250 posti di funzionario sociale presso il MINISTERO DELLA GIUSTIZIA - DIPARTIMENTO PER LA GIUSTIZIA MINORILE E DI COMUNITA'

Occupazione: 
Luogo: 
Posti disponibili: 
250
Scadenza: 
11/03/2018
Tipo: 
Cittadinanza: 
Contratto: 
Titolo di studio: 

Concorso pubblico, per esami, a duecentocinquanta posti a tempo indeterminato per il profilo professionale di funzionario della professionalita' di servizio sociale, III area funzionale, fascia retributiva F1. (GU n.12 del 09-02-2018)

Requisiti: 
Per la partecipazione al presente concorso i candidati devono essere in possesso dei seguenti requisiti: a) cittadinanza italiana; b) godimento dei diritti civili e politici; c) laurea triennale, laurea magistrale o diploma di laurea (vecchio ordinamento) in scienze del servizio sociale o equipollenti per legge; sono altresi' considerati validi i diplomi universitari in servizio sociale o i diplomi di assistente sociale conseguiti ai sensi del decreto del Presidente della Repubblica 15 gennaio 1987, n. 14; d) abilitazione all'esercizio della professione di assistente sociale; e) iscrizione all'albo professionale degli assistenti sociali, ai sensi della legge 23 marzo 1993, n. 84 e successive modifiche; f) idoneita' fisica all'impiego, da intendersi per i soggetti con disabilita' come idoneita' allo svolgimento delle mansioni di funzionario della professionalita' di servizio sociale di cui al vigente ordinamento professionale; g) qualita' morali e di condotta previste dall'art. 35, comma 6, del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165.
Dove va spedita la domanda: 
Online www.giustizia.it
Contatta l'ente: 
Ministero della giustizia - Dipartimento per la giustizia minorile e di comunita' - Direzione generale del personale, delle risorse e per l'attuazione dei provvedimenti del Giudice minorile - via Damiano Chiesa n. 24 - 00136 Roma, ovvero con i seguenti indirizzi di posta elettronica: dgmc@giustizia.it - dgmc@giustiziacert.it https://www.giustizia.it/giustizia/
Prove d'esame: 
Il concorso si svolgera' mediante esame e consistera' in due prove scritte ed una prova orale. Le prove scritte verteranno su: diritto penitenziario con particolare riferimento alle misure alternative e sostitutive alla detenzione e alle sanzioni di comunita', per adulti e minori, anche nella prospettiva sovranazionale; modelli, tecniche e strumenti di metodologia del servizio sociale. La prova orale vertera' sulle materie oggetto delle prove scritte ed inoltre su: elementi di diritto penale, di procedura penale e di diritto di famiglia e dei minori; etica e deontologia professionale dell'assistente sociale; elementi di criminologia e sociologia della devianza; elementi di diritto amministrativo. L'Amministrazione si riserva la facolta' di far precedere le prove scritte da una prova preselettiva, qualora le domande di partecipazione siano superiori a mille (1.000).

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente