• Accedi • Iscriviti gratis
  • direttore laboratorio analisi presso AZIENDA SOCIO-SANITARIA TERRITORIALE SANTI PAOLO E CARLO DI MILANO

    Conferimento, per titoli e colloquio, di incarico quinquennale per un posto di direzione struttura complessa laboratorio analisi chimico cliniche - Presidio San Paolo, disciplina di biochimica clinica, area medicina diagnostica e dei servizi.

    Requisiti: 
    1. diploma di laurea in Medicina e Chirurgia ovvero Laurea in Biologia (Classe 6/S o
    LM-6) oppure Laurea in Scienze Biologiche (vecchio ordinamento) o equipollenti ai
    sensi di Legge ovvero Laurea in Scienze Chimiche (Classe 62/S o LM-54) oppure
    Laurea in Chimica (vecchio ordinamento) o equipollenti ai sensi di Legge;
    2. iscrizione all'Albo dell'Ordine dei Medici-Chirurghi ovvero dei Biologi ovvero
    Chimici. E' consentita la partecipazione a coloro che risultino iscritti al corrispondente
    albo professionale di uno dei Paesi dell'Unione Europea, fermo restando l'obbligo
    dell'iscrizione all'albo in Italia prima dell'assunzione in servizio;
    3. anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque nella disciplina cui si riferisce
    l’incarico in questione o disciplina equipollente, e specializzazione nella medesima
    disciplina o in una disciplina equipollente ovvero anzianità di servizio di dieci anni
    nella disciplina. L’anzianità di servizio utile deve essere maturata secondo le disposizioni
    contenute nell’art. 10 del D.P.R. n. 484/1997;
    4. curriculum professionale redatto ai sensi dell'art. 8 del D.P.R. 10/12/1997 n. 484, in
    formato europeo, in cui sia documentata una specifica attività professionale ed adeguata
    esperienza, ai sensi dell’art. 6 del suddetto D.P.R.;
    5. attestato di formazione manageriale di cui all’art. 5, comma 1, lett.d., del D.P.R.
    484/1997. Si prescinde dal possesso del requisiti dell’attestato di formazione manageriale,
    fermo restando l’obbligo, nel caso d’assunzione dell’incarico, di conseguirlo nel primo
    corso utile, nonché secondo quanto previsto dall’art. 15 comma 8 del D. Lgs. 502/92,
    come modificato e intergrato dal D. Lgs. 229/99
    6. di non versare in una delle condizioni di inconferibilità o di incompatibilità di cui al
    D.Lgs n. 8 aprile 2013 n.39.
    Dove va spedita la domanda: 
    La domanda di ammissione alla presente procedura, redatta in carta semplice, di cui
    all’allegato 1) del presente bando e sottoscritta, pena di esclusione, deve essere indirizzata
    al Direttore Generale dell'Asst Santi Paolo e Carlo - via Pio Secondo n. 3, 20153 Milano,
     consegna diretta a cura e responsabilità dell’interessato, presso l’ufficio protocollo, sito
    nella palazzina n. 1 dell’Asst Santi Paolo e Carlo – Presidio San Carlo: Via Pio II, 3 –
    20153 Milano, (orario di apertura al pubblico: dal lunedì al venerdì dalle ore 8.30 alle ore
    12.30 e dalle 13.30 alle ore 16.00); oppure presso Ufficio protocollo - Presidio San Paolo:
    Via A. di Rudini 8 – 20142 Milano (orario di apertura al pubblico: dal lunedì al giovedì dalle
    ore 08.30 alle ore 12.30 e dalle ore 13.45 alle 16.30, il venerdì dalle ore 08.30 alle ore
    12.30 e dalle ore 13.45 alle ore 15.00, entro le ore 12,00 del giorno di scadenza suindicato

     inoltro a mezzo del servizio postale al seguente recapito: Asst Santi Paolo e Carlo –
    Presidio San Carlo – via Pio II n° 3 – 20153 MILANO (la data di spedizione delle domande
    è stabilita e comprovata dal timbro data e ora dell’ufficio postale accettante);

     inoltro tramite PEC – al seguente indirizzo: protocollo@pec.asst-santipaolocarlo.it, anche
    in tal caso la domanda dovrà pervenire entro le ore 12,00 del giorno suindicato, pena la
    non ammissibilità.
    Per le domande inoltrate all’indirizzo PEC protocollo@pec.asst-santipaolocarlo.i
    Contatta l'ente: 
    Le domande di partecipazione, redatte su carta libera e corredate
    della relativa documentazione, dovranno pervenire all'ufficio
    protocollo dell'ASST Santi Paolo e Carlo - Presidio San Carlo, via
    Pio II n. 3 - 20153 Milano
    Prove d'esame: 
    Ai sensi dell'art. 15, comma 7-bis, punto b) del D. Lgs. 502/1992, come modificato dall’art. 4
    del D.L. n. 158/2012, la Commissione sopra citata effettua la valutazione con l'attribuzione di
    punteggi mediante l'analisi comparativa dei curricula, dei titoli professionali posseduti,
    avendo anche riguardo alle necessarie competenze organizzative e gestionali, dei volumi
    dell'attività svolta, dell'aderenza al profilo ricercato e degli esiti di un colloquio diretto alla
    valutazione delle capacità professionali del candidato nella specifica disciplina, con
    riferimento all’incarico da svolgere.
    Così come disposto dalla D.G.R. 553/2013 potranno essere applicati per analogia nell'ambito
    della valutazione dei curricula e del colloquio i criteri previsti dall'art. 8 del D.P.R. 484/1997.

    La Commissione dispone per la valutazione complessivamente di 100 punti così ripartiti:
     40 punti per il curriculum
     60 punti per il colloquio

    La terna degli idonei sarà composta tenuto conto dei migliori punteggi conseguiti dai
    candidati che abbiano raggiunto una valutazione di sufficienza al colloquio.
    Il punteggio complessivo è determinato sommando il punteggio conseguito nella valutazione
    del curriculum e quello riportato nel colloquio.