48 posti vari presso AGENZIA REGIONALE PER LA PREVENZIONE E LA PROTEZIONE DELL'AMBIENTE - PUGLIA

Occupazione: 
Luogo: 
Posti disponibili: 
48
Scadenza: 
28/02/2019
Cittadinanza: 
Contratto: 

Mobilita', per titoli ed esami, per la copertura di quarantotto posti, per vari profili professionali

Requisiti: 
Pagina 4 di 25 dall'esterno. Ai fini della riserva del posto a concorso, il dipendente dovrà produrre la documentazione relativa alla valutazione positiva dallo stesso conseguita per almeno tre anni. 4. Le riserve legali sopra richiamate non sono cumulabili. Pertanto, il candidato dovrà specificare nella domanda di partecipazione la riserva per cui concorre. 5. Qualora non vi siano candidati idonei aventi titolo alle riserve di cui ai commi 1 e 3 la graduatoria del concorso in questione verrà utilizzata secondo l’ordine generale di merito. 6. Qualora tra i concorrenti dichiarati idonei nella graduatoria di merito ve ne siano alcuni che appartengono a più categorie che danno titolo a preferenza, si applica l’art. 5 del D.P.R. n. 487/1994 e successive modificazioni e integrazioni. ARTICOLO 3 - REQUISITI GENERALI E SPECIFICI DI AMMISSIONE 1. Per l’ammissione alla presente procedura concorsuale, gli aspiranti devono essere in possesso dei seguenti requisiti: • REQUISITI GENERALI a) Cittadinanza italiana. Tale requisito non è richiesto per i soggetti appartenenti alla Unione Europea. Ai sensi del D.P.C.M. n. 174/1994, i cittadini degli Stati membri dell’Unione europea debbono possedere tutti i requisiti richiesti ai cittadini della Repubblica, ad eccezione della cittadinanza italiana, godere dei diritti civili e politici nello stato di appartenenza o di provenienza ed avere un’adeguata conoscenza della lingua italiana; b) Essere cittadino di uno degli Stati membri dell’Unione Europea; c) Essere cittadino non comunitario, in possesso di un diritto di soggiorno o di un diritto di soggiorno permanente, essendo familiare di un cittadino comunitario (art. 38, comma 1, del d.lgs. n. 165/2001); d) Essere cittadino non comunitario con permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo CE (art. 38, comma 3-bis, D.lgs. n. 165/2001); e) Essere cittadino non comunitario, titolare dello status di rifugiato (art. 38, comma 3 bis, d.lgs. n. 165/2001); f) Avere adeguata conoscenza della lingua italiana; g) Idoneità fisica all’impiego, con riferimento alle mansioni specifiche previste per la posizione da ricoprire; h) Godimento dei diritti civili e politici; i) Avere la maggiore età e non aver raggiunto il limite massimo previsto per il collocamento a riposo d’ufficio; j) Non essere stato condannato, anche con sentenza non passata in giudicato, per i reati previsti nel Capo I, Titolo II, Libro II del codice penale; k) Assenza di condanne penali o di processi penali pendenti per reati, anche diversi da quelli del punto precedente, che - se accertati con sentenza passata in giudicato - comportino la sanzione disciplinare del licenziamento, o per i quali la legge escluda l’ammissibilità all’impiego pubblico; l) Non essere stato licenziato per motivi disciplinari o dispensato per inabilità dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione; m) Non essere collocato in quiescenza (art. 5 c. 9 del DL 95/2012, convertito nella Legge n. 135/2012 e ss. mm.); n) Posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva, per i cittadini italiani soggetti a tale obbligo;
Dove va spedita la domanda: 
a) a mezzo posta elettronica certificata (P.E.C.) all'indirizzo concorsi.arpapuglia@pec.rupar.puglia.it; b) a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata al direttore generale dell'ARPA Puglia, corso Trieste n. 27, 70126 - Bari; c) consegna a mano presso l'Ufficio protocollo dell'ARPA Puglia, sito in Bari al corso Trieste n. 27, dal lunedi' al venerdi' dalle ore 9,00 alle ore 13,00.
Contatta l'ente: 
Per eventuali informazioni, gli interessati possono rivolgersi al Servizio gestione risorse umane dell'ARPA Puglia, corso Trieste n. 27 - 70126 Bari. Tel. 080/5460506 - 512 secondo i seguenti orari: lunedi' - venerdi' dalle ore 11,00 alle ore 13,00 e martedi' e giovedi' dalle 15,30 alle 17,30.
Prove d'esame: 
1) Ai sensi dell’art. 43 D.P.R. n. 220/2001, le prove di esame sono articolate in una prova scritta, in una prova pratica ed in una prova orale. 2) La prova scritta, consistente nello svolgimento di un tema o nella soluzione di quesiti a risposta sintetici, verterà sui seguenti argomenti: a) Attività di monitoraggio delle matrici ambientali; b) Tecniche di campionamento delle matrici ambientali c) Procedure di gestione e validazione dei dati ambientali d) Normativa tecnica di settore con particolare riferimento a metodi e norme tecniche. e) Normativa nazionale e regionale 3) La prova pratica, con riferimento alle materie di cui alla prova scritta, consisterà nella: a) Predisposizione di parere su ambienti naturali; b) Predisposizione di rapporti tecnico - scientifici su temi ambientali; c) Elaborazione di dati ambientali con riferimento a sopralluoghi, rilievi, misure in campo e campionamenti di matrici ambientali; d) Predisposizione di parere di competenza nell'ambito dei procedimenti di valutazione di impatto ambientale (V.I.A.), di valutazione ambientale strategica (V.A.S.) e di autorizzazione integrata ambientale (A.I.A.); e) Predisposizione di parere sul monitoraggio delle matrici ambientali. 4) La prova orale verterà sugli argomenti della prova scritta e della prova pratica nonché sulle competenze e sull’organizzazione dell'ARPA Puglia di cui alla Legge Regionale 22/01/1999 n. 6 e s.m.i. e al Regolamento regionale 10/06/2008 n. 7, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Puglia n. 94 del 16/06/2008. In sede di prova orale, la Commissione procederà alla verifica dei requisiti di conoscenza delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse e della lingua inglese.

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente