1 Esperto tecnico progettuale al Comune di Vigevano

Luogo: 
Posti disponibili: 
1
Scadenza: 
11/12/2017
Attenzione, concorso scaduto!
Tipo: 
Cittadinanza: 
Contratto: 

Selezione pubblica, per soli esami, per la copertura di un posto a tempo indeterminato e pieno, del profilo professionale di specialista in attivita' tecnico progettuali - categoria D, posizione giuridica D1. (GU n.86 del 10-11-2017)

Requisiti: 
Possono partecipare alla selezione coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti: a) essere cittadino italiano (sono equiparati gli italiani non appartenenti alla Repubblica) ovvero essere cittadino di uno degli Stati membri dell’Unione Europea ovvero essere familiare di cittadino di uno degli Stati membri dell’Unione Europea non avente la cittadinanza di uno Stato membro, purché titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente; essere cittadino di Paesi terzi (extracomunitari) purché titolare del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolare dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria. I cittadini dell’Unione Europea e di Paesi terzi devono peraltro godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza o di provenienza, avere adeguata conoscenza della lingua italiana, essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica; b) età non inferiore agli anni diciotto; c) godimento dei diritti civili e politici; d) assenza di condanne penali e/o procedimenti penali in corso che possano impedire, secondo le norme vigenti, l'instaurarsi del rapporto di pubblico impiego; e) non essere stati esclusi dall’elettorato attivo né essere stati licenziati per persistente insufficiente rendimento da una pubblica amministrazione, ovvero per aver conseguito l’impiego stesso attraverso dichiarazioni mendaci o produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile; f) non essere stati licenziati dal Comune di Vigevano, salvo il caso in cui il licenziamento sia intervenuto a seguito di procedura di collocamento in disponibilità o di mobilità collettiva, secondo la normativa vigente; g) non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127, primo comma, lettera d) del Testo Unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 10.01.1957, n. 3; h) Titolo di Studio: diploma di laurea in una delle seguenti classi: - Laurea Triennale D.M. 509/1999: Scienze dell’Architettura e dell’Ingegneria edile - classe 04; Ingegneria industriale - classe 10; Disegno Industriale - classe 42; Urbanistica e Scienze della pianificazione territoriale e ambientale - classe 07; - Laurea Triennale D.M. 270/2004: Scienze dell’Architettura (L-17); Scienze e Tecnica dell’edilizia (L-23); Ingegneria Industriale (L-9); Disegno Industriale (L-4); Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale (L-21); - Laurea Specialistica in una delle seguenti classi (LS): Architettura del Paesaggio (3/S); Architettura e Ingegneria Edile (4/S); Ingegneria Civile (28/S); Ingegneria Elettrica (31/S); Ingegneria Meccanica (36/S); Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale (54/S); Ingegneria gestionale (34/S); Modellistica matematico-fisica per l’ingegneria (50/S); - Laurea Magistrale in una delle seguenti classi (LM): Architettura del Paesaggio (LM-3); Architettura e Ingegneria Edile-Architettura (LM-4); Ingegneria Civile (LM-23); Ingegneria Elettrica (LM-28); Ingegneria Meccanica (LM-33); Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale (LM-48); Ingegneria gestionale (LM-31); Modellistica matematico-fisica per l’ingegneria (LM-44); - Diploma di laurea (DL) conseguito con il vecchio ordinamento universitario, equiparato con Decreto Interministeriale del 9 luglio 2009 a una delle lauree specialistiche/magistrali nelle classi sopraindicate.
Dove va spedita la domanda: 
Comune di Vigevano, Corso Vittorio Emanuele Secondo, 25 – 27029 Vigevano (PV) protocollovigevano@pec.it
Contatta l'ente: 
Tel. 0381 299339/297/248 – Servizio Gestione e sviluppo Risorse Umane – in orario di ufficio. Responsabile del Servizio Gestione e sviluppo Risorse Umane- Dott.ssa Maria Angela Giglia- mail mgiglia@comune.vigevano.pv.it. (0381 299 367). www.comune.vigevano.pv.it
Prove d'esame: 
Le prove d’esame si articolano in due prove scritte e una prova orale. Le PROVE SCRITTE verteranno sulle seguenti materie: - Legislazione in materia di pianificazione territoriale, urbanistica ed edilizia a livello nazionale e della Regione Lombardia; - funzioni e competenze del Comune in materia di pianificazione territoriale, urbanistica ed edilizia; - livelli e strumenti di pianificazione territoriale, urbanistica e di settore e relativi strumenti attuativi con particolare riguardo alla legislazione della Regione Lombardia; - norme e procedure per la formazione ed approvazione degli strumenti urbanistici comunali, dei relativi piani attuativi e per il rilascio dei provvedimenti autorizzativi diretti per gli interventi di trasformazione urbanistica e edilizia del territorio; - contenuti principali del Regolamento edilizio comunale e delle modalità per la determinazione del contributo di concessione edilizia; - cenni alla disciplina provinciale relativamente agli standard per parcheggi, alla disciplina per il rilascio delle concessioni edilizie in deroga ed alle norme per il superamento delle barriere architettoniche; - strumenti di valutazione ambientale di piani e progetti; - nozioni di normativa tecnica in materia antincendio, sicurezza, strutturale, ecc. Prima prova scritta: consisterà nella Risoluzione di appositi quiz a risposta chiusa su scelta multipla o serie di quesiti ai quali rispondere in maniera sintetica e in tempi predefiniti oppure svolgimento di un tema o combinazione fra le stesse modalità. Seconda prova scritta: consisterà in un Elaborato progettuale oppure serie di domande a risposta aperta di natura tecnico-pratica oppure predisposizione di schemi di atti o combinazioni fra queste modalità. Saranno ammessi alla prova orale i candidati che avranno riportato, in ciascuna delle due prove scritte una votazione di almeno 21/30 o equivalente. La correzione della seconda prova avverrà nei confronti dei candidati che abbiano riportato nella prima prova una votazione di almeno 21/30 La PROVA ORALE verterà sulle seguenti materie: - argomenti delle prove scritta e scritta/tecnico – pratica; - nozioni di ordinamento dei Comuni; - nozioni di diritto costituzionale e amministrativo; - nozioni sull’ordinamento finanziario (Bilancio annuale e pluriennale, Piano delle opere pubbliche, P.E.G.) e contabile (gestione delle entrate e delle spese) dei Comuni; - nozioni sul rapporto di lavoro dei dipendenti negli Enti locali; - gestione delle risorse umane; - conoscenza della lingua inglese. Il colloquio concorrerà, altresì, ad approfondire la conoscenza della personalità del candidato ed a valutare le sue attitudini e le sue competenze in relazione alla posizione da ricoprire. --- Eventuale prova preselettiva: 14/12/2017 1^ Prova scritta: 19/12/2017 2^ Prova scritta: 20/12/2017 Prova orale: 27/12/2017

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente