• Accedi • Iscriviti gratis
  • 2 istruttore di vigilanza presso COMUNE DI MARTINA FRANCA

    Mobilita' per la copertura di due posti di istruttore di vigilanza, categoria C, a tempo pieno ed indeterminato.

    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    2
    Scadenza: 
    09/05/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Cittadinanza: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    I candidati devono possedere alla data di scadenza dei termini del presente avviso di selezione, pena
    l’esclusione, i seguenti requisiti:
    a)essere in servizio, con contratto a tempo indeterminato e pieno, con inquadramento nella categoria
    d’accesso C e con figura professionale di “Istruttore di Vigilanza”, presso una Pubblica
    Amministrazione di cui all’art.1, comma 2 del d.Lgs. n.165/2001, soggetta a vincoli diretti e
    specifici in materia di assunzioni sulla base della normativa vigente;
    b)esperienza lavorativa con rapporto di lavoro subordinato a tempo indeterminato e pieno presso
    Pubbliche Amministrazioni da almeno tre anni alla data di scadenza del presente bando, nella
    posizione, nella categoria suddetta ed aver acquisito esperienza lavorativa nelle funzioni inerenti al
    posto da ricoprire;
    c)l’assenza, negli ultimi cinque anni, di precedenti penali con sentenza passata in giudicato, nonché
    l’assenza di sanzioni disciplinari nell’arco della vita professionale del candidato;
    d)idoneità fisica allo svolgimento delle mansioni da ricoprire. Al fine di accertare tale requisiti,
    prima del perfezionamento della cessione del contratto, l’Amministrazione potrà sottoporre a visita
    medica il candidato individuato a seguito della presente procedura e, qualora risulti l’inidoneità alle
    mansioni, anche parziale o con prescrizioni, detta cessione non potrà essere conclusa;
    e) possesso del Diploma di Scuola Media Superiore di durata quinquennale;

    1
    In relazione alla Circolare del Dipartimento della Funzione Pubblica DFP0011786 P-4.17.1.7.4 del 22/02/2011 le Amministrazioni soggette a
    limitazioni delle assunzioni sono: le Amministrazioni dello Stato, le Aziende ed Amministrazioni dello Stato ad ordinamento autonomo, tutte le
    Agenzie, le Regioni, le Province, i Comuni, le Università, le Camere di Commercio, tutti gli enti pubblici non economici nazionali, compresi gli enti
    di ricerca, inseriti nell’elenco ISTAT, fermo restando per questi ultimi quanto previsto al punto 4 della predetta circolare. Non sono sottoposti a
    vincoli assunzionali il comparto Scuola e le istituzioni di Alta Formazione e Specializzazione Artistica e Musicale, i Segretari Provinciali e Comunali.
    Per quanto riguarda gli enti pubblici regionali e locali il regime è fissato dai rispettivi ordinamenti. Analogamente avviene per le amministrazioni, le
    aziende e gli enti del Servizio Sanitario Nazionale, tenuto conto che il regime ordinario non prevede vincoli, salvo eventuali indicazioni prescritte
    dalla Regione o i vincoli che derivano da piani di rientro. Conseguentemente i dipendenti di Pubbliche Amministrazioni non soggette a vincoli
    assunzionali non possono partecipare alla selezione in argomento. f)possesso di patente per la guida di autoveicoli cat.B e possesso di patente di guida cat. “A” senza
    limitazioni ( è sufficiente la Categoria B se conseguita entro il 26/4/1988);
    g)essere in possesso del nulla-osta preventivo al trasferimento, rilasciato dall'Amministrazione di
    appartenenza contenente anche l’attestazione di essere Pubblica Amministrazione soggetta a regime
    di limitazione delle assunzioni ai sensi di quanto disposto dall’art. 1 comma 47 della Legge
    311/2004 (da allegare alla domanda di ammissione alla selezione).
    I requisiti sopraelencati devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la
    presentazione della domanda, a pena di esclusione.
    Dove va spedita la domanda: 
    Dirigente del
    Personale ed Organizzazione del Comune di Martina Franca, piazza Roma 32, 74015 Martina
    Franca(TA), redatta compilando lo schema allegato al presente avviso (all.A), mediante:
    - raccomandata A/R;
    - consegna a mano presso l’Ufficio Protocollo ubicato presso la sede comunale;
    - Posta Elettronica Certificata (PEC) al seguente indirizzo:
    protocollo.comunemartinafranca@pec.rupar.puglia.it;
    Contatta l'ente: 
    Per qualsiasi informazioni rivolgersi al Settore Personale ed Organizzazione –Palazzo Ducale
    piazza Roma 32.Tel. 080/4836303-265.
    Prove d'esame: 
    1.Il dirigente titolare del Servizio Personale istruisce le istanze di partecipazione pervenute nei
    termini perentori, ai fini dell’esame della loro regolarità formale e sostanziale; quindi redige un
    elenco del personale ammesso a colloquio di verifica e provvede alla sua pubblicazione sul sito web
    del Comune. Il dirigente medesimo trasmette alla Commissione giudicatrice il suddetto elenco. La
    Commissione procede alla valutazione comparativa di titoli di studio, di servizio e curriculari ai
    sensi delle disposizioni del regolamento comunale degli uffici e dei servizi.
    La Commissione convoca i candidati presso la sede comunale, indicando il giorno e l’ora in cui si
    terrà il colloquio.
    La Commissione giudicatrice, nominata dal dirigente del settore cui si riferisce la procedura, è così
    composta: dal dirigente del settore cui si riferisce la procedura, con funzioni di presidente e da due
    dipendenti dell’Ente procedente aventi qualifica non inferiore a quella del posto da coprire; ove
    necessario, in luogo del personale interno, il dirigente del settore cui si riferisce la procedura può
    nominare dipendenti di altre amministrazioni pubbliche aventi qualifica non inferiore a quella del
    posto da coprire ovvero esperti, docenti e liberi professionisti; da un segretario, da nominare tra
    dipendenti dell'Ente procedente aventi qualifica non inferiore a quella del posto da coprire.
    I candidati idonei sono ammessi a sostenere il colloquio finalizzato alla verifica del possesso dei
    requisiti attitudinali, professionali e di esperienza richiesti per il posto da ricoprire previsti dall’art.1
    del presente avviso; i candidati saranno valutati secondo i punteggi previsti dal presente bando, in
    accordo con il regolamento comunale degli uffici e dei servizi.
    E' collocato nella graduatoria il candidato che avrà ottenuto nel colloquio almeno 21/30esimi e,
    complessivamente, almeno 30/60.
    Prima del colloquio, la commissione attribuisce i punteggi in base ai titoli posseduti e dichiarati dai
    concorrenti.
    Al termine dei colloqui la commissione esprime la propria valutazione complessiva individuale e
    formula la graduatoria finale. Per riserve e preferenze si fa riferimento alla normativa nazionale in
    materia.
    A parità di punteggio in graduatoria precede il più giovane d’età. La graduatoria finale è pubblicata
    sul sito web del Comune per trenta giorni consecutivi.
    2. Titoli: valutazione massima punti 30
     A - Titolo di studio: diploma di scuola secondaria superiore per il posto messo a
    selezione espressa in 60/60 o in 100/100 (in tal caso riproporzionato secondo la
    seguente proporzione 100esimi:
    (y:100 = X : 60) max 5 punti:
    36/60 punti 1
    da 37 a 45/60 2 punti
    da 46 a 55/60 3 punti
    da 56 a 59/60 4 punti
    60/60 5 punti
     B. - servizio prestato presso pubbliche Amministrazioni di tipo subordinato,
    fino ad un massimo di punti 10:
    1 punto per ogni anno o frazione superiore a sei mesi nella qualifica a concorso;
    0,50 punti per ogni anno o frazione superiore a sei mesi nella qualifica
    immediatamente inferiore a quella a concorso;
     C. - Altri titoli ed esperienze max 15 punti :
    I. Abilitazioni ad albi ed ordini, iscrizione a registri che richiedano un esame
    abilitante e/o requisiti speciali previsti dalla normativa istitutiva (avvocati,
    ingegneri, revisori dei conti, commercialisti ecc.) max 6 punti (3 p. per
    ciascuna abilitazione, iscrizione ecc.) II. Corsi di specializzazione di durata minima annuale post universitaria
    legalmente riconosciuti o legalmente equiparati a livello universitario
    riguardanti l'area di conoscenze e di competenze del posto messo a concorso,
    con esclusione di corsi propedeutici o obbligatori per il conseguimento di un
    abilitazione o iscrizione (master II livello), max 6 (3 punti per ogni corso)
    III. Master I livello legalmente riconosciuti con o senza esame finale riguardanti
    l'area di conoscenze e competenze del posto messo a concorso max 6 punti
    (1 punto senza esame, 2 punti con esame)
    IV. Curriculum vitae (relativamente ad altre voci non contemplate
    precedentemente, ma comunque riguardanti l'area di conoscenze e di
    competenze del posto messo a concorso, che denotino preparazione, esperienza
    e/o attitudine al posto a concorso : max 10 punti
    L’attribuzione dei punti, relativamente al punto c), da parte delle
    commissione non potrà comunque superare il punteggio massimo consentito
    di 15 punti, indipendentemente dalla somma algebrica delle varie voci.

    3.Colloquio: valutazione massima punti 30.
    Il colloquio è finalizzato alla verifica del possesso dei requisiti attitudinali, professionali e
    d'esperienza richiesti per il posto da ricoprire;
    La Commissione esprime la propria valutazione in trentesimi fino ad un massimo di punti 30 (dieci
    per ogni commissario).
    Tale colloquio ha carattere prevalentemente non tecnico e tende anche ad evidenziare, in
    combinazione con l’esame del curriculum, le abilità, le competenze e la motivazione del candidato.
    Inoltre, tale colloquio è volto all’accertamento degli aspetti motivazionali ed attitudinali al ruolo da
    ricoprire, delle conoscenze, abilità e competenze del candidato, con particolare riferimento alla
    posizione professionale suindicata, nonché al livello di aderenza tra le esperienze professionali
    maturate e le materie e gli ambiti di competenza richiesti, secondo quanto indicato all’art.1 del
    presente avviso.
    Nella valutazione del colloquio si dovrà tener conto dei seguenti elementi di valutazione:
     Preparazione professionale specifica,
     Grado di autonomia nell’esecuzione del lavoro,
     Attitudine e motivazione al posto per il quale è stata indetta la procedura di mobilità,
     Conoscenze di tecniche di lavoro o di procedure predeterminate necessarie all’esecuzione
    del lavoro.
    Il candidato, inoltre, dovrà possedere competenze di comunicazione efficace, ascolto attivo, di
    lavoro di gruppo.
    Il colloquio si svolgerà nel giorno stabilito alla presenza dell’intera commissione. La mancata
    ingiustificata presentazione del candidato nel luogo, giorno e ora indicate, determinerà l’automatica
    esclusione dal procedimento selettivo. La giustificazione potrà essere ammessa per motivi di salute
    opportunamente documentati da presentazione di certificato medico.
    E’ collocato nella graduatoria il candidato che avrà ottenuto nel colloquio almeno 21/30esimi e,
    complessivamente, almeno 30/60.