• Accedi • Iscriviti gratis
  • dirigente medico presso I.R.C.C.S. MATERNO INFANTILE «BURLO GAROFOLO» DI TRIESTE

    Concorso pubblico, per titoli ed esami, per l'assunzione a tempo indeterminato di un dirigente medico in disciplina di pediatria da destinare alla u.c.o. Clinica pediatrica.

    Occupazione: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    04/06/2015
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Italiana
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Titolo di studio: 
    Dove va spedita la domanda: 
    I. R.C.C.S. materno infantile «Burlo Garofolo»
    Via dell'Istria n. 65/1 - 34137 Trieste
    Ufficio Protocollo
    PEC: OIBurloTS.protgen@certsanita.fvg.it
    Contatta l'ente: 
    Ufficio acquisizione e carriera del personale
    dell'I.R.C.C.S. materno infantile «Burlo Garofolo» di Trieste
    Via dell'Istria n. 65/1 Trieste
    Tel. 0403785281

    Ufficio Protocollo:
    da lunedì al giovedì dalle ore
    8.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 15.00 ed il venerdì dalle ore 8.30 alle ore 12.30
    www.burlo.trieste.it/concorsi.htm
    Prove d'esame: 
    A norma dell’art. 26 del Regolamento concorsuale dell’Istituto le prove d’esame consistono in:
    a) prova scritta:relazione su caso clinico simulato o su argomenti inerenti alla disciplina messa a concorso o soluzione di una serie di quesiti a risposta sintetica inerenti alla disciplina stessa;
    b) prova pratica:su tecniche e manualità peculiari della disciplina messa a concorso secondo a quanto previsto dal d.P.R. n. 483/1997. Per le discipline dell’area chirurgica la prova, in relazione anche al numero dei candidati, si svolge su cadavere o materiale anatomico in sala autoptica, ovvero con altra modalità a giudizio insindacabile della commissione. La prova pratica deve comunque essere illustrata schematicamente per iscritto;
    c) prova orale:sulle materie inerenti alla disciplina messa a concorso, nonché sui compiti connessi alla
    funzione da conferire. Nell’ambito della prova orale, a norma dell’art. 37, comma 1, del d.lgs. n. 65/2001, verrà altresì accertata la conoscenza della lingua inglese, in modo tale da riscontrare il possesso di un’adeguata e completa padronanza degli strumenti linguistici, ad un livello avanzato, nonché la conoscenza dell’uso dell’apparecchiature e applicazioni informatiche più diffuse.