30 allievi carabinieri presso COMANDO GENERALE DELL'ARMA DEI CARABINIERI

Occupazione: 
Luogo: 
Posti disponibili: 
30
Scadenza: 
18/10/2018
Tipo: 
Cittadinanza: 
Contratto: 
Titolo di studio: 

Concorso pubblico, per titoli, per il reclutamento di trenta allievi carabinieri, in qualita' di atleti, per il Centro sportivo dell'Arma dei Carabinieri.

Requisiti: 
1. Al concorso possono partecipare i cittadini italiani che, alla data di scadenza dei termini per la presentazione delle domande, indicato nell'art. 3, comma 1: a) abbiano compiuto il diciassettesimo anno di eta' e non abbiano superato il giorno di compimento del ventiseiesimo anno. Per coloro che abbiano prestato servizio militare obbligatorio o volontario il limite massimo d'eta' e' elevato a ventotto anni, mentre per i partecipanti per la disciplina di Equitazione, specialita' «completo» il limite d'eta' e' elevato a trentacinque anni (art. 28, legge 4 novembre 2010, n. 183 e art. 1524, comma 2 del decreto legislativo n. 66/2010). Non si applicano gli aumenti dei limiti di eta' previsti per l'ammissione ai concorsi per i pubblici impieghi; b) abbiano, se minori, il consenso di chi esercita la responsabilita' genitoriale; c) godano dei diritti civili e politici; d) siano in possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado; e) non siano stati destituiti, dispensati o dichiarati decaduti dall'impiego in una pubblica amministrazione, licenziati dal lavoro alle dipendenze di pubbliche amministrazioni a seguito di procedimento disciplinare, ovvero prosciolti, d'autorita' o d'ufficio, da precedente arruolamento nelle Forze armate o di polizia, a esclusione dei proscioglimenti per inidoneita' psicofisica; f) abbiano tenuto condotta incensurabile e non siano stati condannati per delitti non colposi, anche con sentenza di applicazione di pena su richiesta, a pena condizionalmente sospesa o con decreto penale di condanna, ovvero non siano in atto imputati in procedimenti penali per delitti non colposi; g) non siano stati sottoposti a misure di prevenzione; h) non siano stati dichiarati obiettori di coscienza ovvero ammessi a prestare servizio sostitutivo civile ai sensi della legge 8 luglio 1998, n. 230, a meno che abbiano presentato apposita dichiarazione irrevocabile di rinuncia allo status di obiettore di coscienza presso l'Ufficio Nazionale per il servizio civile non prima che siano decorsi almeno cinque anni dalla data in cui sono stati collocati in congedo, come disposto dall'art. 636 del decreto legislativo 15 marzo 2010, n. 66. In tal caso, la dichiarazione dovra' essere consegnata all'atto della presentazione alla prima prova concorsuale; i) abbiano conseguito, nel periodo compreso tra il 1º gennaio 2017 e la data di scadenza della presentazione delle domande, indicato nell'art. 3, comma 1, nella disciplina/specialita' per la quale intendono concorrere, risultati agonistici di livello almeno nazionale certificati dal Comitato Olimpico Nazionale Italiano o dalle federazioni sportive nazionali, la cui valutazione e' devoluta alla commissione esaminatrice di cui all'art. 5, comma 1, lettera a), sulla base dei parametri fissati nell'art. 8. Per i titoli di manifestazioni con cadenza pluriennale (Olimpiadi, Mondiali, Europei, Giochi del Mediterraneo, Universiadi), oltre a quelli acquisiti nel suddetto periodo temporale, sono valutabili anche quelli acquisiti antecedentemente al 1° gennaio 2017 se relativi all'ultima edizione della manifestazione pluriennale effettuata prima della scadenza del termine della presentazione della domanda. 2. Il conferimento della nomina ai vincitori del concorso e l'ammissione dei medesimi al prescritto corso formativo sono subordinati: a) al riconoscimento del possesso dell'idoneita' psicofisica e attitudinale da accertarsi con le modalita' di cui ai successivi articoli 6 e 7; b) al non aver tenuto comportamenti nei confronti delle istituzioni democratiche che non diano sicuro affidamento di scrupolosa fedelta' alla Costituzione repubblicana e alle ragioni di sicurezza dello Stato; c) al non trovarsi in situazioni comunque non compatibili con l'acquisizione o la conservazione dello stato di carabiniere. 3. I requisiti di partecipazione al concorso devono essere posseduti alla data di scadenza del termine di presentazione delle domande e mantenuti, fatta eccezione per l'eta', fino all'effettivo incorporamento quale atleta del Centro sportivo dell'Arma dei Carabinieri. 4. Il Direttore del Centro nazionale di selezione e reclutamento del Comando generale dell'Arma dei Carabinieri puo' disporre, in ogni momento ed anche a seguito di verifiche successive, con provvedimento motivato, l'esclusione del candidato dal concorso o dalla frequenza del corso, per difetto dei requisiti prescritti.
Dove va spedita la domanda: 
a mezzo (PEC) posta elettronica certificata personale all'indirizzo cnsrconccar@pec.carabinieri.it
Contatta l'ente: 
Eventuali richieste di accesso ai documenti amministrativi da parte degli interessati alla procedura concorsuale, ai sensi della legge 7 agosto 1990, n. 241, dovranno essere trasmesse a mezzo e-mail all'indirizzo cnsrcontenzioso@pec.carabinieri.it
Prove d'esame: 
1. Al termine degli accertamenti psico-fisici di cui all'art. 6, i concorrenti giudicati idonei saranno sottoposti, a cura della commissione di cui all'art. 5, comma 1, lettera c), agli accertamenti attitudinali, svolti con le modalita' definite in apposite norme tecniche, approvate con provvedimento dirigenziale del Comandante generale dell'Arma dei Carabinieri, in applicazione dell'art. 3, comma 1, lettera g) del decreto ministeriale 28 luglio 2005, citato nelle premesse. Dette norme tecniche saranno rese disponibili, prima della data di svolgimento della prova concorsuale, mediante pubblicazione sul sito www.carabinieri.it - con valore di notifica a tutti gli effetti e per tutti i concorrenti. 2. Gli accertamenti attitudinali sono articolati, fondamentalmente, in quattro distinti momenti: a) somministrazione, a cura di un Ufficiale psicologo, di uno o piu' test, di prestazione tipica e/o di performance, e/o questionari tesi alla raccolta semistrutturata di informazioni sul candidato in funzione di quanto previsto dal profilo attitudinale di riferimento. Dette prove costituiscono il «protocollo testologico»; b) valutazione del «protocollo testologico» a cura di un Ufficiale psicologo che, al riguardo, redige un'apposita «relazione psicologica» sul candidato; c) intervista attitudinale con un Ufficiale perito selettore attitudinale che, al termine, dell'esplorazione delle aree del «profilo attitudinale» di riferimento, riepiloga le proprie considerazioni in una «scheda di valutazione attitudinale». Questi tre momenti iniziali costituiscono la cosiddetta «fase istruttoria» degli accertamenti attitudinali volta alla preliminare ricognizione e descrizione degli elementi rilevanti ai fini della formazione della decisione finale della commissione per gli accertamenti attitudinali; d) colloquio collegiale, ovvero «fase costitutiva» degli accertamenti attitudinali attraverso la quale la commissione, nominata ai sensi dell'art. 5, comma 1, lettera c) e comma 4 del bando e composta da membri diversi da quelli intervenuti nella fase precedente, valutate le risultanze emerse nella fase istruttoria e in base agli esiti di un ulteriore colloquio condotto dalla stessa, assumera' le deliberazioni conclusive in merito al possesso dei requisiti attitudinali cosi' come previsti dal «Profilo attitudinale» di riferimento quale Carabiniere effettivo in servizio nell'Arma e alle responsabilita' discendenti dallo status da assumere e dallo specifico settore di impiego. 3. Il concorrente che, regolarmente convocato, non si presentera' nel giorno e all'ora stabiliti per gli accertamenti attitudinali, sara' considerato rinunciatario e, quindi, escluso dal concorso, quali che siano le ragioni dell'assenza, comprese quelle dovute a causa di forza maggiore. Non saranno previste riconvocazioni, a eccezione dei concorrenti interessati al concomitante svolgimento di prove nell'ambito di altri concorsi indetti dall'Amministrazione della Difesa ai quali gli stessi hanno chiesto di partecipare. A tal fine gli interessati dovranno far pervenire al predetto Centro nazionale di selezione e reclutamento, a mezzo e-mail (all'indirizzo cnsrconccar@pec.carabinieri.it), un'istanza di nuova convocazione, entro le ore 13,00 del giorno lavorativo antecedente a quello di prevista presentazione, inviando documentazione probatoria. La riconvocazione, che potra' essere disposta compatibilmente con il periodo di svolgimento degli accertamenti stessi, avverra' esclusivamente a mezzo e-mail (inviata all'indirizzo di posta elettronica indicato nella domanda di partecipazione al concorso). 4. Il giudizio d'idoneita' o d'inidoneita', riportato al termine degli accertamenti attitudinali, e' definitivo e sara' comunicato per iscritto agli interessati. Pertanto, i concorrenti giudicati inidonei non saranno ammessi alle successive fasi del concorso e saranno esclusi dal concorso. 5. Tutti i concorrenti, compresi i militari, nel periodo di effettuazione degli accertamenti psico-fisici e di quelli attitudinali dovranno attenersi alle norme disciplinari e di vita interna di caserma; gli stessi, qualora le attivita' concorsuali si protraggano anche nel pomeriggio, fruiranno del pranzo a carico dell'Amministrazione Militare. I concorrenti che sono gia' alle armi dovranno indossare l'uniforme limitatamente al giorno di svolgimento degli accertamenti attitudinali.

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente