• Accedi • Iscriviti gratis
  • 2 istruttore amministrativo, educatore asilo nido presso COMUNE DI SAN POSSIDONIO

    Procedure di selezione per la copertura di un posto di istruttore amministrativo assegnato ai servizi demografici, un posto di istruttore amministrativo assegnato ai servizi segreteria e cultura ed un posto di educatore di asilo nido, settore 1° affari generali, tutti categoria C1.

    Posti disponibili: 
    2
    Scadenza: 
    02/11/2018
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Italiana
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Requisiti: 
    1


    COMUNE DI SAN POSSIDONIO
    PROVINCIA DI MODENA
    Piazza Andreoli, 1 Tel. 0535.417911
    41039 SAN POSSIDONIO Fax. 0535.417955
    e-mail: segreteria@comune.sanpossidonio.mo.it

    Prot.n. 5835.3.1

    SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI PER L’ASSUNZIONE A TEMPO PIENO E
    INDETERMINATO DI N. 1 ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO CAT. C1
    settore 1° Affari Generali assegnato ai servizi demografici

    In esecuzione della deliberazione della G.C. n. 17 del 26.02.2018 e della determinazione AGE/277 del
    02.10.2018, assolti gli adempimenti previsti dagli artt. 30 e 34 bis del Dlgs. n. 165/2001

    IL RESPONSABILE DEL SETTORE AFFARI GENERALI

    rende noto che è indetta SELEZIONE PUBBLICA PER ESAMI PER L’ASSUNZIONE A TEMPO
    PIENO E INDETERMINATO DI N. 1 ISTRUTTORE AMMINISTRATIVO CAT. C1 settore 1°
    Affari Generali, assegnato ai servizi demografici.

    CARATTERISTICHE DEL PROFILO PROFESSIONALE

    L’istruttore amministrativo cat. C1 dovrà svolgere attività di carattere istruttorio per i servizi demografici
    (anagrafe, stato civile, elettorale, leva e polizia mortuaria) e avrà relazioni dirette con l’utenza. Secondo
    quanto previsto dall’art. 52 del Dlgs. n. 165/2001 sono comunque esigibili in quanto equivalenti tutte le
    mansioni ascrivibili alla categoria di assegnazione. L’orario settimanale è articolato su 6 giorni settimanali, in
    fasce antimeridiane e/o pomeridiane.

    TRATTAMENTO ECONOMICO

    L'assunzione verrà effettuata a tempo pieno e indeterminato (36 ore settimanali).
    Al titolare del rapporto di lavoro a tempo indeterminato è attribuito il seguente trattamento economico annuo
    lordo:
    - stipendio tabellare annuo lordo corrispondente alla cat. C (posizione economica C1) del vigente CCNL;
    - indennità di comparto;
    - 13° mensilità,
    - assegno per il nucleo familiare, se dovuto;
    - altre indennità spettanti per legge o CCNL.

    Il trattamento economico è soggetto alle ritenute previdenziali, assistenziali ed erariali nella misura di legge.

    REQUISITI RICHIESTI PER L'AMMISSIONE

    Per l'ammissione alla graduatoria è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:
    cittadinanza: 
    a) cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani, gli italiani non appartenenti alla Repubblica);
    b) cittadinanza di uno dei paesi dell’Unione Europea;
    c) cittadinanza di Paesi terzi e precisamente:
    c.1) familiari di cittadini di Stati Membri dell’Unione Europea, non aventi la cittadinanza di uno Stato
    Membro, purché titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
    2
    c.2) cittadini di Paesi terzi purché titolari di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o
    titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria.

    I cittadini non italiani, ai fini dell’accesso ai posti della Pubblica Amministrazione, devono essere in possesso
    dei seguenti ulteriori requisiti:

    1) godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o provenienza;
    2) essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti
    previsti per i cittadini della Repubblica;
    3) avere adeguata conoscenza della lingua italiana da accertare nel corso dello svolgimento delle prove
    d’esame.

    b) età non inferiore ad anni 18;

    c) inesistenza di condanne penali che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni, la costituzione del
    rapporto di impiego con la pubblica amministrazione;

    d) idoneità fisica all'impiego. L'Amministrazione ha facoltà di sottoporre a visita medica di controllo i
    vincitori del concorso, in base alla normativa vigente in qualsiasi momento, anche prima della costituzione del
    rapporto di lavoro; i concorrenti portatori di handicap, di cui alla legge n. 104/92, devono specificare nella
    domanda di partecipazione alla selezione l’ausilio necessario per l’espletamento delle prove, in relazione al
    proprio handicap, nonché segnalare l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi, fornendo alla Commissione
    esaminatrice gli elementi necessari affinché la stessa possa determinare i tempi aggiuntivi concessi al
    candidato, in relazione al tipo di prova;

    e) godimento dei diritti civili e politici, anche negli stati di appartenenza o provenienza per i cittadini degli
    Stati membri dell'Unione Europea;

    f) mancata risoluzione di precedenti rapporti di impiego costituiti con pubbliche amministrazioni a causa di
    insufficiente rendimento, condanna penale o per produzione di documenti falsi o affetti da invalidità
    insanabile;

    g) essere in regola con le norme concernenti gli obblighi militari per i concorrenti di sesso maschile;

    h) titolo di studio: Diploma di istruzione secondaria di secondo grado di durata quinquennale.

    i) possesso della patente di guida di tipo “B”.

    Nel caso di titoli equipollenti a quelli indicati nel bando di selezione sarà cura del candidato dimostrare la
    suddetta equipollenza mediante indicazione del provvedimento normativo che la sancisce. Per i titoli
    conseguiti all’estero il candidato deve allegare la dichiarazione di riconoscimento dell’equiparazione del titolo
    di studio posseduto ai titoli italiani richiesti dal bando secondo le disposizioni di legge vigenti.

    Ai sensi dell’art. 1 della legge 28.3.91 n. 120, la condizione di privo della vista è causa di inidoneità, in quanto
    preclusiva all’adempimento delle specifiche funzioni previste per il profilo professionale del posto da coprire.

    I suddetti requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel bando di
    presentazione della domanda di ammissione.
    Dove va spedita la domanda: 
    Gli interessati dovranno far pervenire la domanda di ammissione alla selezione al Comune di San Possidonio -
    Ufficio Protocollo - Piazza Andreoli n. 1 - 41039 SAN POSSIDONIO (MO) ENTRO E NON OLTRE IL
    GIORNO 02.11.2018.

    La domanda di ammissione alla selezione, redatta in carta semplice, deve essere effettuata nei seguenti modi:

    - Presentazione diretta all'Ufficio Protocollo del Comune di San Possidonio negli orari di apertura degli uffici
    e pertanto dal lunedì al sabato dalle ore 09,00 alle ore 13,00. In tal caso, la sottoscrizione della domanda dovrà
    avvenire in presenza del dipendente ricevente, a cui dovrà essere esibito un documento di riconoscimento;

    - Invio a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento (unitamente a copia fotostatica di un documento di
    identità in corso di validità) al Comune di San Possidonio - Ufficio Protocollo - Piazza Andreoli n. 1 - 41039
    SAN POSSIDONIO (MO); si sconsiglia tale mezzo di trasmissione in quanto l’istanza non pervenuta entro la
    data sopraindicata, anche se spedita anticipatamente, non sarà presa in considerazione. Non fa fede la data del
    timbro dell’Ufficio Postale accettante.

    - Invio a mezzo fax al numero 0535/417955 (unitamente a copia fotostatica di un documento di identità in
    corso di validità);

    -Invio tramite posta elettronica certificata all’indirizzo di p.e.c. del comune di San Possidonio:
    comunesanpossidonio@cert.comune.sanpossidonio.mo.it.
    Contatta l'ente: 
    Per ulteriori informazioni gli interessati potranno rivolgersi
    all'ufficio personale del comune (tel. 0535-417911).
    Prove d'esame: 
    6
    scadenza del bando, il termine sarà automaticamente prorogato sino al primo giorno successivo alla riapertura
    degli uffici.

    L'Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di procedere a controlli, anche a campione, sulla veridicità
    delle dichiarazioni effettuate.

    Nel caso venisse accertata la non veridicità di quanto dichiarato si provvederà all'immediata esclusione del
    candidato dalla procedura concorsuale, con la conseguente perdita di ogni diritto all'assunzione, fatta salva
    ogni altra sanzione anche di natura penale, se prevista dalle vigenti disposizioni. Nel caso in cui l'assunzione
    sia già avvenuta l'Ente si riserva la facoltà di adottare tutti i provvedimenti previsti dalla normativa civilistica
    e/o contrattuale.

    ESCLUSIONE

    La mancata presentazione nei termini della domanda comporta l'esclusione dalla procedura concorsuale, come
    pure saranno esclusi coloro che non abbiano regolarizzato la domanda entro i termini previsti. Si ricorda che
    la mancata apposizione della firma non è sanabile e comporta l’automatica esclusione dalla graduatoria, tranne
    nel caso in cui la domanda sia stata trasmessa tramite PEC intestata al candidato.

    PROVE D'ESAME

    PROVA PRESELETTIVA

    In caso di elevato numero dei candidati, a giudizio insindacabile della Commissione Giudicatrice, potrà essere
    espletata prova preselettiva consistente in quiz a risposta multipla sulle materie della prova scritta.
    La preselezione, che verrà effettuata con le più ampie garanzie di imparzialità, oggettività, trasparenza e pari
    opportunità, è finalizzata a ridurre i candidati ad un numero ottimale per lo svolgimento della procedura, e si
    concluderà con la formulazione di una graduatoria in ordine decrescente.

    Saranno ammessi alla prova scritta i candidati che si classificheranno nelle prime 30 posizioni , compresi gli
    eventuali ex aequo del trentesimo, oltre ai candidati esentati ai sensi dell’art. 20 comma 2-bis della legge n.
    104/1992 per invalidità uguale o superiore al 80%.

    PROVA SCRITTA

    La prova scritta consiste in una prova di carattere teorico o teorico-pratico e richiederà risposta a quesiti
    inerenti le seguenti materie:

    1) Legislazione nazionale e regionale in materia di polizia mortuaria.
    2) Nozioni di diritto civile limitatamente ai seguenti temi: capacità giuridica, capacità di agire, dimora,
    domicilio, residenza, matrimonio, unione civile, parentela e affinità;
    3) Norme in materia di regolamento dello stato civile: formazione e trascrizione degli atti di stato civile, e
    sistema delle annotazioni. Norme in materia di cittadinanza: procedimenti di acquisto, riacquisto e
    perdita della cittadinanza.
    4) L’anagrafe della popolazione residente in Italia (APR) e residente all’estero (AIRE); Istat: anagrafe
    della popolazione, metodi e norme serie B – n. 29 edizione 1992; Istat: Guida alla vigilanza
    anagrafica, metodi e norme n. 48 edizione 2010 (cap. 3); l’Indice Nazionale delle Anagrafi (INA) e
    l’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR).
    5) Le statistiche demografiche.
    6) La carta di identità: disciplina e modalità di rilascio e la C.I.E. (carta di identità elettronica).
    7) Disciplina in materia di autocertificazione, e documentazione amministrativa (DPR n. 445/2000).
    8) Normativa in materia elettorale, con particolare riferimento all’elettorato attivo e passivo e alla
    revisione delle liste elettorali. Procedimento elettorale in occasioni di consultazioni e referendum.
    9) Normativa sul servizio leva militare: principi generali, le liste di leva e i ruoli matricolari.
    7
    10) Normativa in materia di ordinamento degli Enti Locali (Testo Unico delle leggi degli enti locali Dlgs.
    n. 267/2000).
    11) Il procedimento amministrativo (Legge n. 241/1990 e s.m.i).
    12) L’accesso agli atti: accesso documentale, accesso civico semplice ed accesso civico generalizzato, con
    riferimento alla Legge n.241/1990 ed al D.lgs. n. 33/2013 e s.m.i.
    13) Principi generali in materia di privacy: dati sensibili, il trattamento dei dati da parte di un Ente
    Pubblico, i diritti dell’interessato, l’informativa, i ruoli di titolare, responsabile e incaricato.
    14) L’Amministrazione digitale (Dlgs. n. 82/2005 e D.P.R. n. 445/2000).: il documento informatico, la
    firma digitale, la posta elettronica certificata (PEC), le copie informatiche di documenti digitali e
    analogici, il timbro digitale, la marcatura temporale e l’albo pretorio (nozioni).
    15) Normativa vigente in materia di imposta di bollo e diritti di segreteria nella certificazione rilasciata dai
    servizi demografici (d.P.R n. 642/1972 e L. n. 604/1962).

    PROVA ORALE

    La prova orale verte sulle materie della prova scritta. La prova orale dovrà accertare anche le capacità
    relazionali e l’orientamento del candidato alla comunicazione, attraverso l’esame di casi teorico-pratici.

    Nell’ambito della prova orale, si provvederà, inoltre, a verificare:
    - la conoscenza ed utilizzo delle apparecchiature ed applicazioni informatiche più diffuse;
    - la conoscenza di una lingua straniera, che il candidato potrà scegliere fra inglese, francese o tedesco.
    -l’accertamento del reale grado di attitudine, abilità, propensione ed idoneità al concreto assolvimento
    funzionale del ruolo da ricoprire.