disciplinati dall’art. 24, del D.P.R. 10 dicembre 1997,
    n. 483, sono i seguenti:
    a) laurea in medicina e chirurgia;
    b) specializzazione nella disciplina oggetto del concorso, ovvero, in disciplina riconosciuta
    equipollente ai sensi del D.M. 30.01.98 e s.m.i..
    Ai sensi e per gli effetti del 2° co, art.56, del D.P.R. 10.12.1997, n. 483, il personale di ruolo in
    servizio alla data del 1° febbraio 1998 è esentato dal requisito della specializzazione nella
    disciplina relativa al posto messo a concorso purché ricopra alla medesima data, un posto di
    ruolo presso altra ASL o Azienda Ospedaliera nella disciplina predetta.
    In applicazione dell’art. 74 del D.P.R. 483/97, così come integrato dall’art. 8 del D.Lgs
    28.07.2000 n. 254 la specializzazione nella disciplina del concorso può essere sostituita da
    specializzazione in disciplina affine individuata secondo le tabelle allegate al D.M. del
    31/01/1998 e s.m.i.
    Il candidato dovrà inoltre precisare se l’eventuale specializzazione è stata conseguita ai sensi del
    D.Lgs. 257/91 o ai sensi del D.Lgs. 368/99 e la durata legale del corso degli studi per il
    conseguimento della stessa. c) iscrizione al rispettivo albo dell’ordine dei medici chirurghi con dichiarazione sostitutiva
    contenente tutti gli elementi identificativi (sede dell’ordine, nr iscrizione e decorrenza).
    L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente
    la partecipazione ai concorsi, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima
    dell’assunzione in servizio.

    Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall'elettorato attivo nonché
    coloro che siano stati dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per aver
    conseguito l'impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non
    sanabile.
    I requisiti d’ammissione dovranno essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal
    bando di concorso per la presentazione della domanda d’ammissione. Il difetto di uno solo dei
    requisiti prescritti comporta la non ammissione alla procedura. Ai sensi dell’art. 3, comma 6, della
    L. 127/97 la partecipazione al suddetto concorso non è più soggetta a limiti d’età, fermo restando i
    limiti previsti dal vigente ordinamento per il collocamento a riposo d’ufficio.
    Dove va spedita la domanda: 
    Per partecipare al concorso è necessario effettuare obbligatoriamente l’iscrizione on line
    Contatta l'ente: 
    Per ulteriori informazioni rivolgersi al settore concorsi
    dell'Azienda sanitaria locale TO4, via Po n. 11 - Chivasso (TO) dal
    lunedi' al venerdi' dalle 9,00 alle 12,00 al numero tel. 011/9176299.
    Prove d'esame: 
    Le prove d'esame consisteranno, ai sensi dell’art. 26, del D.P.R. 10.12.1997, n. 483, in:
    1. prova scritta: relazione su caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina
    messa a concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla
    disciplina stessa;
    2. prova pratica: su tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso (la prova
    pratica deve comunque essere anche illustrata schematicamente per iscritto);
    3. prova orale: sulle materie inerenti alla disciplina a concorso, nonché sui compiti connessi
    alla funzione da conferire.
    Il diario della prova scritta verrà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4^
    serie speciale “Concorsi ed esami” non meno di quindici giorni prima dell’inizio delle prove
    medesime, ovvero, in caso di numero esiguo di candidati, verrà comunicato agli stessi, con
    raccomandata con avviso di ricevimento, non meno di quindici giorni prima dell’inizio delle prove,
    al recapito indicato nella domanda di partecipazione.
    Ai candidati che dichiarano il possesso di PEC personale la convocazione potrà essere inviata via
    PEC all’indirizzo indicato.
    Ai candidati che conseguono l’ammissione alle prove successive, pratica e orale, verrà data
    comunicazione con l’indicazione del voto riportato nella prova precedente. L’avviso per la
    presentazione alla prova orale deve essere dato ai singoli candidati almeno venti giorni prima di
    quello in cui essi debbono sostenerla.
    In relazione al numero dei candidati la Commissione può stabilire l’effettuazione della prova orale
    nello stesso giorno di quello dedicato alla prova pratica. In tal caso la comunicazione dell’avvenuta
    ammissione alla prova stessa sarà dato al termine dell’effettuazione della prova pratica.
    Alle prove d’esame i candidati dovranno presentarsi muniti di documento di identità valido a norma
    di legge.
    I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove del concorso nei giorni, nell'ora e nella
    sede stabilita, saranno dichiarati rinunciatari al concorso, quale sia la causa dell'assenza, anche se
    non dipendente dalla volontà dei singoli concorrenti.
    La commissione, alla prima riunione, stabilisce i criteri e le modalità di valutazione, da
    formalizzare nei relativi verbali, delle prove concorsuali al fine di assegnare i punteggi attribuiti
    alle singole prove. Il superamento di ciascuna delle previste prove scritte e pratiche è subordinato al raggiungimento di
    una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30. Il superamento della
    prova orale è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini
    numerici, di almeno 14/20. La valutazione è effettuata con il rispetto di quanto previsto dall’art. 9,
    comma 3, del D.P.R. 483/97.