psichiatra presso AZIENDA SANITARIA LOCALE - FOGGIA

Occupazione: 
Luogo: 
Posti disponibili: 
1
Scadenza: 
12/08/2018
Attenzione, concorso scaduto!
Tipo: 
Cittadinanza: 
Contratto: 
Titolo di studio: 

Conferimento, per titoli e colloquio, dell'incarico quinquennale di direttore medico della disciplina di psichiatria dell'unita' operativa complessa Servizio psichiatria diagnosi e cura del Presidio ospedaliero di San Severo.

Requisiti: 
b) Diploma di Laurea in Medicina e Chirurgia; c) Specializzazione nella disciplina di “Radiodiagnostica” o in disciplina equipollente o in disciplina affine (secondo le indicazioni previste dai Decreti ministeriali del 30/01/98 e del 31/01/98 e successive modificazioni ed integrazioni, ai sensi e agli effetti dell’art. 56, comma 1, del DPR 483/97 e dell’art. 15, comma 7, del Dlgs n. 502/1992, come modificato dall’art. 8, del Dlgs n. 254/2000). Ai sensi del comma 2 dello stesso articolo il personale del ruolo sanitario in servizio di ruolo alla data di entrata in vigore del DPR 483/97 presso altre aziende sanitarie nella disciplina messa a concorso è esentato dal requisito della specializzazione nella medesima disciplina; d) iscrizione all’Albo dell’Ordine dei Medici Chirurghi. L’iscrizione al corrispondente Albo Professionale di uno dei Paesi dell’Unione Europea consente la partecipazione all’avviso, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’Albo in Italia prima dell’assunzione in servizio. I requisiti di cui sopra devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel presente bando per la presentazione delle domande di ammissione. Il difetto anche di uno solo dei requisiti prescritti comporta la non ammissione al concorso pubblico. Il possesso di titoli accademici di medico e di specialista di cui alle lettere c) e d) propedeutici all’iscrizione al relativo Albo, conseguiti a seguito di studi ed esami svoltisi in un Paese non comunitario presso Università statali o legalmente riconosciute, ovvero conseguiti o già riconosciuti in un Paese dell’U.E. da cittadini non comunitari, devono essere riconosciuti, secondo la normativa vigente in materia, quali titoli abilitanti all’esercizio in Italia dell’attività professionale di medico e di specialista. Tutti i titoli in parola devono essere tradotti in lingua italiana. Non possono accedere all’impiego coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo o che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso pubbliche Amministrazioni, per persistente insufficiente scarso rendimento ovvero siano stati dichiarati decaduti da un impiego statale per aver ottenuto l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile. Ai sensi dell’art. 3, comma 6, della Legge 127 del 15.05.1997, la partecipazione ai concorsi indetti da Pubbliche Amministrazioni non è soggetta a limiti di età.
Dove va spedita la domanda: 
La domanda di cui all’art. 3 del presente bando dovrà pervenire secondo una delle seguenti modalità: a) presentata direttamente all’Ufficio Protocollo Aziendale; b) a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento al seguente indirizzo: Azienda Sanitaria Locale di Potenza – Via Torraca, n. 2 – 85100 – Potenza. Le domande devono pervenire, a pena di esclusione, entro il 30° (trentesimo) giorno successivo alla data di pubblicazione del presente bando, per estratto, sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, 4 a S.S. “Concorsi ed Esami”. Qualora detto giorno sia festivo ovvero cada di sabato il termine è prorogato al primo giorno successivo non festivo. Le domande si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine indicato. A tal fine fa fede il timbro a data dell’Ufficio postale accettante. La domanda di ammissione può essere, in alternativa, inoltrata per via telematica all’indirizzo PEC aziendale protocollo@pec.aspbasilicata.it
Contatta l'ente: 
-
Prove d'esame: 
Le prove di esame sono quelle previste dall’art. 26 del DPR n. 483 del 10.12.1997, e precisamente: PROVA SCRITTA: relazione su un caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina oggetto del concorso, o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa. PROVA PRATICA: 1. verterà su tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso; 2. la prova pratica deve comunque essere anche illustrata schematicamente per iscritto. PROVA ORALE: verterà sulle materie inerenti alla disciplina a concorso, nonché sui compiti connessi alla funzione da conferire. La Commissione Esaminatrice avrà a disposizione per la valutazione dei titoli e delle prove i punteggi previsti dall’art. 27 dello stesso DPR 483/97, così ripartiti: a) 20 punti per i titoli; b) 80 punti per le prove di esame. I punti per le prove di esame sono così ripartiti: a) 30 punti per la prova scritta; b) 30 punti per la prova pratica; c) 20 punti per la prova orale. I punti per la valutazione dei titoli sono ripartiti fra le seguenti categorie: a) titoli di carriera: punti 10 b) titoli accademici e di studio: punti 3 c) pubblicazioni e titoli scientifici: punti 3 d) curriculum formativo e professionale: punti 4 L’ammissione alla prova pratica è subordinata al raggiungimento nella prova scritta del punteggio minimo prescritto in termini numerici di almeno 21/30. L’ammissione alla prova orale è subordinata al conseguimento nella prova pratica del punteggio minimo prescritto in termini numerici di almeno 21/30. Il superamento della prova orale è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza, espressa in termini numerici di almeno 14/20. Il diario della prova scritta, le risultanze della prova scritta, la valutazione dei titoli, la convocazione per la prova pratica, il calendario delle sedute per la prova orale, il superamento della prova orale saranno notificati agli interessati esclusivamente a mezzo pubblicazione sul sito internet aziendale.

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente