• Accedi • Iscriviti gratis
  • commissario polizia locale presso COMUNE DI MONCALIERI

    Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di commissario di polizia locale, categoria D1, a tempo pieno ed indeterminato.

    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    22/11/2018
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Italiana
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Requisiti: 
    1



    CITTÀ DI MONCALIERI
    Servizio Amministrazione del Personale


    Bando n. 2/2018
    Approvato con D.D. 1908 del 25.09.2018


    BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER ESAMI
    PER LA COPERTURA DI UN POSTO A TEMPO PIENO ED INDETERMINATO NEL PROFILO DI
    COMMISSARIO DI POLIZIA LOCALE (CAT. D1)

    In esecuzione della deliberazione G.C. 76/2018 s.m.i. è indetto un concorso pubblico per esami, finalizzato alla
    copertura di un posto a tempo pieno ed indeterminato nel profilo professionale di Commissario di Polizia Locale
    (Cat. D1).

    1 - REQUISITI DI ACCESSO

    Per essere ammessi al concorso gli aspiranti dell’uno e dell’altro sesso devono essere in possesso, alla data di
    scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di partecipazione, dei seguenti requisiti, sui
    quali l’Amministrazione si riserva eventuali accertamenti (il possesso di tali requisiti deve necessariamente essere
    dichiarato nella domanda di ammissione, pena l’esclusione dalla selezione):
    1. Cittadinanza italiana o di altro Stato dell’Unione Europea.
    Ai sensi dell’art. 38 del D.L.gs 165/2001 s.m.i. il requisito della cittadinanza italiana o di Stato UE non è
    richiesto a:
    1.2 candidati non aventi la cittadinanza di uno stato membro dell’UE ma, in quanto
    familiari di cittadini italiani o di uno stato membro dell’UE, titolari di diritto di soggiorno o
    diritto di soggiorno permanente
    - 1.3 candidati cittadini di paesi terzi titolari di permesso di soggiorno UE di lungo periodo o
    titolari delle status di rifugiati o di protezione sussidiaria
    2. Compimento del 18° anno di età
    3. Idoneita’ fisica incondizionata all’impiego specifico – In particolare è richiesto il possesso dei seguenti
    requisiti di idoneità fisica: normalità del senso cromatico e luminoso, acutezza visiva di 9/10 per
    ciascun occhio, anche con correzione di lenti; percezione della voce sussurrata a sei metri da ciascun
    orecchio; integrale capacità motoria degli arti. Costituiscono cause di non idoneità quelle elencate
    dalla tabella 1 allegata al D.M. 30.6.2003, n. 198, fatta eccezione per il punto 2, lett. b). Non è
    compatibile con le attività del profilo professionale di Commissario di Polizia Locale la condizione di
    disabile in conformità a quanto previsto dall’art. 3, comma 4 della L.68/99 s.m.i. (Il possesso dei requisiti
    di idoneità fisica verrà verificato mediante visita medica preassuntiva)
    4. Godimento dei diritti civili e politici (elettorato attivo e non avere subito condanne comportanti la pena
    accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici)
    5. Non essere stati destituiti o dispensati da una Pubblica Amministrazione, decaduti ovvero licenziati
    per persistente insufficiente rendimento o a seguito dell’accertamento che l’impiego venne conseguito
    mediante produzione di documenti falsi o a seguito di procedimento disciplinare.
    6. Posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva ( solo per candidati di sesso maschile nati entro il
    31.12.1985 ai sensi dell’art. 1 legge 23.08.2005 n. 226)
    7. per coloro che sono stati ammessi al servizio civile come obiettori essere collocati in congedo da
    almeno cinque anni e aver rinunciato allo status di obiettore di coscienza, avendo presentato
    dichiarazione presso l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, come previsto dall’art. 636, comma 3, del
    D.L.gs 66/2010.
    8. Titolo di studio: è ammessa la partecipazione al concorso dei candidati in possesso di uno tra i seguenti
    titoli di studio: Laurea conseguita ai sensi della normativa previgente al D.M. 509/99 in giurisprudenza o economia e
    commercio o scienze politiche o equipollenti
    Oppure
    Diploma di Laurea Specialistica o Magistrale equiparate alle predette ai sensi del Decreto Interministeriale
    9/7/2009 pubblicato in GU del 7/10/2009, n. 233
    Oppure
    Diploma di Laurea triennale afferente alle seguenti classi di Laurea (DM 270/2004 e equiparate ai sensi
    del Decreto interministeriale 9/7/2009)
    L-14 (scienze dei servizi giuridici),
    L-16 (scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione),
    L-18 (scienze dell’economia e della gestione aziendale),
    L-33 ( scienze economiche),
    L-36 (scienze politiche e delle relazioni internazionali),
    L-7 ( scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace),
    L-40 (sociologia),
    L-41( statistica)
    Per i titoli di studio conseguiti all’estero è necessario essere in possesso dell’equiparazione prevista dall’art.
    38, comma 3 del D.L.gs 165/2001 s.m.i.. I cittadini in possesso di titoli di studio esteri possono presentare
    domanda in attesa dell’equiparazione del titolo di studio, la quale dovrà comunque essere posseduta al
    momento dell’eventuale assunzione. La richiesta di equiparazione deve essere rivolta al Dipartimento della
    Funzione Pubblica – Ufficio UORCC.PA – Corso Vittorio Emanuele II, 116 00186 Roma e al Ministero
    dell’Istruzione e della Ricerca. La richiesta di equiparazione deve essere presentata entro la data di scadenza
    del presente bando.
    9. possesso di attestato regionale di formazione per dipendenti di polizia locale (legge Regione Piemonte
    n. 58/87 s.m.i.). Tale requisito può essere sostituito da esperienza di almeno 5 anni presso corpi di
    polizia ad ordinamento militare o civile.
    10. possesso dei requisiti per l'ottenimento della qualifica di Agente di Pubblica Sicurezza (art.5 della
    legge 7 marzo 1986 n.65) e in particolare:
    1. non avere subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo;
    2. non essere stato sottoposto a misura di prevenzione;
    3. non essere stato espulso dalle Forze Armate o dai Corpi militarmente organizzati
    11. possesso di patente di categoria "A" (o, se conseguita prima del 19/01/2013, equivalente) e di categoria
    "B"

    La domanda di ammissione deve contenere tutte le dichiarazioni riportate nello schema allegato al presente bando
    (all. A).
    Nella domanda di ammissione deve inoltre essere specificata la situazione del candidato rispetto ai seguenti punti:
     Condanne penali: salvo i casi, stabiliti dalla legge per alcune tipologie di reati che escludono
    l’ammissibilità all’impiego, l’Amministrazione Comunale si riserva di valutare a proprio insindacabile
    giudizio, l’ammissibilità all’impiego di coloro che abbiano riportato condanna penale irrevocabile alla
    luce del titolo del reato, dell’attualità o meno del comportamento negativo in relazione alle mansioni della
    posizione di lavoro da ricoprire.

    I cittadini di Stati membri dell’Unione Europea ed i candidati di cui ai precedenti punti 1.2 e 1.3 devono possedere,
    ai fini dell’accesso ai posti della Pubblica Amministrazione, i seguenti requisiti:
    • godere dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o provenienza
    • essere in possesso, fatta eccezione della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i
    cittadini della Repubblica Italiana
    • avere adeguata conoscenza della lingua italiana
    Dove va spedita la domanda: 
    2
    Laurea conseguita ai sensi della normativa previgente al D.M. 509/99 in giurisprudenza o economia e
    commercio o scienze politiche o equipollenti
    Oppure
    Diploma di Laurea Specialistica o Magistrale equiparate alle predette ai sensi del Decreto Interministeriale
    9/7/2009 pubblicato in GU del 7/10/2009, n. 233
    Oppure
    Diploma di Laurea triennale afferente alle seguenti classi di Laurea (DM 270/2004 e equiparate ai sensi
    del Decreto interministeriale 9/7/2009)
    L-14 (scienze dei servizi giuridici),
    L-16 (scienze dell’amministrazione e dell’organizzazione),
    L-18 (scienze dell’economia e della gestione aziendale),
    L-33 ( scienze economiche),
    L-36 (scienze politiche e delle relazioni internazionali),
    L-7 ( scienze sociali per la cooperazione, lo sviluppo e la pace),
    L-40 (sociologia),
    L-41( statistica)

    Per i titoli di studio conseguiti all’estero è necessario essere in possesso dell’equiparazione prevista dall’art.
    38, comma 3 del D.L.gs 165/2001 s.m.i.. I cittadini in possesso di titoli di studio esteri possono presentare
    domanda in attesa dell’equiparazione del titolo di studio, la quale dovrà comunque essere posseduta al
    momento dell’eventuale assunzione. La richiesta di equiparazione deve essere rivolta al Dipartimento della
    Funzione Pubblica – Ufficio UORCC.PA – Corso Vittorio Emanuele II, 116 00186 Roma e al Ministero
    dell’Istruzione e della Ricerca. La richiesta di equiparazione deve essere presentata entro la data di scadenza
    del presente bando.
    9. possesso di attestato regionale di formazione per dipendenti di polizia locale (legge Regione Piemonte
    n. 58/87 s.m.i.). Tale requisito può essere sostituito da esperienza di almeno 5 anni presso corpi di
    polizia ad ordinamento militare o civile.
    10. possesso dei requisiti per l'ottenimento della qualifica di Agente di Pubblica Sicurezza (art.5 della
    legge 7 marzo 1986 n.65) e in particolare:
    1. non avere subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo;
    2. non essere stato sottoposto a misura di prevenzione;
    3. non essere stato espulso dalle Forze Armate o dai Corpi militarmente organizzati
    11. possesso di patente di categoria "A" (o, se conseguita prima del 19/01/2013, equivalente) e di categoria
    "B"

    La domanda di ammissione deve contenere tutte le dichiarazioni riportate nello schema allegato al presente bando
    (all. A).
    Nella domanda di ammissione deve inoltre essere specificata la situazione del candidato rispetto ai seguenti punti:
     Condanne penali: salvo i casi, stabiliti dalla legge per alcune tipologie di reati che escludono
    l’ammissibilità all’impiego, l’Amministrazione Comunale si riserva di valutare a proprio insindacabile
    giudizio, l’ammissibilità all’impiego di coloro che abbiano riportato condanna penale irrevocabile alla
    luce del titolo del reato, dell’attualità o meno del comportamento negativo in relazione alle mansioni della
    posizione di lavoro da ricoprire.

    I cittadini di Stati membri dell’Unione Europea ed i candidati di cui ai precedenti punti 1.2 e 1.3 devono possedere,
    ai fini dell’accesso ai posti della Pubblica Amministrazione, i seguenti requisiti:
    • godere dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o provenienza
    • essere in possesso, fatta eccezione della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i
    cittadini della Repubblica Italiana
    • avere adeguata conoscenza della lingua italiana

    2 - PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

    Le domande di ammissione al concorso, redatte in carta semplice preferibilmente sull’apposito modulo
    allegato A, devono pervenire attraverso uno dei seguenti canali:
    a) consegna all’Ufficio Protocollo del Comune di Moncalieri (Via Principessa Clotilde, 10) nei seguenti
    orari di apertura al pubblico: lunedì – venerdì 8,30 – 12,15; lunedì e mercoledì 14,30-16,00

    b) spedizione a mezzo raccomandata all’indirizzo; Comune di Moncalieri – Ufficio Personale – Piazza
    Vittorio Emanuele II – 10024 Moncalieri (TO) c) mediante PEC all’indirizzo protocollo@cert.comune.moncalieri.to.it
    Contatta l'ente: 
    Per informazioni gli interessati potranno rivolgersi all’Ufficio Personale del Comune di Moncalieri -
    indirizzo: Piazza Vittorio Emanuele II. tel. 011.6401271/6401367/6401237
    Prove d'esame: 
    Le prove di concorso saranno articolate in due prove scritte, di cui una a contenuto teorico-pratico ed un colloquio.
    Nel caso in cui i candidati ammessi alla procedura selettiva siano in numero superiore a cento si darà luogo alla
    preselezione mediante somministrazione di quesiti a risposta multipla su argomenti attinenti alle materie d’esame.
    Il punteggio conseguito nella preselezione non concorrerà al punteggio della graduatoria finale. Saranno ammessi
    alle prove scritte i primi 50 candidati in ordine di punteggio, oltre agli eventuali ex aequo del 50° candidato
    ammesso.

    I candidati che non si presenteranno nel giorno, nell’ora e nella sede stabilita saranno considerati rinunciatari al
    concorso, qualunque sia la causa dell’assenza, anche se non dipendente dalla volontà dei singoli concorrenti.
    L’elenco dei candidati che abbiano superato la preselezione, con il relativo punteggio attribuito, e l’elenco dei
    candidati ammessi a sostenere le prove scritte verranno resi disponibili sul sito internet del Comune nella data che
    sarà indicata nel corso della preselezione stessa. Non si darà corso a comunicazioni individuali ai candidati.