177 funzionario amministrativo presso COMMISSIONE PER L'ATTUAZIONE DEL PROGETTO RIPAM

Occupazione: 
Luogo: 
Posti disponibili: 
177
Scadenza: 
31/08/2018
Tipo: 
Cittadinanza: 
Contratto: 

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di centosettantasette posti di funzionario amministrativo, contabile e consolare, terza area F1, del Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale.

Requisiti: 
1. Per l'ammissione al concorso e' richiesto il possesso dei seguenti requisiti: a) cittadinanza italiana; b) eta' non inferiore agli anni diciotto; c) laurea (L) o laurea magistrale (LM) nell'area umanistico-sociale o scientifico-tecnologica conseguite ai sensi del decreto ministeriale 22 ottobre 2004, n. 270 (allegato 1); laurea (L) o laurea specialistica (LS) conseguite ai sensi del decreto ministeriale 3 novembre 1999, n. 509, ad esse equiparate sulla base degli allegati 2 e 3; diploma di laurea (DL) di cui agli ordinamenti previgenti, equiparato sulla base di quanto stabilito all'allegato 3; titoli stranieri equiparati o equipollenti. In tutti i casi in cui sia intervenuto un decreto di equiparazione o equipollenza e' cura del candidato specificarne gli estremi nella domanda di partecipazione al concorso. I titoli sopra citati si intendono conseguiti presso universita' o altri istituti equiparati della Repubblica. I candidati in possesso di titolo accademico rilasciato da un Paese dell'Unione europea sono ammessi alle prove concorsuali, purche' il titolo sia stato dichiarato equivalente con provvedimento della Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento della funzione pubblica, sentito il Ministero dell'istruzione, dell'universita' e della ricerca, ai sensi dell'art. 38, comma 3, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, sostituito dall'art. 8, comma 3, del decreto-legge 9 febbraio 2012, n. 5, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 aprile 2012, n. 35. Il candidato e' ammesso con riserva alle prove di concorso in attesa dell'emanazione di tale provvedimento. La dichiarazione di equivalenza va acquisita anche nel caso in cui il provvedimento sia gia' stato ottenuto per la partecipazione ad altri concorsi. La modulistica e la documentazione necessaria per la richiesta di equivalenza sono reperibili al sito istituzionale della Presidenza del Consiglio dei ministri - Dipartimento della funzione pubblica www.funzionepubblica.gov.it - La procedura di equivalenza puo' essere attivata dopo lo svolgimento della prova preselettiva ove superata e l'effettiva attivazione deve comunque essere comunicata, a pena d'esclusione dal concorso, prima dell'espletamento delle prove orali; d) idoneita' fisica allo svolgimento delle funzioni proprie del profilo professionale di funzionario amministrativo, contabile e consolare, sia presso l'Amministrazione centrale che nelle sedi estere, ivi comprese quelle con caratteristiche di disagio. L'Amministrazione ha facolta' di sottoporre a visita medica di controllo i vincitori del concorso, in base alla normativa vigente; e) godimento dei diritti politici. Non possono accedere al concorso coloro che siano stati esclusi dall'elettorato politico attivo, nonche' coloro che siano stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento, ovvero siano stati dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell'art. 127, primo comma, lettera d), del decreto del Presidente della Repubblica 10 gennaio 1957, n. 3, e ai sensi delle corrispondenti disposizioni previste da norme di legge o dei Contratti collettivi nazionali di lavoro relativi al personale dei vari comparti. 2. I requisiti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile stabilito per la presentazione delle domande di ammissione al concorso, di cui all'art. 3 comma 1 del presente bando, nonche' al momento dell'assunzione al Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale, ai sensi del successivo art. 15.
Dove va spedita la domanda: 
Il candidato invia la domanda di ammissione al concorso per via telematica
Contatta l'ente: 
http://www.ripam.it
Prove d'esame: 
1. Le prove d'esame consistono in tre prove scritte e in una prova orale, come da allegato programma che fa parte integrante del presente bando (allegato 5). Esse tendono ad accertare la preparazione culturale, la maturita' e le attitudini operative del candidato. 2. I punteggi sono espressi in centesimi. Art. 9 Prove scritte 1. Le prove d'esame scritte consistono in: a) quesiti in diritto civile, diritto internazionale privato e diritto consolare, di cui all'allegato programma. Il candidato sara' chiamato a svolgere un breve elaborato su ciascun quesito; b) quesiti in diritto amministrativo e contabilita' di Stato, di cui all'allegato programma. Il candidato sara' chiamato a svolgere un breve elaborato su ciascun quesito; c) quesiti in lingua inglese vertenti su un testo, in lingua originale, relativo ad una tematica di attualita' internazionale. Non sara' consentito l'uso di alcun dizionario. 2. I candidati dispongono di cinque ore per svolgere le prove di cui alla lettera a) e b) e di tre ore per svolgere la prova di lingua inglese. 3. Sono ammessi alla prova d'esame orale i candidati che abbiano riportato un punteggio di almeno settanta centesimi (70/100) in ciascuna delle prove di cui al comma 1. 4. I candidati ammessi a sostenere le prove scritte si impegnano, entro la data di inizio delle prove stesse, a presentare al FORMEZ PA la documentazione e/o le dichiarazioni sostitutive ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, comprovanti il possesso dei titoli di cui agli articoli 2 e 7, seguendo le apposite indicazioni pubblicate sul sito http.//ripam.formez.it unitamente al diario delle prove di cui al successivo art. 13. Art. 10 Prova orale 1. La prova d'esame orale verte sulle materie di cui all'allegato 5 che hanno formato oggetto delle prove d'esame scritte, nonche' sulle seguenti materie: a) elementi di diritto pubblico; b) elementi di diritto internazionale pubblico e dell'Unione europea; c) geografia politica ed economica; d) lingua inglese; e) altra lingua straniera obbligatoria a scelta tra francese, spagnola, tedesca, araba, russa, cinese e portoghese (conversazione su argomenti di attualita' internazionale). 2. Nel corso della prova d'esame orale ha inoltre luogo una prova di informatica secondo l'allegato 5. 3. Per superare la prova d'esame orale e' necessario conseguire un punteggio di almeno settanta centesimi (70/100). 4. Prima dell'avvio della prova orale la commissione esaminatrice, sulla base della documentazione presentata dai candidati entro la data di svolgimento delle prove scritte, validera' ed autorizzera' la pubblicazione dei punteggi dei titoli di cui all'art. 7, dei soli candidati idonei. 5. Al termine di ogni seduta la commissione esaminatrice forma l'elenco dei candidati esaminati nella giornata, con l'indicazione del punteggio riportato da ciascuno nella prova orale. L'elenco, sottoscritto dal presidente e dal segretario, e' affisso all'albo della sede d'esame.

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente