• Accedi • Iscriviti gratis
  • professore universitario presso UNIVERSITA' DI SIENA

    Procedura di selezione per la chiamata di un professore di ruolo di seconda fascia, settore concorsuale 10/D4 - Filologia classica e tardoantica, per il Dipartimento di filologia e critica delle letterature antiche e moderne.

    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    23/08/2018
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    Sono ammessi a partecipare alla procedura di cui al precedente articolo:
    - coloro che abbiano conseguito l’abilitazione scientifica nazionale per il settore concorsuale ovvero per uno dei
    settori concorsuali ricompresi nel medesimo macrosettore e per la fascia oggetto del procedimento, ovvero
    per la fascia superiore purché non già titolari delle medesime funzioni superiori;
    - coloro che abbiano conseguito l’idoneità per la fascia corrispondente a quella per la quale viene emanato il
    bando, limitatamente al periodo di validità dell’idoneità stessa;
    - i professori già in servizio presso altri Atenei nella fascia corrispondente a quella per la quale viene bandita la
    procedura concorsuale;
    - gli studiosi stabilmente impegnati all’estero in attività di ricerca o insegnamento a livello universitario in
    posizione di livello pari a quelle oggetto del bando, sulla base delle tabelle di corrispondenza definite dal
    Ministero.
    Non possono partecipare alla procedura concorsuale coloro che nel triennio precedente alla data di scadenza del
    bando abbiano prestato servizio, o siano stati titolari di assegni di ricerca ovvero iscritti a corsi universitari
    nell’Università degli Studi di Siena.
    Non possono inoltre partecipare alla procedura concorsuale coloro che alla data di scadenza del bando:
    - abbiano un rapporto di coniugio ovvero un grado di parentela o di affinità, fino al quarto grado compreso con
    un professore appartenente al Dipartimento che richiede la chiamata, ovvero con il Rettore, il Direttore
    generale o un componente del Consiglio di Amministrazione. Sono altresì esclusi coloro che intrattengono, in
    modo continuativo e rilevante, relazioni di affari con alcuno di questi soggetti.
    - siano esclusi dal godimento dei diritti civili e politici;
    - siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione o siano decaduti da altro
    impiego statale ai sensi del D.P.R. 3/1957.
    Il Rettore può disporre, in ogni momento, con provvedimento motivato, l'esclusione dei candidati dalla
    procedura per difetto dei requisiti.
    Dove va spedita la domanda: 
    Le domande di ammissione alle procedure e gli allegati devono
    essere inviati in formato pdf esclusivamente per via telematica:
    posta elettronica certificata rettore@pec.unisipec.it o posta
    elettronica concorsi@unisi.it
    Contatta l'ente: 
    La domanda di ammissione alla procedura e gli allegati di seguito indicati devono essere inviati in formato pdf
    esclusivamente per via telematica: posta elettronica certificata, rettore@pec.unisipec.it, posta elettronica
    concorsi@unisi.it
    Prove d'esame: 
    La Commissione opera nel rispetto dei criteri generali di valutazione fissati dal Senato:
    - grado di internazionalizzazione delle attività didattiche e di ricerca;
    - valutazione analitica della produzione scientifica con particolare riguardo all’impatto e alla diffusione sulla
    comunità scientifica di riferimento e alla sua rilevanza internazionale, anche tenendo conto dei principali
    indicatori bibliometrici utilizzati nella comunità scientifica di riferimento. Nella valutazione della produzione
    scientifica, sono da tenere in considerazione originalità, innovatività, rigore metodologico e grado di
    indipendenza del candidati;
    - comprovata esperienza didattica per gli insegnamenti ricompresi nel settore concorsuale nel quale viene
    bandita la procedura di reclutamento;
    - comprovata esperienza clinica per i settori concorsuali di area medica che prevedono funzioni assistenziali;
    - costituiscono elementi di apprezzamento aver ottenuto premi e/o riconoscimenti internazionali, la comprovata
    capacità di organizzare e coordinare gruppi di ricerca nazionali e internazionali, e la capacità di attrarre
    risorse, nonché, in relazione alle specificità del settore, di conseguire la titolarità di brevetti e di promuovere il
    trasferimento tecnologico.

    La Commissione, alla prima riunione, fissa i criteri di massima e le specifiche modalità di valutazione e di svolgimento
    delle prove.
    Le capacità didattiche dei candidati potranno essere valutate attraverso l’invito ai candidati a tenere un seminario o
    una lezione relativa ai corsi da affidare o a corsi affini. Dovrà essere accertata una buona competenza linguistica
    straniera.
    Criteri e modalità sono immediatamente pubblicati nella pagina web dedicata alla procedura concorsuale.
    La Commissione, espletate le prove e compiute le valutazioni, formula giudizi motivati su ciascun candidato, e stila una
    graduatoria di merito.
    Gli atti, previa verifica della loro regolarità, sono approvati dal Rettore e sono immediatamente trasmessi al
    Dipartimento per la proposta di chiamata, da effettuarsi entro sessanta giorni dalla data del decreto del Rettore.
    Nel rispetto dell’art. 7 del citato Regolamento per la chiamata dei professori di prima e seconda fascia, il Dipartimento
    delibera la proposta di chiamata secondo la graduatoria formulata dalla Commissione. La graduatoria di merito può
    scorrere soltanto in caso di rinuncia o impossibilità del candidato chiamato.