• Accedi • Iscriviti gratis
  • 8 posti presso l'AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DELLE FERROVIE

    Mobilita' volontaria per la copertura di due posti di categoria professionisti di I qualifica professionale, quattro posti di categoria funzionari e due posti di categoria collaboratori. (GU n.5 del 18-01-2019)

    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    8
    Scadenza: 
    28/02/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Cittadinanza: 
    Requisiti: 
    1. essere dipendente a tempo pieno ed indeterminato della Pubblica Amministrazione (ex art. 1,
    comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001 e ss.mm.ii.);
    2A. per la categoria Professionisti di I qualifica professionale (PROFILO A):
    - essere in possesso del diploma di Laurea (DL), oppure della laurea magistrale (LM) o specialistica
    (LS), in Ingegneria, secondo quanto previsto nell’Allegato A al presente bando, rilasciato da
    Università statali e non statali accreditate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della
    Ricerca, con una votazione non inferiore a 100/110. Per coloro che abbiano conseguito il titolo
    di studio all’estero è richiesto il possesso di un titolo di studio riconosciuto equipollente a quelli
    indicati, secondo la vigente normativa; gli estremi del provvedimento di equipollenza dovranno
    essere dichiarati dal candidato nella domanda di partecipazione alla mobilità a pena di
    esclusione;
    - aver conseguito l’abilitazione professionale ed essere iscritto all’Ordine professionale degli
    ingegneri da almeno 5 anni;
    - essere inquadrati nella pubblica amministrazione da almeno 5 anni nell’area o categoria
    funzionale corrispondente, secondo quanto previsto dall’art. 30, comma 1 del D.lgs. n. 165/2001,
    a quella per la quale si presenta la domanda di partecipazione;
    2B. per la categoria Funzionari (PROFILO B):
    - essere in possesso del diploma di Laurea (DL), oppure della laurea magistrale (LM) o specialistica
    (LS), in Ingegneria, secondo quanto previsto nell’Allegato A al presente bando, rilasciato da
    Università statali e non statali accreditate dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della
    Ricerca, con una votazione non inferiore a 100/110. Per coloro che abbiano conseguito il titolo
    di studio all’estero è richiesto il possesso di un titolo di studio riconosciuto equipollente a quelli
    indicati, secondo la vigente normativa: gli estremi del provvedimento di equipollenza dovranno
    essere dichiarati dal candidato nella domanda di partecipazione alla mobilità a pena di
    esclusione;
    - essere inquadrati nella pubblica amministrazione da almeno 5 anni nell’area o categoria
    funzionale corrispondente, secondo quanto previsto dall’art. 30, comma 1 del D.lgs. n. 165/2001,
    a quella per la quale si presenta la domanda di partecipazione;
    2C. per la categoria Collaboratori (PROFILO C):
    - essere in possesso del diploma di scuola secondaria di secondo grado Settore tecnologico di
    cui all’allegato A al presente bando previsto per il profilo di collaboratore area tecnica, con
    una votazione non inferiore a 90/100;
    - essere inquadrati nella pubblica amministrazione da almeno 5 anni nell’area o categoria
    funzionale corrispondente, secondo quanto previsto dall’art. 30, comma 1 del D.lgs. n. 165/2001,
    a quella per la quale si presenta la domanda di partecipazione;
    3. trovarsi, alla data di scadenza della presentazione delle domande a non meno di 10 anni
    rispetto alla maturazione dei requisiti pensionistici a legislazione vigente;
    4. essere in possesso, al momento di presentazione della domanda, dell’assenso (nulla osta
    preventivo) incondizionato alla mobilità dell’amministrazione di appartenenza, di cui all’art. 30,
    comma 1, del D.Lgs. n. 165/2001; il nulla osta deve essere allegato alla domanda di
    partecipazione in originale o in copia dichiarata conforme ai sensi del D.P.R. 445/2000; con
    riferimento all’applicazione del disposto di cui al terzo periodo del comma 1 del citato art. 30, si
    precisa che le informazioni sulla copertura della dotazione organica di ANSF sono disponibili
    nella pagina Amministrazione trasparente del sito web dell’Agenzia – sezione Personale –
    sottosezione Dotazione organica;
    5. di non aver riportato condanne penali per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che
    incidono sulla moralità professionale, accertati con sentenza di condanna passata in giudicato
    o con decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione
    della pena su richiesta, ai sensi dell’articolo 444 del codice di procedura penale divenuta
    definitiva, nonché comunque di non trovarsi in una delle fattispecie per le quali è prevista la
    sanzione disciplinare del licenziamento né essere sottoposto a misura cautelare restrittiva della
    libertà personale;
    6. non aver riportato sanzioni disciplinari negli ultimi 2 (due) anni precedenti la pubblicazione del
    presente Bando di mobilità e nel corso della presente procedura; in caso sussista un
    procedimento disciplinare pendente alla data di presentazione della domanda di
    partecipazione, il candidato dovrà fornire con la domanda stessa ogni utile informazione e/o
    documentazione ed informare prontamente l’Agenzia sugli esiti del procedimento pendente;
    pertanto, qualora venga comminata una sanzione disciplinare nel corso della presente
    procedura, il candidato interessato sarà escluso dalla procedura medesima;
    7. fare parte dell’elettorato politico attivo e, quindi, godere dei diritti politici e non trovarsi nelle
    seguenti condizioni: i) essere sottoposti a misure di sicurezza detentive, a libertà vigilata o a
    misure di prevenzione; ii) avere subìto l’interdizione dagli uffici pubblici;
    8. essere fisicamente idoneo a svolgere compiti riferiti alla categoria/profilo per la quale si
    concorre; In ogni caso la condizione di privo di vista comporta, ai sensi dell’art. 1 della legge 28
    marzo 1991, n. 120, l’inidoneità fisica specifica alle mansioni proprie dei profili professionali per i
    quali è bandita la presente procedura selettiva, attesi i compiti e le funzioni, come descritti
    nell’Allegato A, da intendersi integralmente richiamato, ai quali saranno addetti i vincitori della
    presente procedura.
    Dove va spedita la domanda: 
    Il candidato dovrà compilare ed inviare la domanda di partecipazione alla procedura
    esclusivamente on line attraverso il form elettronico messo a disposizione sul sito internet
    dell’Agenzia www.ansf.gov.it, nella sottosezione Bandi di concorso della sezione Amministrazione
    Trasparente.
    Contatta l'ente: 
    Responsabile del procedimento è la Dott.ssa Stefania Straface, contatti:
    stefania.straface@ansf.gov.it.
    www.ansf.gov.it
    Prove d'esame: 
    Colloquio.