1 posto educatore d'infanzia presso Unione delle terre d'argine

Occupazione: 
Luogo: 
Posti disponibili: 
1
Scadenza: 
17/06/2018
Attenzione, concorso scaduto!
Tipo: 
Cittadinanza: 
Contratto: 
Titolo di studio: 

Concorso pubblico, per esami, per la formazione di una graduatoria, valida per l'anno scolastico 2018/2019, per assunzioni, a tempo determinato di educatori d'infanzia, categoria C, a tempo pieno o parziale. (GU n.39 del 18-05-2018)

Requisiti: 
I requisiti generali per l’ammissione alle prove di selezione, da possedere entro la scadenza del bando, sono i seguenti: 1. Uno dei seguenti titoli di studio previsti dalla Direttiva Regionale n. 1564/2017 attualmente vigente: • diploma di maturità magistrale; • diploma di maturità rilasciato dal liceo socio-psico-pedagogico; • diploma di abilitazione all’insegnamento nelle scuole di grado preparatorio; • diploma di dirigente di comunità; • diploma di tecnico dei servizi sociali/assistente di comunità infantile; • operatore servizi sociali/assistente per l’infanzia; • diploma di liceo delle scienze umane; • titoli equipollenti, equiparati o riconosciuti ai sensi di legge. I titoli sopramenzionati saranno riconosciuti validi per l’accesso solo se conseguiti entro il 31/08/2015. Titoli validi ai fini del principio dell’assorbenza (in alternativa tra loro): • diploma di laurea in Pedagogia; • diploma di laurea in scienze dell’educazione; • diploma di laurea in scienze della formazione primaria; • diploma di laurea triennale di cui alla classe L19 del Decreto del Ministero dell'università e della ricerca 26-7-2007 “Definizione delle linee guida per l'istituzione e l'attivazione, da parte delle Università, dei corsi di studio (attuazione decreti ministeriali del 16 marzo 2007, di definizione delle nuove classi dei corsi di laurea e di laurea magistrale); • diploma di laurea magistrale previsto dal Decreto del Ministero dell’università e della ricerca 16 marzo 2007 “Determinazione delle classi di laurea magistrale” di cui alle classi:  LM- 50 programmazione e gestione dei servizi educativi;  LM -57 scienze dell'educazione degli adulti e della formazione continua;  LM- 85 scienze pedagogiche;  LM- 93 teorie e metodologie dell’e-learning e della media education e altra classe di laurea magistrale equiparata a Scienze dell’Educazione “vecchio ordinamento”. • Diplomi universitari o lauree equipollenti, equiparate o riconosciute ai sensi di legge. • eventuali titoli riconosciuti equipollenti (a uno di quelli sopraindicati, per lo svolgimento del ruolo di educatore all'interno di un asilo nido) dal Ministero dell’Istruzione devono essere elencati con citazione del relativo decreto a cura del candidato in sede di presentazione della domanda e di indicazione del titolo.
Dove va spedita la domanda: 
Le domande dovranno essere inoltrate con le seguenti modalità: • consegna diretta allo Sportello dipendenti del Settore Amministrazione e Sviluppo delle Risorse Umane dell’Unione delle Terre d’Argine, C.so A. Pio, 91, 41012 Carpi (Mo), negli orari d'apertura al pubblico (dalle ore 8.30 alle ore 12.30, dal lunedì al sabato compresi); • a mezzo servizio postale mediante raccomandata A.R. indirizzata a Unione delle Terre d’Argine - Ufficio Protocollo, C.so A. Pio, 91, 41012 Carpi (Mo), con l'indicazione sulla busta “Assunzioni a tempo determinato di Educatori d’infanzia”; • a mezzo posta elettronica certificata proveniente da indirizzo di posta elettronica mittente anch'essa certificata (PEC), all'indirizzo PEC: risorse.umane@pec.terredargine.it, trasmettendo scansione della domanda firmata e degli allegati; • via fax al n. 059/649662.
Contatta l'ente: 
Sportello Dipendenti del Settore Amministrazione e Sviluppo delle Risorse Umane (Tel. 059/649690 - 688). https://www.terredargine.it
Prove d'esame: 
PRIMA PROVA La prova consiste nella somministrazione di test. Il test consiste in una serie di domande a carattere carattere professionale intese a verificare la specifica conoscenza delle materie oggetto delle prove. La valutazione della prova è espressa con punteggio numerico ed alla commissione sono attribuiti 30 punti per la valutazione della prova. La prova si intende superata se il candidato consegue una votazione non inferiore a 21/30. Il punteggio conseguito nel test, prima dell’identificazione dell’estensore della prova, tiene conto, in rapporto al numero di domande predisposte, di ogni risposta corretta, di ogni risposta errata, di ogni risposta saltata e di ogni risposta omessa. Al termine della correzione si procederà all’abbinamento delle singole prove, con le generalità dell’estensore. Prima di iniziare la prova ai candidati sono fornite tutte le informazioni sulle procedure e sulle istruzioni per lo svolgimento del test. Prima dell’inizio della prova, la commissione procede all’appello ed all’accertamento della identità dei candidati. I candidati devono presentarsi muniti di un valido documento di riconoscimento (es. Carta d’identità, Patente auto). Non sono ammessi a sostenere la prova i candidati che si presenteranno dopo la conclusione dell’appello. PROVA ORALE TEORICO-PRATICA La prova orale teorico-pratica verrà svolta a piccoli gruppi e consisterà in una simulazione che avrà il fine di riprodurre dinamiche, confronti e tematiche di un gruppo di lavoro di educatrici di nido d’infanzia. La predetta si completerà con alcune domande individuali di approfondimento sugli argomenti oggetto delle prove. Gli argomenti oggetto delle prove sono i seguenti: - Finalità del nido d’infanzia; - Elementi fondamentali di pedagogia e di psicologia dello sviluppo della prima infanzia, con particolare riferimento alle principali teorie dello sviluppo identitario, cognitivo, affettivo-relazionale, psicomotorio e sociale; - Valutazione dei bisogni educativi, Progettazione educativa e didattica nei nidi d’infanzia, in relazione anche al Progetto Pedagogico dell’Unione delle Terre d’Argine, rilevabile all’interno del sito web istituzionale (UNIONE/UFFICI E SERVIZI/ISTRUZIONE/SERVIZI 0/6 (icona colorata a sx)/DOCUMENTI E NORMATIVA (barra in alto)/LOCALE/ESTRATTO DEL PROGETTO PEDAGOGICO…; - Ruolo e funzioni dell’educatore in relazione al singolo bambino, al gruppo dei bambini, alle famiglie; - La quotidianità al nido: ambientamento, distacco, momenti di cura; - Aspetti organizzativi e funzioni del gruppo di lavoro; - Organizzazione del contesto educativo: tempi, spazi interni ed esterni, materiali; - Il gioco e i suoi significati nello sviluppo del bambino; - Osservazione, progettazione, documentazione; - Disabilità e disagio: interventi educativi e servizi territoriali competenti; - Pedagogia interculturale, pedagogia naturale; - Continuità educativa. - Sostegno alle funzioni genitoriali. - Valutazione della qualità al nido d’infanzia. - Elementi normativi e legislativi nazionali e regionali dell’Emilia Romagna sui servizi per la prima infanzia; - Il rapporto di pubblico impiego, con particolare riguardo ai processi di riforma nonché alle responsabilità, doveri, diritti, codice di comportamento e sanzioni disciplinari.

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente