istruttore direttivo amministrativo presso UNIONE MONTANA SPETTABILE REGGENZA DEI SETTE COMUNI DI ASIAGO

Luogo: 
Posti disponibili: 
1
Scadenza: 
06/09/2018
Attenzione, concorso scaduto!
Tipo: 
Cittadinanza: 
Contratto: 

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di istruttore direttivo amministrativo contabile, categoria D1, a tempo pieno ed indeterminato, area economico finanziaria.

Requisiti: 
Per l'ammissione al Concorso è richiesto il possesso dei seguenti requisiti: - cittadinanza italiana. Tale requisito non è richiesto per coloro che sono equiparati dalla legge ai cittadini italiani e per i soggetti appartenenti all'Unione Europea, fatte salve le eccezioni di cui al D.P.C.M. 7 febbraio 1994, n. 174, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 15 marzo 1994 (Serie Generale, n. 61). I cittadini degli stati membri della U.E. devono essere in possesso, ad eccezione della cittadinanza italiana, di tutti i requisiti previsti dal bando di selezione, ed in particolare del godimento dei diritti politici negli stati di appartenenza o provenienza e di una adeguata conoscenza della lingua italiana; - età non inferiore ad anni 18 (diciotto) e non superiore a quella prevista dalle norme vigenti per il collocamento a riposo; - non essere esclusi dall’elettorato politico attivo; - non essere stati licenziati da una Pubblica Amministrazione ad esito di procedimento disciplinare; - non essere stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una Pubblica Amministrazione o non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale ai sensi dell'art. 127, comma 1, lettera d), del testo unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con D.P.R. n. 3/1957; - essere immune da condanne penali che, ai sensi delle vigenti disposizioni di legge e/o del vigente C.C.N.L., precludano l’assunzione all’impiego presso gli Enti Locali; - possedere l'idoneità psico-fisica allo svolgimento delle mansioni proprie del posto ovvero compatibilità dell’eventuale handicap posseduto con le mansioni stesse. L’Amministrazione ha la facoltà di disporre in qualsiasi momento, anche preliminarmente alla costituzione del rapporto di lavoro, l’accertamento dell’idoneità psico-fisica; - essere in possesso di uno tra i seguenti titoli di studio: Laurea triennale di cui al Decreto ministeriale n. 509/1999: classe 2 Scienze dei Servizi Giuridici; classe 15 Scienze Politiche delle Relazioni Internazionali; classe 17 Scienze dell'Economia e della Gestione Aziendale; classe 19 Scienze dell'Amministrazione; classe 28 Scienze Economiche; classe 31 Scienze Giuridiche; oppure Laurea triennale di cui al Decreto ministeriale n. 270/2004: L-14 Scienze dei Servizi Giuridici; L-16 Scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione; L-18 Scienze dell'Economia e della Gestione Aziendale; L-33 Scienze Economiche; L-36 Scienze Politiche e delle Relazioni Internazionali; oppure Laurea specialistica di cui al Decreto ministeriale n. 509/1999 conseguita in una delle seguenti classi specialistiche 22 S Giurisprudenza; 60 S Relazioni Internazionali; 64 S Scienze dell'Economia; 70 S Scienze della Politica; 71 S Scienze delle Pubbliche Amministrazioni; 84 S Scienze Economico-Aziendali; 102 S Teoria e Tecniche della Normazione e Informazione Giuridica; oppure Laurea magistrale di cui al Decreto ministeriale n. 270/2004 conseguita in una delle seguenti classi magistrali: LMG/01 Lauree magistrali in Giurisprudenza; LM 52 Relazioni Internazionali; LM 56 Scienze dell'Economia: LM 62 Scienze della Politica; LM 63 Scienze delle Pubbliche Amministrazioni; LM 77 Scienze Economico-Aziendali; oppure Lauree conseguite secondo il vecchio ordinamento: lauree conseguite secondo il vecchio ordinamento in una delle discipline sopra indicate (Economia, Giurisprudenza e Scienze politiche). Titoli equipollenti, equiparati o riconosciuti ai sensi di legge. Resta fermo che l'equipollenza del titolo dovrà essere dimostrata dal candidato mediante il riferimento alla relativa normativa, La validità dei titoli conseguiti presso uno stato dell'Unione Europea è subordinata al riconoscimento dell'equipollenza ai titoli italiani ai sensi dell'articolo 38, comma 3, del Decreto Legislativo n. 165/2001. - possesso della patente di guida di categoria “B”; I suddetti requisiti d'ammissione debbono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda di ammissione, stabilita dal presente bando di concorso. Eventuali titoli riconosciuti equipollenti dal Ministero dell’Istruzione devono essere elencati con citazione del relativo decreto a cura del candidato in sede di presentazione della domanda e di indicazione del titolo. Per i cittadini di uno degli Stati membri dell’Unione Europea o di Paesi Terzi, la verifica dell’equivalenza del titolo di studio posseduto avrà luogo ai sensi dell’art. 38, comma 3, del D.Lgs.165/2001. Nel caso in cui il titolo di studio sia stato acquisito all’estero e non sia ancora stato riconosciuto in Italia con procedura formale, è necessario richiedere l’equivalenza dello stesso, ai sensi dell’art. 38 del D.Lgs.165/2001, al fine della partecipazione alla presente selezione. L’accertamento della mancanza di uno solo dei requisiti prescritti per l’ammissione alla selezione, comporta, in qualunque momento, la decadenza dalla graduatoria e dai benefici eventualmente conseguiti.
Dove va spedita la domanda: 
'UNIONE MONTANA SPETTABILE REGGENZA DEI SETTE COMUNI – Piazza Stazione n. 1 – 36012 ASIAGO (VI) Le domande possono essere presentate: - con consegna diretta all’Ufficio Protocollo dell'Unione montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni; - per Raccomandata A.R. Sul retro della busta oltre al nome, cognome ed indirizzo del mittente deve essere specificato “Contiene domanda di partecipazione Concorso Istruttore Direttivo Amministrativo - contabile” oppure “Contiene integrazione domanda Concorso Istruttore Direttivo Amministrativo - contabile”. - Per via telematica alla seguente casella di posta elettronica certificata (P.E.C.) dell’Unione montana: cmreggenza@legalmail.it
Contatta l'ente: 
Unione montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni, www.reggenza.com Amministrazione trasparente, nella sezione «Bandi di concorso» nonche' all'albo on line almeno quindici giorni prima della data stabilita per le prove medesime. Per informazioni tel. 0424/462502, e-mail:info@reggenza.it; pec:cmreggenza@legalmail.it Responsabile del procedimento: Gianni Ceccon.
Prove d'esame: 
Il diario relativo allo svolgimento delle prove con precisazione della sede, delle date e dell’ora di convocazione è reso noto attraverso la pubblicazione sul sito istituzionale dell'Unione montana Spettabile Reggenza dei Sette Comuni, www.reggenza.com Amministrazione trasparente, nella sezione “Bandi di concorso” nonché all'albo on line almeno 15 (quindici) giorni prima della data stabilita per le prove medesime. I candidati devono presentarsi alle prove muniti di un valido documento di riconoscimento, pena l’esclusione dalle prove stesse. La pubblicazione ha valore di notifica ai candidati a tutti gli effetti di legge. La selezione concorsuale verrà effettuata per esami mediante tre prove: PRIMA PROVA SCRITTA La prova consisterà in risposte sintetiche su quesiti attinenti a più argomenti delle materie di esame, che evidenzi la completezza delle conoscenze professionali unitamente alla capacità di sintesi o dalla risposta a più quesiti a risposta multipla con alternative di risposta già predisposte, tra le quali il concorrente deve scegliere quella esatta. Per l’effettuazione della prova non è consentito l’utilizzo in aula di alcun tipo di appunto, scritto, libro, pubblicazione, né di altra documentazione. E’ inoltre vietato l’uso di apparecchi, quali telefoni cellulari, calcolatrici, ecc. Il candidato che viola le presenti disposizioni sarà escluso dal concorso. SECONDA PROVA SCRITTA/PRATICA La prova consisterà nella stesura di un elaborato o nella redazione di un atto amministrativo con l’eventuale utilizzo di applicazioni informatiche, eventualmente anche a contenuto contabile, inerente ad una o più materie tra quelle d’esame o nella soluzione di un caso pratico relativo alle funzioni e competenze inerenti alla posizione di lavoro oggetto della procedura concorsuale, che evidenzi non solo le competenze tecniche ma anche quelle organizzative connesse al profilo professionale e all’ambito organizzativo della posizione oggetto della procedura concorsuale. Anche per sostenere la seconda prova scritta non è consentito l’uso di alcun tipo di appunto, scritto, libro, pubblicazione né di altra documentazione. E’ inoltre vietato l’uso di apparecchi, quali telefoni cellulari, calcolatrici, ecc. Il candidato che viola le presenti disposizioni sarà escluso dal concorso. E' facoltà della Commissione stabilire che l'effettuazione della seconda prova avvenga subito dopo l'effettuazione della prima prova. In tal caso le buste sigillate delle due prove, contrassegnate unicamente all'esterno con la scritta prova n. 1 o prova n. 2 (ciascuna della quali dovrà contenere una ulteriore busta sigillata con il nome del candidato) saranno inserite in un unico plico e la Commissione provvederà alla correzione della prima prova per tutti i candidati. Una volta conclusa la valutazione della prima prova di tutti i candidati, per gli elaborati della prima prova che avranno ottenuto il voto minimo stabilito dal presente bando, la Commissione provvederà alla correzione della seconda prova. Terminata la valutazione della seconda prova la Commissione provvederà all'apertura delle buste contenenti il nome del candidato della prima prova nonché alla apertura delle buste contenenti il nome del candidato delle buste della seconda prova che risultano valutate e alla conseguente assegnazione del relativi punteggi. PROVA ORALE La prova orale consisterà in un colloquio motivazionale e professionale, volto ad approfondire e valutare la qualità e la completezza delle conoscenze di alcune materie di esame, la capacità di cogliere i concetti essenziali degli argomenti proposti, la chiarezza di esposizione, la capacità di collegamento e di sintesi. Nell’ambito del colloquio sarà verificata la conoscenza della lingua Inglese ai sensi dell’art. 37 D.Lgs. 165 del 30.03.2001. Per essere ammessi a sostenere le prove d’esame i candidati dovranno presentarsi nel luogo indicato muniti di un documento di riconoscimento legalmente valido. Saranno dichiarati rinunciatari i candidati che non si presenteranno alle prove d’esame nel luogo, data e orario indicati.

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente