Comune di Arzano, 3 posti di assistente sociale

Anteprima

Area dei funzionari - funzionario assistente sociale ex/categoria d, posizione economica d1.

Scheda

Occupazione
Località
Posti
3
Scadenza
Fonte
Tipo

Bando e allegati

Il Comune di Arzano (Na) indice un concorso pubblico, per esami, per l'assunzione di complessivi n. 3 unità di personale, a tempo pieno e indeterminato, AREA DEI FUNZIONARI -  FUNZIONARIO ASSISTENTE SOCIALE ex/categoria D, posizione economica D1.

L’Amministrazione garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l’accesso al lavoro ed il trattamento sul lavoro, in conformità a quanto disposto dall’art. 57 del D. Lgs. 30/03/2001 n. 165.

Requisiti e titoli di studio

  • Laurea (L) appartenente alle seguenti classi: Laurea Triennale nella classe 6 – Scienze del Servizio Sociale  (DM  509/1999)  o  nella  classe  L-39  Servizio  Sociale  (DM  270/2004),  ovvero  Laurea Magistrale (LM) o Laurea Specialistica (LS) nella classe 57/S – Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali (DM 509/1999), oppure Laurea magistrale nella classe LM-87 – Servizio sociale e politiche sociali (DM 270/2004) ovvero Diploma di Laurea triennale in Servizio Sociale o titoli equiparati ed equipollenti secondo la normativa vigente. 
  • È richiesto, inoltre, l’iscrizione all’Albo professionale degli Assistenti Sociali.
Titoli di studio richiesti

Prove d'esame

Il concorso sarà espletato in base alla procedura di seguito indicata, che si articola attraverso le seguenti fasi: 
1. una eventuale prova preselettiva, ai fini dell’ammissione alla prova scritta, qualora, il numero dei candidati ammessi al concorso sia superiore a 100 unità. 
2. Una prova scritta, riservata ai candidati che avranno superato la eventuale prova preselettiva di cui al precedente punto 1) per la verifica delle conoscenze relative alle materie e/o ambiti disciplinari specifici del profilo concorsuale, consistente nella risoluzione di quesiti a risposta multipla.
3. Una prova orale consistente in un colloquio interdisciplinare per la verifica della conoscenza delle materie indicate nell’apposito paragrafo dedicato e della lingua inglese. All’esito positivo della prova  6  orale, le commissioni esaminatrici, redigeranno la graduatoria definitiva finale di merito sommando i punteggi conseguiti nella prova scritta e nella prova orale. 

La prova preselettiva consiste in un test, da risolvere in 60 (sessanta) minuti, composto da n. 60 (sessanta) quesiti a risposta multipla, di cui n. 20 (venti) attitudinali consistenti in una serie di quesiti a risposta multipla per la verifica della capacità logico-deduttiva, di ragionamento logico-matematico e critico-verbale, e n. 40 (quaranta) diretti a verificare la conoscenza delle seguenti materie: diritto costituzionale, con particolare riferimento al titolo V della Costituzione; diritto amministrativo, con particolare riferimento alla normativa in materia di accesso, trasparenza e anticorruzione, disciplina del lavoro pubblico; diritto degli enti locali. 

L’esame consisterà in un'unica prova scritta volta a verificare le specifiche conoscenze del profilo professionale oggetto di selezione in relazione alle materie previste, nonché ad accertare il possesso di competenze digitali (strumenti applicativi informatici di base; strumenti web internet e intranet), mediante la somministrazione di domande con risposta a scelta multipla. Il numero totale dei quesiti somministrati sarà pari a 40 (quaranta) per un punteggio massimo attribuibile di 30 (trenta). La prova scritta avrà una  durata di 60 (sessanta) minuti. 

La prova d'esame si intenderà superata con una votazione minima di 21/30 (ventuno/trentesimi) e verterà sulle seguenti materie: - principi di psicologia generale e della disabilità; - elementi di pedagogia generale; - legislazione nazionale e regionale in materia di disabilità; - nozioni di diritto di famiglia; - aspetti teorici, contenuti e metodologie inerenti alla pianificazione degli interventi, alla programmazione e all’organizzazione delle azioni a favore di utenti disabili; - deontologia ed etica professionale; - normativa sulla sicurezza dei dati e sulla tutela della privacy; - principi, modelli teorici e metodologie d’intervento del servizio sociale; - elementi di diritto costituzionale; - ordinamento degli enti locali, con particolare riferimento all’area sociale e all’integrazione socio- sanitaria; - diritto amministrativo, con particolare riferimento a: procedimenti amministrativi, trasparenza, accesso agli atti, anticorruzione, codice dei contratti pubblici, protezione dei dati personali; - disciplina del lavoro pubblico e responsabilità dei dipendenti pubblici; - elementi di diritto penale, con particolare riferimento ai reati contro la Pubblica Amministrazione; - competenze digitali. 

La prova orale, che si svolgerà in presenza, verterà sulle materie oggetto delle prove scritte. Durante la prova orale si procederà anche all’accertamento della conoscenza della lingua inglese.

Dove va spedita la domanda

https://www.inpa.gov.it/bandi-e-avvisi/dettaglio-bando-avviso/?concorso_id=8504f7bdbce0413b9d398b392f75668f

Contatta l'ente

Centralino: +39 081 5850111

Categorie correlate

Commenti