• Accedi • Iscriviti gratis
  • medico anestesista presso FONDAZIONE IRCCS POLICLINICO «SAN MATTEO» DI PAVIA

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di un posto di dirigente medico, disciplina di anestesia e rianimazione.

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    25/10/2018
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    Gli aspiranti devono essere in possesso dei seguenti requisiti generali e specifici di ammissione:
    a. Cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle Leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei paesi
    dell’Unione Europea; sono ammessi altresì i familiari di cittadini comunitari, non aventi la cittadinanza di uno
    Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente. Sono altresì
    ammessi i cittadini di Paesi terzi che siano titolari di permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo
    periodo (art. 9 del D.Lgs. 25.7.1998 n. 286) o di permesso di soggiorno per lavoro infermieristico (art. 27,
    comma 1, lett. r-bis) o che 2 siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria,
    e passaporto in corso di validità o altro documento equipollente;
    b. Idoneità fisica all'impiego; stante la necessità di garantire un’adeguata attività di assistenza diretta nei
    confronti dell’utenza, è richiesta idoneità incondizionata rispetto alle mansioni da svolgere in reparti
    organizzati con il lavoro a turni 24 ore su 24. L'accertamento dell'idoneità fisica all'impiego – con l'osservanza
    delle norme in tema di categorie protette - è effettuato, a cura della Fondazione I.R.C.C.S., prima
    dell'immissione in servizio. c. diploma di laurea in medicina e chirurgia;
    d. diploma di specializzazione nella disciplina oggetto del concorso, ovvero in disciplina equipollente o affine,
    secondo le tabelle dei DD. MM. 30 e 31 gennaio 1998 (G.U. 14.2.1998) e successive modifiche ed integrazioni.
    Il candidato deve attestare se la stessa è conseguita ai sensi del D. Lgs. 257/91 o ai sensi del D.Lgs n. 368/99
    ai fini dell’attribuzione dei rispettivi maggiori punteggi previsti dall’art. 27 del D.P.R. 483/97 e dall’art. 45 del
    D.Lgs n. 368/99;
    e. iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi. L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno
    dei Paesi dell’Unione europea consente la partecipazione ai concorsi, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione
    all’albo in Italia prima dell’assunzione in servizio
    I titoli di studio conseguiti all’estero saranno considerati utili purché riconosciuti equipollenti ad uno dei titoli di
    studio italiani dagli Organi competenti ai sensi della normativa vigente in materia. Le equipollenze devono
    sussistere alla data di scadenza del bando. Il candidato dovrà dichiarare gli estremi del provvedimento di
    equipollenza del titolo di studio posseduto a quello italiano richiesto dal presente bando;
    I cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea o di Paese non comunitario devono possedere i seguenti
    requisiti:
    • godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;
    • essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti
    previsti per i cittadini della Repubblica;
    • avere adeguata conoscenza della lingua italiana.
    Non possono essere assunti i candidati che siano esclusi dall'elettorato attivo e coloro che siano stati destituiti
    o dispensati dall'impiego presso pubbliche amministrazioni, ovvero licenziati a decorrere dalla data del 2.9.1995.
    La Fondazione, con provvedimento motivato, non ammette al concorso ovvero non procede all’assunzione dei
    vincitori, ancorché risultati idonei, che siano stati condannati, con sentenza passata in giudicato, per uno dei
    reati previsti dall’art. 85 del D.P.R. 3/57 e successive modifiche e integrazioni e dall’art. 15 della L. 55/90 e
    successive modifiche ed integrazioni. La Fondazione procederà alla valutazione delle condanne penali riportate
    ai fini di accertare la gravità dei fatti penalmente rilevanti, dai quali può desumere l’eventuale inesistenza dei
    requisiti di idoneità morale e attitudine ad espletare l’attività di pubblico dipendente nell’ambito del profilo
    bandito
    I requisiti di cui sopra devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando
    per la presentazione delle domande di partecipazione.
    Dove va spedita la domanda: 
    Le domande di partecipazione al concorso pubblico dovranno essere ESCLUSIVAMENTE PRODOTTE TRAMITE
    PROCEDURA TELEMATICA
    Contatta l'ente: 
    Per ulteriori informazioni rivolgersi all'U.O.C. Risorse umane e
    politiche del personale della Fondazione in Pavia, V.le Golgi n. 19 -
    tel. 0382/503388, 503021, 503024, 2122.

    Prove d'esame: 
    Le prove di esame saranno le seguenti:

    PROVA SCRITTA: relazione su caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina messa a concorso
    o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti la disciplina stessa ovvero stesura di un
    progetto di ricerca inerente alla disciplina o figura professionale messa a concorso.

    PROVA PRATICA:
    1) su tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso e sulla interpretazione e
    valutazione dei relativi referti;
    2) per le discipline dell’area chirurgica la prova, in relazione anche al numero di candidati, si svolge su cadavere o materiale anatomico in sala autoptica, ovvero con altre modalità a giudizio
    insindacabile della commissione;
    3) la prova pratica deve comunque essere anche illustrata schematicamente per iscritto;

    PROVA ORALE: sulle materie inerenti alla disciplina a concorso nonché sui compiti connessi alla funzione da
    conferire.

    Sarà inoltre accertata la conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più
    diffuse, nonchè della lingua inglese come disposto dall’art. 37 del D.Lgs. 165 del 30.3.2001.

    Per i soli cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea o di Paese non comunitario la Commissione
    esaminatrice accerterà che il candidato abbia un’adeguata conoscenza della lingua italiana.
    In particolare, per quanto attiene allo svolgimento della prova scritta, non è consentita ai candidati
    l’introduzione nella sede d’esame di carta da scrivere, appunti, manoscritti, libri, dizionari, testi di legge,
    pubblicazioni, giornali e altro tipo di materiale illustrativo, di telefoni cellulari o di altri strumenti informatici,
    né la comunicazione tra di loro né con l’esterno. In caso di violazione di tali disposizioni la Commissione
    Esaminatrice delibera l’immediata esclusione dal concorso.

    L’Amministrazione, in caso di un numero elevato di domande di partecipazione, si riserva la possibilità di
    effettuare una prova preselettiva.
    L’Amministrazione, in caso di un numero elevato di domande di partecipazione, si riserva la possibilità di
    effettuare una prova preselettiva.
    Lo svolgimento delle prove è previsto presso la Fondazione. L'Amministrazione si riserva comunque la facoltà
    di stabilire una sede diversa per ragioni di carattere organizzativo, anche in relazione al numero dei candidati
    ammessi a sostenere le prove concorsuali.

    Convocazione alle prove d’esame: il giorno, l'ora e la sede di convocazione per lo svolgimento delle prove
    saranno comunicati ai candidati mediante pubblicazione sul sito internet aziendale della Fondazione
    all’indirizzo www.sanmatteo.org sezione “Concorsi” nel rispetto dei termini di preavviso previsto dalla norma
    (D.P.R. 483/97) e nel rispetto del calendario delle festività ebraiche e valdesi. La suddetta pubblicazione vale
    ad ogni effetto quale notifica di convocazione ai candidati.
    I concorrenti dovranno presentarsi alle prove di esame muniti di idoneo documento di riconoscimento. La
    mancata presentazione alle prove, nei giorni ed ore stabiliti, qualunque sia la causa, comporterà l’automatica
    esclusione dal concorso.