• Accedi • Iscriviti gratis
  • 1 dirigente presso PROVINCIA DI PARMA

    Mobilita' volontaria per la copertura di un posto di dirigente da assegnare al servizio pianificazione territoriale, trasporti, programmazione rete scolastica, edilizia scolastica patrimonio, sicurezza sul lavoro.

    Occupazione: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    23/05/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    avviso di mobilità
    Cittadinanza: 
    Italiana
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    5/14

    La gestione dell’Edilizia Scolastica;
    Programmazione, progettazione, appalto, direzione lavori e collaudo di opere pubbliche;
    Iter di approvazione di un'opera pubblica;
    Normativa in materia impiantistica;
    Normativa in materia di prevenzione incendi;
    Normativa igienico-sanitaria e urbanistica in materia di edilizia pubblica;
    Messa in sicurezza, vulnerabilità e adeguamento sismico degli edifici scolastici;
    Programmazione della rete scolastica.


    COMPETENZE TRASVERSALI:
    Le competenze trasversali richieste a tale posizione lavorativa sono le seguenti:

    -capacità di pianificazione e organizzazione delle risorse assegnate, sia economico-finanziarie sia di
    personale, in relazione agli obiettivi definiti e alle attività assegnate nel suo complesso. Per quanto riguarda
    la capacità di gestione del personale, questa presuppone il presidio di tutti i sistemi che a essa afferiscono,
    quali l'identificazione dei fabbisogni del Settore sia sotto il profilo delle risorse necessarie sia rispetto alle
    esigenze e competenze dei collaboratori presenti e l`identificazione e valorizzazione delle professionalità
    esistenti;
    - capacità di gestire la poliedricità e la complessità giuridica dell’Ente;
    - capacità di governare la rete di relazioni, siano esse interne (Amministratori , Segretario, altri Dirigenti,
    propri collaboratori, personale di altri Settori,) o esterne, con particolare riferimento agli altri livelli di
    governo (Comuni, Enti di area vasta, Regione e Stato) , alle altre istituzioni sia pubbliche che private e ai
    professionisti incaricati dall’Ente. A questa competenza sono collegate la capacità di comunicare attraverso i
    diversi strumenti a disposizione e la capacità di mediare e negoziare, al fine di dirimere situazioni
    controverse afferenti alla propria area di responsabilità;
    - attitudine al Problem-solving (capacità di comprendere le situazioni identificando le criticità e
    individuando soluzioni operative adeguate al contesto e migliorative);
    - orientamento al cambiamento;
    - capacità di essere flessibile e di gestire la complessità, modificando piani, programmi o approcci al mutare
    delle circostanze e reagendo in modo costruttivo a situazioni impreviste o anomale. Il Dirigente deve,
    inoltre, saper ricercare e raccogliere stimoli utili a sviluppare nuove idee e favorire il confronto;
    - capacità di gestire efficacemente le situazioni stressanti, mantenendo inalterata, quindi, la qualità del
    proprio lavoro, associata alla capacità di approcciarsi in modo proattivo alle diverse circostanze;
    - autonomia istruttoria e autoformazione continua.


    REQUISITI :
    Possono partecipare tutti coloro che sono in possesso dei seguenti requisiti:
    1) Essere dirigente con rapporto di lavoro a tempo indeterminato presso una pubblica
    amministrazione di cui all’art.1 comma 2 del DLGS 165/2001 e ss.mm.ii, sottoposta a regime di
    limitazione delle assunzioni ai sensi di legge, con inquadramento nella qualifica dirigenziale;
    2) Essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio, conseguiti presso Università o altro Istituto
    universitario statale o legalmente riconosciuto:
    - DIPLOMA DI LAUREA (DL) in Urbanistica, Architettura , Ingegneria edile-Architettura, Ingegneria
    civile, Ingegneria edile, Scienze geologiche,

    oppure
    - LAUREA SPECIALISTICA appartenente alle classi: 28/S Ingegneria civile, 86/S Scienze geologiche,
    85/S Scienze geofisiche, 3/S Architettura del paesaggio, 4/S Architettura e ingegneria edile,38/S
    Ingegneria per l’ambiente e il territorio,54/S Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale,

    oppure
    - LAUREA MAGISTRALE appartenente alle classi: LM-23 Ingegneria civile, LM-24 Ingegneria dei
    sistemi edilizi, LM-26 Ingegneria della sicurezza, LM-35 (Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio),
    LM-48 (Pianificazione Territoriale Urbanistica e Ambientale) LM-74 Scienze e tecnologie geologiche,LM-79 Scienze geofisiche, LM-3 Architettura del paesaggio, LM-4 Architettura e
    Ingegneria Edile-Architettura.

    Qualora il titolo sia stato conseguito all’estero dovranno essere indicati gli estremi del provvedimento
    attestante l’equipollenza al corrispondente titolo italiano.
    3) Essere in possesso dell’abilitazione all’esercizio della professione;
    4) Possedere l’idoneità fisica allo svolgimento delle funzioni del posto messo a selezione;
    5) Non aver riportato sanzioni disciplinari nel corso dei due anni precedenti alla data di scadenza del
    presente avviso e non avere procedimenti penali in corso;
    6) Non essere stato sospeso cautelarmente o per ragioni disciplinari dal servizio;
    7) Non essere stato/a condannata/o, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti
    nel capo I del titolo II del libro secondo del codice penale;
    8) Non essere stato rinviato a giudizio o condannato con sentenza non ancora passata in giudicato,
    per reati che, se accertati con sentenza di condanna irrevocabile, comportino la sanzione
    disciplinare del licenziamento, in base alla legge , al codice di comportamento o al codice
    disciplinare in vigore;
    9) Non essere stato/a destituito/a, oppure dispensato/a o licenziato/a dall’impiego presso una
    Pubblica Amministrazione per incapacità o persistente insufficiente rendimento;
    10) Non essere stato/a dichiarato/a decaduto/a o licenziato/a da un impiego pubblico per aver
    conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non
    sanabile;
    11) Essere in possesso della dichiarazione di disponibilità, da parte dell’Ente di provenienza, al
    successivo rilascio del nulla osta all’attività della mobilità, entro il termine fissato dalla
    Provincia,attestante che l’Ente stesso è soggetto a vincoli in materia di assunzioni e di spesa di
    personale, secondo le vigenti disposizioni normative;
    12) Avere conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche piu' diffuse e
    conoscenza a livello avanzato della lingua inglese.
    Dove va spedita la domanda: 
    a) via pec all'indirizzo di posta elettronica certificata protocollo@postacert.provincia.parma.it,
    allegando alla stessa la copia scannerizzata della carta di identità o di un documento equipollente in
    corso di validità; la sottoscrizione della domanda e del modulo contenente le autodichiarazioni sul
    possesso dei requisiti devono essere apposte o digitalmente con l’estensione .p7m, o apposte in
    maniera autografa e scannerizzate in formato pdf. L’utilizzo di una casella di posta elettronica
    certificata intestata allo stesso candidato mittente consente di ritenere soddisfatto il requisito
    dell’apposizione della sottoscrizione. Il messaggio deve avere come oggetto: Domanda di
    partecipazione alla selezione pubblica tramite mobilità esterna per n. 1 posto di Dirigente Pianificazione
    Territoriale – Trasporti – Programmazione Rete Scolastica – Edilizia Scolastica Patrimonio – Sicurezza sul
    Lavoro”;
    b) con raccomandata a.r., scaricando, compilando e firmando il modello di domanda (e di
    autocertificazione), disponibile nel sito Internet della Provincia di Parma ed inviandolo, con allegata la
    fotocopia di un documento di identità valido, all'indirizzo sopra indicato; il candidato dovrà indicare
    sulla busta il proprio nome ed indirizzo nonché gli estremi dell’avviso di mobilità per il quale è
    presentata la domanda “Domanda di partecipazione alla selezione pubblica tramite mobilità esterna
    per n. 1 posto di Dirigente Pianificazione Territoriale – Trasporti – Programmazione Rete Scolastica –
    Edilizia Scolastica Patrimonio – Sicurezza sul Lavoro”;
    c) direttamente presso la PROVINCIA DI PARMA – Ufficio Protocollo, V.le Martiri della Libertà, 15 –
    43123 Parma –
    Orario: dalle ore 08,30 alle ore 12,30 dal lunedì al venerdì e dalle ore 15,00 alle ore 17,00 nelle giornate
    di lunedì e giovedì.
    I candidati che intendono avvalersi della presentazione diretta della domanda devono produrre
    all’Ufficio una copia aggiuntiva per l’apposizione del timbro di arrivo quale attestazione della data di
    presentazione.
    Agli effetti dell'osservanza dei termini stabiliti per la presentazione delle domande di partecipazione
    alla procedura selettiva di che trattasi e dei relativi documenti, fanno fede, a seconda della modalità di
    invio, i seguenti criteri:
    a) posta elettronica certificata: l'indicazione, contenuta nel messaggio, relativa alla data e ora di
    ricezione del server dell’Ente ricevente;
    b) raccomandata a.r.: timbro a data apposto a cura dell’ufficio Protocollo ricevente;
    c) nel caso di presentazione diretta della domanda farà fede il timbro a data apposto a cura
    dell’ufficio Protocollo ricevente.
    Contatta l'ente: 
    Responsabile del procedimento è la posizione organizzativa Paola Solimei (ufficio Gestione del
    Personale - Viale Martiri della Libertà, 15 - Parma (tel. 0521/931745).
    Prove d'esame: 
    La valutazione del curriculum e del colloquio sono effettuati da un’apposita Commissione formata in
    relazione alla posizione da ricoprire.
    Attraverso l’esame del curriculum e del colloquio, la Commissione dovrà valutare , rispetto alla
    posizione lavorativa da ricoprire:

    ELEMENTI DI VALUTAZIONE PUNTI ASSEGNABILI
    La preparazione professionale specifica Fino a 7,5
    L’attinenza dell’esperienza di servizio posseduta Fino a 7,5
    Il possesso dei requisiti attitudinali aderenti alla
    posizione da ricoprire
    Fino a 7,5
    Le capacità professionali aderenti alle attribuzioni
    da svolgersi nella posizione lavorativa
    Fino a 7,5

    All’esito della selezione, la Commissione esprime un giudizio di idoneità o non idoneità dei candidati ed
    assegna a ciascuno di essi un giudizio corredato da una sintetica motivazione.
    Il giudizio può essere: insufficiente (15/30), sufficiente (18/30), discreto (21/30), buono (24/30), distinto
    (27/30), ottimo( 30/30).
    Il superamento della prova si intende positivo nel caso in cui il dipendente ottenga almeno il giudizio di
    buono.
    La Commissione ha facoltà di utilizzare punteggi al posto di giudizi; in tal caso il punteggio massimo
    attribuibile è 30/30 e il punteggio minimo per l’idoneità è 24/30.

    Il colloquio avrà ad oggetto, oltre all’approfondimento del curriculum, l’accertamento del possesso
    delle conoscenze e delle capacità professionali richieste nell’avviso, delle caratteristiche attitudinali, al fine
    del migliore inserimento nell’attività lavorativa nel nuovo Ente.