• Accedi • Iscriviti gratis
  • 1 posto funzionario culturale presso Unione Tresinaro Secchia

    Concorso pubblico, per esami, per la copertura di un posto di funzionario culturale, categoria D, a tempo pieno ed indeterminato. (GU n.53 del 06-07-2018)

    Occupazione: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    05/08/2018
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    Per l’ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:
    a) essere cittadini italiani (sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica)
    o di uno degli Stati membri dell’Unione Europea; oppure essere familiari di un cittadino di uno Stato
    membro dell’Unione Europea non aventi la cittadinanza di uno Stato membro ma titolari del diritto di
    soggiorno o del diritto di soggiorno permanente2
    ; oppure essere cittadini di Paesi terzi titolari del permesso
    di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolari dello status di rifugiato o di protezione
    sussidiaria3
    ;
    b) Compimento del 18° anno di età; e non superiore a quella prevista dalle norme vigenti per il collocamento
    a riposo;
    c) iscrizione nelle liste elettorali ovvero, per i cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea, il godimento
    dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza;
    d) idoneità fisica a svolgere le mansioni previste per il posto;
    e) I candidati non cittadini italiani devono possedere, oltre ai requisiti previsti dal presente avviso di selezione
    , anche una adeguata conoscenza della lingua italiana;
    f) Inesistenza di provvedimenti di destituzione o dispensa o licenziamento dall’impiego presso una
    pubblica amministrazione, per persistente insufficiente rendimento o a seguito dell’accertamento, che
    l’impiego è stato conseguito mediante produzione di documenti falsi e comunque con mezzi fraudolenti;
    g) Insussistenza di condanne penali, procedimenti penali pendenti o misure di sicurezza o prevenzione
    che impediscano, ai sensi della normativa vigente, la costituzione di rapporti di impiego con la Pubblica
    Amministrazione;
    h) Posizione regolare nei confronti degli obblighi di leva per i cittadini italiani soggetti a tale obbligo,
    (salvo quanto previsto dalle disposizioni vigenti della L. 230/98);
    i) Possesso di uno dei seguenti titoli di studio: Laurea magistrale in una classe di laurea compresa
    nell’area umanistico-sociale (classi LM-1, LM-2, LM-5, LM-14, LM-15, LM-16, LM-19, LM-36, LM-37,
    LM-38, LM-39, LM-43, LM-45, LM-49, LM-50, LM-51, LM-52, LM-55, LM-56, LM-57, LM-59, LM-62,
    LM-63, LM-64, LM-65, LM-76, LM-77, LM-78, LM-80, LM-81, LM-84, LM-85, LM-87, LM-88, LM-89,
    LM-90, LM-92, LM-93, LM-94, DS/S, LM-85bis,LMG-01,)
    Sono ammessi anche i soggetti in possesso di un titolo equipollente. È onere del candidato dimostrare
    l’equipollenza del titolo di studio.
    j) Patente di categoria B;
    k)conoscenza di una lingua straniera, a scelta tra inglese o francese;
    l) conoscenza di elementi di informatica applicata;
    Dove va spedita la domanda: 
    https://portale-tresinarosecchia.entranext.it/
    Contatta l'ente: 
    www.tresinarosecchia.it
    Per informazioni: concorsi@tresinarosecchia.it
    Prove d'esame: 
    Eventuale prova preselettiva6
    Nel caso in cui il numero dei candidati iscritti ed ammessi ecceda il numero di cinquanta si svolgerà
    una prova preselettiva che consisterà nello svolgimento di un test con quesiti a risposta multipla.
    Saranno ammessi alle prove scritte i candidati che avranno conseguito il punteggio minimo di 21/30;
    Prove scritte
    Le due prove, a contenuto tecnico-professionale, saranno decise dalla Commissione scegliendo tra le
    seguenti tipologie:
    a) quesiti a risposta multipla;
    b) tema;
    c) quesiti a risposta aperta;
    d) elaborato a contenuto tecnico professionale;
    Nella predisposizione delle prove, la Commissione persegue l'obiettivo di valutare le conoscenze relative
    ad uno o più argomenti. Nel caso in cui la prova riguardi più materie previste nel bando, può essere
    richiesta la trattazione delle stesse singolarmente o in modo trasversale.
    É vietato l’utilizzo di cellulari, computer portatili ed altre apparecchiature elettroniche.
    La modalità di svolgimento delle prove e la durata della medesime sarà stabilita dalla Commissione
    giudicatrice e comunicate ai candidati prima dell’inizio della prova stessa.
    Prova orale
    ll colloquio a contenuto tecnico-professionale ha la finalità di valutare le conoscenze tecniche specifiche
    dei candidati, la padronanza di uno o più argomenti previsti nel bando, la capacità di sviluppare
    ragionamenti complessi nell’ambito degli stessi. La Commissione definisce preventivamente le aree di
    conoscenza da approfondire o le singole domande da somministrare, gestendo poi con flessibilità
    l’interazione col candidato in ordine alle modalità di trattazione degli argomenti. Qualora il numero dei
    candidati lo richieda, gli argomenti devono essere predefiniti in un numero adeguato a garantire la
    possibilità di rotazione secondo criteri di imparzialità.
    Contestualmente alla prova orale si provvederà all’accertamento delle conoscenze di una lingua straniera
    (inglese o francese) e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche relative ai
    software di produttività individuale: fogli di calcolo, editor di testi (pacchetto “office” - Microsoft Office /
    LibreOffice), nonché, l’uso di internet e della posta elettronica7
    .
    Programma d’esame
    Le prove scritte ed orale verteranno sulle seguenti materie:
    • Legge Regionale 24 marzo 2000, n. 18 Norme in materia di biblioteche, archivi storici, musei e
    beni culturali
    • Legge Regionale 28 luglio 2008, n. 14 Norme in materia di politiche per le giovani generazioni
    • Legge Regionale 22 agosto 1994, n. 37 Norme in materia di promozione culturale
    • L.R. n. 31 maggio 2017, n. 8 Norme per la promozione e lo sviluppo delle attività motorie e
    sportive
    • Legge 62/2000 Norme per la parità scolastica e disposizioni sul diritto allo studio e all'istruzione"
    • Legge 13 luglio 2015, n. 107 Riforma del sistema nazionale di istruzione e formazione e delega
    per il riordino delle disposizioni legislative vigenti
    • Legge 5 febbraio 1992, n. 104 Legge-quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti
    delle persone handicappate
    • Accordo di programma per l'integrazione scolastica degli alunni con disabilità della Provincia
    di Reggio Emilia, sottoscritto il 12 dicembre 2012
    • Quadro legislativo e politico-istituzionale in materia di scuole e nidi d’infanzia nella Regione
    Emilia Romagna e Italia
    • Gli indirizzi dei Piani di Zona per la salute e il benessere sociale 2018/2020
    • Codice dei contratti D. Lgs. 50/2016 e Linee Guida Anac;
    • ordinamento degli enti locali (d.lgs. 267/2000);
    • principali nozioni in materia di procedimento amministrativo (legge 241/1990), documentazione
    amministrativa (d.p.r. 445/2000), trasparenza (d.lgs. 33/2013)
    • principali nozioni in materia di impiego pubblico (d.lgs. 165/2001) e codice di comportamento
    dei dipendenti pubblici (d.p.r. 62/2013);