• Accedi • Iscriviti gratis
  • COMUNE DI TERNI, 37 posti varie qualifiche

    Riapertura dei termini delle procedure di mobilita' esterna volontaria per la copertura di taluni posti, per varie qualifiche professionali. (GU n.76 del 24-09-2019)

    Requisiti: 
    Operatore tecnico
    1. essere in servizio, con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, presso una delle Pubbliche Amministrazioni di cui all‘art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, sottoposta a vincoli in materia di assunzioni di personale a tempo indeterminato;
    2. essere inquadrato in categoria B – grado di inquadramento B1 o corrispondente e nel profilo professionale di Operatore tecnico o equivalente. A tal fine, si precisa che al momento dell’ammissione alla selezione, verranno effettuate le dovute valutazioni in merito alle equiparazioni fra i livelli di inquadramento ed i profili professionali previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione;
    3. essere in possesso del diploma di istruzione secondaria di primo grado;
    4. essere in possesso della patente di guida di categoria “B”, in corso di validità.
    5. aver superato il periodo di prova;
    6. non aver riportato condanne penali, in particolare per i delitti previsti nel Capo I del Titolo II del libro secondo del codice penale, né sanzioni a conclusione di procedure di responsabilità disciplinare, né avere procedimenti in corso della stessa natura. In caso contrario, fornire precisa informazione in merito, anche in relazione alla presenza/assenza di misure cautelari personali in corso, al fine di verificare la compatibilità con lo status di pubblico dipendente;
    7. essere in possesso del nulla osta incondizionato al trasferimento per mobilità esterna volontaria, ex art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, rilasciato dall’Amministrazione di appartenenza, pena l’esclusione; 8. essere in possesso dell’idoneità fisica all’impiego ovvero di essere esente da difetti o imperfezioni che possono influire sul rendimento in servizio in relazione alle mansioni del posto a selezione.
    --
    Elettricista
    1. essere in servizio, con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, presso una delle Pubbliche Amministrazioni di cui all‘art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, sottoposta a vincoli in materia di assunzioni di personale a tempo indeterminato;
    2. essere inquadrato in categoria B – grado di inquadramento B3 o corrispondente e nel profilo professionale di Collaboratore elettricista o equivalente. A tal fine, si precisa che al momento dell’ammissione alla selezione, verranno effettuate le dovute valutazioni in merito alle equiparazioni fra i livelli di inquadramento ed i profili professionali previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione;
    3. essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: - diploma di istruzione secondaria di primo grado associato ad un attestato di qualifica professionale o di specializzazione, attinente alla professionalità richiesta o alle mansioni di contenuto professionale da svolgere, rilasciato da un Centro di Formazione Professionale riconosciuto dalla Regione; - diploma di qualifica professionale attinente alla professionalità richiesta o alle mansioni di contenuto professionale da svolgere, rilasciato da un Istituto Professionale di Stato; - diploma di maturità tecnica o professionale attinente alla professionalità richiesta o alle mansioni di contenuto professionale da svolgere, rilasciato da un Istituto Tecnico o Professionale di Stato.
    4. essere in possesso della patente di guida di categoria “B”, in corso di validità.
    5. aver superato il periodo di prova;
    6. non aver riportato condanne penali, in particolare per i delitti previsti nel Capo I del Titolo II del libro secondo del codice penale, né sanzioni a conclusione di procedure di responsabilità disciplinare, né avere procedimenti in corso della stessa natura. In caso contrario, fornire precisa informazione in merito, anche in relazione alla presenza/assenza di misure cautelari personali in corso, al fine di verificare la compatibilità con lo status di pubblico dipendente;
    7. essere in possesso del nulla osta incondizionato al trasferimento per mobilità esterna volontaria, ex art. 30 del D.Lgs.n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, rilasciato dall’Amministrazione di appartenenza, pena l’esclusione; 8. essere in possesso dell’idoneità fisica all’impiego ovvero di essere esente da difetti o imperfezioni che possono influire sul rendimento in servizio in relazione alle mansioni del posto a selezione.
    ---
    Edile
    1. essere in servizio, con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, presso una delle Pubbliche Amministrazioni di cui all‘art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, sottoposta a vincoli in materia di assunzioni di personale a tempo indeterminato;
    2. essere inquadrato in categoria B – grado di inquadramento B3 o corrispondente e nel profilo professionale di Collaboratore edile/stradale o equivalente. A tal fine, si precisa che al momento dell’ammissione alla selezione, verranno effettuate le dovute valutazioni in merito alle equiparazioni fra i livelli di inquadramento ed i profili professionali previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione;
    3. essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: - diploma di istruzione secondaria di primo grado associato ad un attestato di qualifica professionale o di specializzazione, attinente alla professionalità richiesta o alle mansioni di contenuto professionale da svolgere, rilasciato da un Centro di Formazione Professionale riconosciuto dalla Regione; - diploma di qualifica professionale attinente alla professionalità richiesta o alle mansioni di contenuto professionale da svolgere, rilasciato da un Istituto Professionale di Stato; - diploma di maturità tecnica o professionale attinente alla professionalità richiesta o alle mansioni di contenuto professionale da svolgere, rilasciato da un Istituto Tecnico o Professionale di Stato
    4. essere in possesso della patente di guida di categoria “B”, in corso di validità.
    5. aver superato il periodo di prova;
    6. non aver riportato condanne penali, in particolare per i delitti previsti nel Capo I del Titolo II del libro secondo del codice penale, né sanzioni a conclusione di procedure di responsabilità disciplinare, né avere procedimenti in corso della stessa natura. In caso contrario, fornire precisa informazione in merito, anche in relazione alla presenza/assenza di misure cautelari personali in corso, al fine di verificare la compatibilità con lo status di pubblico dipendente;
    7. essere in possesso del nulla osta incondizionato al trasferimento per mobilità esterna volontaria, ex art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, rilasciato dall’Amministrazione di appartenenza, pena l’esclusione; 8. essere in possesso dell’idoneità fisica all’impiego ovvero di essere esente da difetti o imperfezioni che possono influire sul rendimento in servizio in relazione alle mansioni del posto a selezione.
    ---
    idraulico
    1. essere in servizio, con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, presso una delle Pubbliche Amministrazioni di cui all‘art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, sottoposta a vincoli in materia di assunzioni di personale a tempo indeterminato;
    2. essere inquadrato in categoria B – grado di inquadramento B3 o corrispondente e nel profilo professionale di Collaboratore idraulico o equivalente. A tal fine, si precisa che al momento dell’ammissione alla selezione, verranno effettuate le dovute valutazioni in merito alle equiparazioni fra i livelli di inquadramento ed i profili professionali previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione;
    3. essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: - diploma di istruzione secondaria di primo grado associato ad un attestato di qualifica professionale o di specializzazione attinente alla professionalità richiesta o alle mansioni di contenuto professionale da svolgere, rilasciato da un Centro di Formazione Professionale riconosciuto dalla Regione; - diploma di qualifica professionale attinente alla professionalità richiesta o alle mansioni di contenuto professionale da svolgere, rilasciato da un Istituto Professionale di Stato; - diploma di maturità tecnica o professionale attinente alla professionalità richiesta o alle mansioni di contenuto professionale da svolgere, rilasciato da un Istituto Tecnico o Professionale di Stato.
    4. essere in possesso della patente di guida di categoria “B”, in corso di validità.
    5. aver superato il periodo di prova;
    6. non aver riportato condanne penali, in particolare per i delitti previsti nel Capo I del Titolo II del libro secondo del codice penale, né sanzioni a conclusione di procedure di responsabilità disciplinare, né avere procedimenti in corso della stessa natura. In caso contrario, fornire precisa informazione in merito, anche in relazione alla presenza/assenza di misure cautelari personali in corso, al fine di verificare la compatibilità con lo status di pubblico dipendente;
    7. essere in possesso del nulla osta incondizionato al trasferimento per mobilità esterna volontaria, ex art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, rilasciato dall’Amministrazione di appartenenza, pena l’esclusione; 8. essere in possesso dell’idoneità fisica all’impiego ovvero di essere esente da difetti o imperfezioni che possono influire sul rendimento in servizio in relazione alle mansioni del posto a selezione.
    ---
    istruttore amministrativo
    1. essere in servizio, con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, presso una delle Pubbliche Amministrazioni di cui all‘art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, sottoposta a vincoli in materia di assunzioni di personale a tempo indeterminato;
    2. essere inquadrato in categoria C o corrispondente e nel profilo professionale di Istruttore amministrativo o equivalente. A tal fine, si precisa che al momento dell’ammissione alla selezione, verranno effettuate le dovute valutazioni in merito alle equiparazioni fra i livelli di inquadramento ed i profili professionali previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione;
    3. essere in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado (diploma quadriennale o quinquennale);
    4. aver superato il periodo di prova; 5. non aver riportato condanne penali, in particolare per i delitti previsti nel Capo I del Titolo II del libro secondo del codice penale, né sanzioni a conclusione di procedure di responsabilità disciplinare, né avere procedimenti in corso della stessa natura. In caso contrario, fornire precisa informazione in merito, anche in relazione alla presenza/assenza di misure cautelari personali in corso, al fine di verificare la compatibilità con lo status di pubblico dipendente;
    6. essere in possesso del nulla osta incondizionato al trasferimento per mobilità esterna volontaria, ex art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, rilasciato dall’Amministrazione di appartenenza, pena l’esclusione;
    7. essere in possesso dell’idoneità fisica all’impiego ovvero di essere esente da difetti o imperfezioni che possono influire sul rendimento in servizio in relazione alle mansioni del posto a selezione.
    ---
    perito industriale
    1. essere in servizio, con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, presso una delle Pubbliche Amministrazioni di cui all‘art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, sottoposta a vincoli in materia di assunzioni di personale a tempo indeterminato;
    2. essere inquadrato in categoria C o corrispondente e nel profilo professionale di Istruttore perito industriale o equivalente. A tal fine, si precisa che al momento dell’ammissione alla selezione, verranno effettuate le dovute valutazioni in merito alle equiparazioni fra i livelli di inquadramento ed i profili professionali previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione;
    3. essere in possesso del diploma di Perito industriale;
    4. aver superato il periodo di prova;
    5. non aver riportato condanne penali, in particolare per i delitti previsti nel Capo I del Titolo II del libro secondo del codice penale, né sanzioni a conclusione di procedure di responsabilità disciplinare, né avere procedimenti in corso della stessa natura. In caso contrario, fornire precisa informazione in merito, anche in relazione alla presenza/assenza di misure cautelari personali in corso, al fine di verificare la compatibilità con lo status di pubblico dipendente;
    6. essere in possesso del nulla osta incondizionato al trasferimento per mobilità esterna volontaria, ex art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, rilasciato dall’Amministrazione di appartenenza, pena l’esclusione; 7. essere in possesso dell’idoneità fisica all’impiego ovvero di essere esente da difetti o imperfezioni che possono influire sul rendimento in servizio in relazione alle mansioni del posto a selezione.
    ---
    Vigilanza
    1. essere in servizio, con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, presso una delle Pubbliche Amministrazioni di cui all‘art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, sottoposta a vincoli in materia di assunzioni di personale a tempo indeterminato;
    2. essere inquadrato in categoria C o corrispondente e nel profilo professionale di Istruttore di vigilanza o equivalente. A tal fine, si precisa che al momento dell’ammissione alla selezione, verranno effettuate le dovute valutazioni in merito alle equiparazioni fra i livelli di inquadramento ed i profili professionali previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione;
    3. essere in possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado (diploma quadriennale o quinquennale);
    4. essere in possesso delle patenti di guida di categoria “A” e “B”, ovvero il possesso della patente di guida di categoria “B” se conseguita anteriormente al 26/04/1988, in corso di validità;
    5. essere in possesso dei seguenti requisiti, richiesti dall’art.5 della Legge n. 65/1986, per la qualità di agente di pubblica sicurezza: - godimento dei diritti civili e politici - non aver subito condanna a pena detentiva per delitto non colposo o non essere stato sottoposto a misura di prevenzione - non essere stato espulso dalle Forze armate o dai Corpi militarmente organizzati o destituito dai pubblici uffici; In caso di procedimenti penali in corso fornire precisa informazione in merito, anche in relazione alla presenza/assenza di misure cautelare personali in corso, al fine di verificare la compatibilità con lo status di pubblico dipendente. In caso di sanzioni a conclusione di procedure di responsabilità disciplinare o in caso di procedure ancora in corso, fornire precisa informazione in merito, al fine di verificare la compatibilità con lo status di pubblico dipendente.
    6. non avere impedimenti al porto o all’uso dell’arma di servizio e possedere i requisiti previsti dalla normativa vigente per l’uso della stessa;
    7. avere disponibilità incondizionata a prestare servizio armato e a condurre i veicoli in dotazione al Corpo di Polizia municipale;
    8. essere in possesso dell’idoneità fisica alle mansioni proprie del posto da ricoprire;
    9. non trovarsi nella condizione di cui all’art. 3, comma 4, della Legge n. 68/1999;
    10. aver superato il periodo di prova; 11. essere in possesso del nulla osta incondizionato al trasferimento per mobilità esterna volontaria, ex art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, rilasciato dall’Amministrazione di appartenenza, pena l’esclusione.
    ---
    Geometra
    1. essere in servizio, con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, presso una delle Pubbliche Amministrazioni di cui all‘art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, sottoposta a vincoli in materia di assunzioni di personale a tempo indeterminato;
    2. essere inquadrato in categoria C o corrispondente e nel profilo professionale di Istruttore geometra o equivalente. A tal fine, si precisa che al momento dell’ammissione alla selezione, verranno effettuate le dovute valutazioni in merito alle equiparazioni fra i livelli di inquadramento ed i profili professionali previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione;
    3. essere in possesso del diploma di Geometra (la laurea in ingegneria civile o in architettura assolve il requisito del titolo di studio).
    4. aver superato il periodo di prova;
    5. non aver riportato condanne penali, in particolare per i delitti previsti nel Capo I del Titolo II del libro secondo del codice penale, né sanzioni a conclusione di procedure di responsabilità disciplinare, né avere procedimenti in corso della stessa natura. In caso contrario, fornire precisa informazione in merito, anche in relazione alla presenza/assenza di misure cautelari personali in corso, al fine di verificare la compatibilità con lo status di pubblico dipendente;
    6. essere in possesso del nulla osta incondizionato al trasferimento per mobilità esterna volontaria, ex art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, rilasciato dall’Amministrazione di appartenenza, pena l’esclusione;
    7. essere in possesso dell’idoneità fisica all’impiego ovvero di essere esente da difetti o imperfezioni che possono influire sul rendimento in servizio in relazione alle mansioni del posto a selezione.
    ---
    Programmatori
    1. essere in servizio, con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, presso una delle Pubbliche Amministrazioni di cui all‘art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, sottoposta a vincoli in materia di assunzioni di personale a tempo indeterminato;
    2. essere inquadrato in categoria D o corrispondente e nel profilo professionale di Coordinatore programmatore o equivalente. A tal fine, si precisa che al momento dell’ammissione alla selezione, verranno effettuate le dovute valutazioni in merito alle equiparazioni fra i livelli di inquadramento ed i profili professionali previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione;
    3. essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: - laurea triennale (L) di cui al decreto ministeriale n. 270/2004 nelle classi L8 - L31 o laurea triennale equiparata di cui al decreto ministeriale n. 509/1999, secondo quanto stabilito dal decreto interministeriale 09.07.2009, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 233/2009 - diploma di laurea (DL) vecchio ordinamento in Informatica, Scienze dell’Informazione, Ingegneria informatica o equipollenti o Laurea specialistica (LS) di cui al decreto ministeriale n. 509/1999 o Laurea magistrale (LM) di cui al decreto ministeriale n. 270/2004, equiparate ai diplomi di laurea del vecchio ordinamento sopra indicati, secondo quanto stabilito dal decreto interministeriale 09/07/2009, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 233/2009;
    4. aver superato il periodo di prova;
    5. non aver riportato condanne penali, in particolare per i delitti previsti nel Capo I del Titolo II del libro secondo del codice penale, né sanzioni a conclusione di procedure di responsabilità disciplinare, né avere procedimenti in corso della stessa natura. In caso contrario, fornire precisa informazione in merito, anche in relazione alla presenza/assenza di misure cautelari personali in corso, al fine di verificare la compatibilità con lo status di pubblico dipendente;
    6. essere in possesso del nulla osta incondizionato al trasferimento per mobilità esterna volontaria, ex art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, rilasciato dall’Amministrazione di appartenenza, pena l’esclusione;
    7. essere in possesso dell’idoneità fisica all’impiego ovvero di essere esente da difetti o imperfezioni che possono influire sul rendimento in servizio in relazione alle mansioni del posto a selezione.
    ---
    coordinatore amministrativo
    1. essere in servizio, con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, presso una delle Pubbliche Amministrazioni di cui all‘art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, sottoposta a vincoli in materia di assunzioni di personale a tempo indeterminato;
    2. essere inquadrato in categoria D o corrispondente e nel profilo professionale di Coordinatore amministrativo o equivalente. A tal fine, si precisa che al momento dell’ammissione alla selezione, verranno effettuate le dovute valutazioni in merito alle equiparazioni fra i livelli di inquadramento ed i profili professionali previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione;
    3. essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: - laurea triennale (L) di cui al decreto ministeriale n. 270/2004 nelle classi L14 - L36 - L18 - L33 - L16 o laurea triennale equiparata di cui al decreto ministeriale n. 509/1999, secondo quanto stabilito dal decreto interministeriale 09.07.2009, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 233/2009 - diploma di Laurea (DL) vecchio ordinamento in Giurisprudenza, Scienze politiche, Economia e commercio o equipollenti o Laurea specialistica (LS) di cui al decreto ministeriale n. 509/1999 o Laurea magistrale (LM) di cui al Decreto ministeriale n. 270/2004, equiparate ai diplomi di laurea del vecchio ordinamento sopra indicati, secondo quanto stabilito dal decreto interministeriale 09.07.2009, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 233/2009;
    4. aver superato il periodo di prova;
    5. non aver riportato condanne penali, in particolare per i delitti previsti nel Capo I del Titolo II del libro secondo del codice penale, né sanzioni a conclusione di procedure di responsabilità disciplinare, né avere procedimenti in corso della stessa natura. In caso contrario, fornire precisa informazione in merito, anche in relazione alla presenza/assenza di misure cautelari personali in corso, al fine di verificare la compatibilità con lo status di pubblico dipendente;
    6. essere in possesso del nulla osta incondizionato al trasferimento per mobilità esterna volontaria, ex art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, rilasciato dall’Amministrazione di appartenenza, pena l’esclusione;
    7. essere in possesso dell’idoneità fisica all’impiego ovvero di essere esente da difetti o imperfezioni che possono influire sul rendimento in servizio in relazione alle mansioni del posto a selezione.
    ---
    coordinatore tecnico
    1. essere in servizio, con rapporto di lavoro a tempo pieno e indeterminato, presso una delle Pubbliche Amministrazioni di cui all‘art. 1, comma 2, del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, sottoposta a vincoli in materia di assunzioni di personale a tempo indeterminato;
    2. essere inquadrato in categoria D o corrispondente e nel profilo professionale di Coordinatore tecnico o equivalente. A tal fine, si precisa che al momento dell’ammissione alla selezione, verranno effettuate le dovute valutazioni in merito alle equiparazioni fra i livelli di inquadramento ed i profili professionali previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione;
    3. essere in possesso di uno dei seguenti titoli di studio: - laurea triennale (L) di cui al decreto ministeriale n. 270/2004 nelle classi L17 - L23 - L21 - L7 - L8 - L9 - L34 - L32 o laurea triennale equiparata di cui al decreto ministeriale n. 509/1999, secondo quanto stabilito dal decreto interministeriale 09.07.2009, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 233/2009 - diploma di laurea (DL) vecchio ordinamento in Architettura, Ingegneria, Scienze ambientali, Scienze geologiche o equipollenti o Laurea specialistica (LS) di cui al decreto ministeriale n. 509/1999 o Laurea magistrale (LM) di cui al decreto ministeriale n. 270/2004, equiparate ai diplomi di laurea del vecchio ordinamento sopra indicati, secondo quanto stabilito dal decreto interministeriale 09/07/2009, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 233/2009;
    4. aver superato il periodo di prova;
    5. non aver riportato condanne penali, in particolare per i delitti previsti nel Capo I del Titolo II del libro secondo del codice penale, né sanzioni a conclusione di procedure di responsabilità disciplinare, né avere procedimenti in corso della stessa natura. In caso contrario, fornire precisa informazione in merito, anche in relazione alla presenza/assenza di misure cautelari personali in corso, al fine di verificare la compatibilità con lo status di pubblico dipendente;
    6. essere in possesso del nulla osta incondizionato al trasferimento per mobilità esterna volontaria, ex art. 30 del D.Lgs. n. 165/2001 e successive modifiche ed integrazioni, rilasciato dall’Amministrazione di appartenenza, pena l’esclusione;
    7. essere in possesso dell’idoneità fisica all’impiego ovvero di essere esente da difetti o imperfezioni che possono influire sul rendimento in servizio in relazione alle mansioni del posto a selezione.
    Dove va spedita la domanda: 
    Comune di Terni, Piazza M. Ridolfi n. 1 - 05100 Terni
    PEC comune.terni@postacert.umbria.it
    Contatta l'ente: 
    Ufficio organizzazione - concorsi - gestione del personale della Direzione personale - organizzazione del Comune di Terni, piazza Mario Ridolfi n. 39; tel. 0744549681 - 0744549632.
    www.comune.terni.it
    Prove d'esame: 
    Colloquio