• Accedi • Iscriviti gratis
  • medico del lavoro presso AZIENDA SOCIO-SANITARIA TERRITORIALE DELLA VALTELLINA E DELL'ALTO LARIO DI SONDRIO

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di un posto di dirigente medico, area di sanita' pubblica, disciplina di medicina del lavoro e sicurezza degli ambienti di lavoro.

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    08/11/2018
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    - Cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione Europea. Secondo quanto stabilito dall’art. 38, comma 1, del D.lgs 165/2001, come modificato dall’art. 7 della Legge 06/08/2013 n. 97, possono accedere all’avviso:
    - familiari di cittadini degli stati membri dell’Unione Europea, non aventi la cittadinanza di uno stato membro, che siano titolari del diritto di soggiorno permanente;
    oppure
    - cittadini di Paesi terzi all’Unione Europea che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiorni di lungo periodo o che siano titolari dello status di “rifugiato” o di “protezione sussidiaria”;
    (sono considerati familiari, secondo la Direttiva Comunitaria n. 2004/28/CE, il coniuge del migrante, i discendenti diretti di età inferiore a 21 anni a carico e quelli del coniuge, gli ascendenti diretti a carico e quelli del coniuge).

    • Laurea in medicina e chirurgia;
    • Specializzazione nella disciplina oggetto del concorso o in disciplina equipollente o in disciplina affine prevista dal D.M. 30.01.1998 e s.m. e i.. Il personale del ruolo sanitario in servizio di ruolo alla data di entrata in vigore del D.P.R. 483/1997 è esentato dal requisito della specializzazione nella disciplina relativa al posto di ruolo già ricoperto alla predetta data per la partecipazione ai concorsi presso le A.S.L. e le A.O. diverse da quella di appartenenza.

    • Iscrizione all'albo dell'ordine dei medici – chirurghi o al corrispondente albo di uno dei paesi dell'Unione Europea. E' comunque fatto salvo l'obbligo dell'iscrizione all'albo professionale in Italia prima dell'assunzione in servizio.
    • Idoneità fisica all'impiego.
    Tutti i requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del bando.
    Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo, nonché coloro che siano stati dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per aver conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile.
    Con la presente procedura concorsuale troverà applicazione apposita clausola contrattuale che stabilisce l’obbligo di permanenza presso l’ASST Valtellina e Alto Lario per un periodo non inferiore ai 5 anni.

    Si precisa che il rapporto di lavoro per gli assunti in forza del presente bando di concorso è da intendersi a tempo pieno ed esclusivo.



    Dove va spedita la domanda: 
    • a mezzo del servizio postale. Le domande si considerano prodotte in tempo utile se spedite a mezzo raccomandata, con avviso di ricevimento, entro il termine indicato. A tal fine fa fede il timbro e la data dell’ufficio postale accettante. In questo caso si considerano comunque pervenute fuori termine, qualunque ne sia la causa, le domande presentate al servizio postale in tempo utile e recapitate a questa ASST oltre dieci giorni dal termine di scadenza;
    • direttamente, a cura e responsabilità dell’interessato, all’Ufficio Protocollo dell’Azienda stessa – Via Stelvio n. 25 – 23100 Sondrio – (dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30’ alle ore 16.30’).
    • tramite utilizzo della posta elettronica certificata personale del candidato, entro il termine di scadenza del bando, al seguente indirizzo di posta elettronica certificata protocollo@pec.asst-val.it .
    Contatta l'ente: 
    Per informazioni rivolgersi Ufficio concorsi - Tel. 0342 521083 -521. - www.asst-val.it
    Prove d'esame: 
    Le prove d’esame sono quelle previste dall’art. 26 del D.P.R. 483/1997 e precisamente:

    PROVA SCRITTA:
    Relazione su caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina messa a concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa;
    PROVA PRATICA:
    Su tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso; la prova pratica deve comunque essere anche illustrata schematicamente per iscritto;
    PROVA ORALE:
    Sulle materie inerenti alla disciplina a concorso nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire.
    Il superamento di ciascuna delle prove scritta e pratica è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30;
    Il superamento della prova orale è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici, di almeno 14/20;