• Accedi • Iscriviti gratis
  • 3 posti poliziotto municipale presso Comune di Gragnano

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di tre posti di istruttore di vigilanza, categoria C, a tempo pieno ed indeterminato. (GU n.67 del 24-08-2018)

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    3
    Scadenza: 
    23/09/2018
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Europea
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    1. Per l’ammissione al concorso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti a pena di esclusione:
    a) cittadinanza italiana. Tale requisito non è richiesto per i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea e per i loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente. Per i cittadini di Paesi terzi, è necessario che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria (art. 38, D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni).
    b) età non inferiore a 18 e non superiore ai 41 anni, fatta salva l'elevazione di legge. In ogni caso, per i candidati appartenenti a categorie, per le quali le leggi speciali prevedono deroghe, il limite massimo non può superare i 46 anni di età;
    c) possesso dei seguenti titoli di studio e professionali: diploma di scuola media secondaria, conseguito dopo un percorso di studio completo (5 anni) che abiliti alla iscrizione alle università degli studi. Per i titoli conseguiti all’estero è richiesto lo specifico provvedimento di riconoscimento da parte delle competenti autorità italiane; Per i candidati che hanno conseguito il titolo in altro paese dell’Unione Europea, la verifica dell’equipollenza del titolo di studio posseduto avrà luogo ai sensi dell’art. 38, comma 3, del D.Lgs. 30/3/2001 n. 165.”;
    d) idoneità fisica, psichica ed attitudinale al servizio di Polizia Municipale, e quindi all’espletamento delle mansioni proprie del profilo professionale da rivestire. In particolare, gli aspiranti devono possedere i seguenti requisiti:
    > “visus” naturale di 18/10 complessivi, con non meno di 8/10 nell’occhio che vede meno;
    > correzione: il visus di cui sopra è raggiungibile con qualsiasi correzione purché tollerata e con una differenza tra le due lenti non superiore a tre diottrie; lenti a contatto: sono ammesse purché il visus di 8/10 complessivi sia raggiungibile anche con normali occhiali;
    > astigmatismo regolare, semplice e composto, miopico ed ipermetrope: 2 diottrie quale somma dell’astigmatismo miopico ipermetrope per ciascun occhio;
    > normalità del senso cromatico e luminoso;
    > normalità della funzione uditiva sulla base di un esame audiometrico tonale liminare;
    > essere titolare di patente cat. B o superiore per la guida di autoveicoli;
    > trovarsi nelle condizioni soggettive previste dalla legge sull’Ordinamento della Polizia Municipale 07.03.1986, n. 65 e dalla legge regionale 13.06.2003, n. 12 e ss.mm. e ii.;
    e) possesso dei requisiti occorrenti per il conseguimento della qualifica di Agente di Pubblica Sicurezza di cui all’art. 5, comma 2, della legge n. 65/1986 e, in particolare:
     godimento dei diritti civili e politici (anche negli Stati di provenienza o appartenenza in caso di cittadini italiani degli Stati membri dell’Unione Europea);
     non aver subito condanne penali o altre misure che escludano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia la costituzione del rapporto di impiego con la Pubblica Amministrazione;
     non essere stati destituiti dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento né essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127, primo comma, lettera d), del testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato approvato con D.P.R. 10 gennaio 1957, n. 3 o destinatari di provvedimenti di risoluzione senza preavviso del rapporto di lavoro per cause disciplinari e non essere stati espulsi dalle forze armate o dai corpi militarmente organizzati;
     assenza di impedimenti al porto o all’uso delle armi ovvero non essere contrari al porto e all’uso delle armi in dotazione al Servizio di Polizia Municipale;
     non avere esercitato il diritto di obiezione di coscienza, prestando un servizio civile in sostituzione di quello militare. (Non possono accedere all'area della polizia locale coloro che hanno prestato servizio civile ai sensi dell'art. 15, comma 7, legge 8/7/98 n. 230, fatta eccezione per coloro che hanno rinunciato, ai sensi del comma 7- ter della legge 130 del 2.8.2007,che integra l’art. 15 della Legge 230/98, allo status di obiettore di coscienza);
    f) essere in posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva, limitatamente ai candidati di sesso maschile nati entro il 31.12.1985;
    g) la conoscenza della lingua inglese;
    h) Per i cittadini stranieri: buona conoscenza parlata e scritta della lingua italiana.
    i) la conoscenza dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
    Dove va spedita la domanda: 
    Servizio Risorse Umane del Comune di Gragnano, Via Vittorio Veneto n°15, CAP 80054, Gragnano (NA)
    PEC affarigenerali@pec.comune.gragnano.na.it
    Contatta l'ente: 
    Comune di Gragnano, via
    Vittorio Veneto n. 15 - 80054 Gragnano (Napoli) tel. 081-8732356
    www.comune.gragnano.na.it
    Prove d'esame: 
    Preselezione.
    1. Le prove d’esame consistono in:
    a) Prova scritta: elaborato a contenuto teorico/pratico, a discrezione della Commissione esaminatrice, vertente sulle seguenti materie:
     Legislazione amministrativa concernente l'attività degli enti locali, con particolare riferimento Testo Unico Enti Locali approvato con il decreto legislativo N. 267/2000;
     Compiti della polizia municipale con particolare riferimento alle attività e funzioni attribuite dall’art. 5 della legge n. 65 del 7/03/1986;
     Codice della strada e Regolamento di attuazione; Norme disciplinanti la circolazione stradale e relativi verbali di contravvenzione;
     Nozioni di legislazione e normativa inerente i servizi di polizia giudiziaria, urbanistica, commerciale, dei pubblici esercizi, igiene, ambiente e polizia amministrativa;
     Nozioni di diritto penale e civile, procedura penale e civile con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione.
    La prova scritta potrà consistere nella predisposizione di uno o più elaborati e/o nella risoluzione di quesiti a risposta sintetica e/o multipla e/o nella redazione di un atto amministrativo. La prova potrà anche consistere nella risoluzione di casi concreti relativi alle materie oggetto d’esame, mirata a verificare l’attitudine all’analisi e alla soluzione di problemi inerenti alle specifiche funzioni proprie della posizione da ricoprire.
    b) Prova orale: verterà sulle materie trattate dal candidato nella prova scritta e sulle specifiche competenze del profilo professionale messo a concorso; nonché sulla normativa relativa al procedimento amministrativo e al diritto di accesso ai documenti amministrativi; Stato giuridico dei dipendenti pubblici e responsabilità;
    c) Nell’ambito della prova orale la commissione accerta, con il supporto di componenti aggiunti o con testi e quesiti predeterminati nella soluzione, l’accertamento della conoscenza della lingua straniera e la conoscenza delle applicazioni informatiche più diffuse. A tali prove non sarà attribuito un punteggio autonomo, ma un giudizio di idoneità o non idoneità. La valutazione di non idoneità determinerà la non inclusione nella graduatoria di merito.