• Accedi • Iscriviti gratis
  • 3 professore universitario presso UNIVERSITA' DELLA CAMPANIA LUIGI VANVITELLI

    Procedure di selezione per la chiamata di tre professori di prima fascia, per vari Dipartimenti

    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    3
    Scadenza: 
    12/07/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Requisiti: 
    Ad ognuno dei procedimenti di selezione di cui al precedente art. 1 possono partecipare: a) studiosi che abbiano conseguito l'abilitazione scientifica nazionale ai sensi dell'art. 16 della
    Legge n. 240/2010 per il settore concorsuale ovvero per uno dei settori concorsuali ricompresi nel medesimo macrosettore e per le funzioni oggetto del procedimento; coloro che abbiano conseguito l'idoneità ai sensi della Legge n. 210 del 3 luglio 1998 in un settore scientifico disciplinare compreso nel settore concorsuale oggetto del presente bando per la 1 fascia, limitatamente al periodo di durata della idoneità stessa; professori di I fascia già in servizio presso altri Atenei afferenti al settore concorsuale di cui al
    presente bando; d) studiosi stabilmente impegnati all'estero in attività di ricerca o insegnamento a livello
    universitario in posizioni di livello pari a quelle oggetto del bando, sulla base delle tabelle di corrispondenza definite sia dal Decreto del Ministro dell'Università e della Ricerca n. 662 dell'1.09.2016 sia da successivi Decreti Ministeriali e operanti in ambito corrispondente ai settori concorsuali oggetto della procedura.
    Non possono partecipare alla selezione e saranno, pertanto, esclusi dalla procedura stessa: coloro che abbiano un grado di parentela o di affinità fino al quarto grado compreso con un professore appartenente al Dipartimento, che ha richiesto l'indizione della procedura selettiva di chiamata, ovvero con il Rettore, il Direttore Generale o un componente del Consiglio di
    Amministrazione dell'Ateneo;
    • coloro che sono stati esclusi dal godimento dei diritti civili e politici;
    coloro che sono stati destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento; coloro che sono stati dichiarati decaduti da altri impieghi statali, ai sensi dell'art. 127, lett. d), del D.P.R. n. 3 del 10.01.1957.
    I requisiti per l'ammissione, pena esclusione, devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande ed il loro possesso sarà verificato dalla Commissione Giudicatrice nominata per ciascuna selezione.
    Questa Amministrazione garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso al lavoro e per il trattamento sul posto di lavoro.
    Dove va spedita la domanda: 
    Le domande di ammissione alle procedure di selezione - firmate
    dai candidati di proprio pugno, pena l'esclusione dal concorso -
    redatte in carta semplice in conformita' al modello allegato al
    bando, potranno essere consegnate a mano, a pena di esclusione, entro
    le ore 12,00 del 12 luglio 2019, presso l'ufficio reclutamento
    personale docente e ricercatore dell'Universita' degli studi della
    Campania «Luigi Vanvitelli» - via De Gasperi n. 55 - IV piano - 80133
    Napoli, nei giorni dal lunedi' al venerdi', dalle ore 9,00 alle ore
    12,00.
    In alternativa le domande potranno essere spedite entro il
    termine suddetto, a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento,
    ovvero con qualsiasi altro mezzo atto a certificarne la ricezione, al
    rettore dell'Universita' degli studi della Campania «Luigi
    Vanvitelli» - ufficio reclutamento personale docente e ricercatore -
    via De Gasperi n. 55 - IV piano - 80133 Napoli.
    Contatta l'ente: 
    Eventuali informazioni o chiarimenti in merito alle modalita' di
    presentazione delle domande possono essere richiesti all'ufficio
    reclutamento personale docente e ricercatore tel. 081 -
    5667047/7062/7063/7059.
    Prove d'esame: 
    a) l'originalità e l'innovatività della produzione scientifica e il rigore metodologico; b) l'apporto individuale del candidato, analiticamente determinato nei lavori in collaborazione;
    c) la congruenza dell'attività del candidato con le discipline ricomprese nel settore concorsuale ovvero del settore scientifico-disciplinare per il quale è bandita la procedura;
    d) la rilevanza scientifica della collocazione editoriale delle pubblicazioni e la loro diffusione all'interno della comunità scientifica;
    e) la continuità temporale della produzione scientifica, anche in relazione all'evoluzione delle conoscenze nello specifico settore.
    Ai fini della predetta valutazione, la Commissione ricorre, ove possibile, a parametri riconosciuti in ambito scientifico internazionale.
    La Commissione, in ogni caso, oltre a quanto indicato nei commi precedenti, valuta specificamente:
    a) il possesso del titolo di dottore di ricerca o equivalente, conseguito in Italia o all'estero; b) l'attività didattica svolta a livello universitario in Italia o all'estero; c) i servizi prestati negli Atenei e negli Enti di ricerca italiani e stranieri; d) attività in campo clinico per i settori in cui sono richieste tali specifiche competenze; e) l'attività di ricerca presso soggetti pubblici e privati, italiani e stranieri;
    f) la direzione, l'organizzazione e il coordinamento di gruppi di ricerca nazionali o internazionali o il coordinamento di progetti nell'ambito della didattica di interesse nazionale;
    g) la prova didattica per coloro che non appartengono ai ruoli universitari quali ricercatore, anche a tempo determinato, e professore di Il fascia e di I fascia ed, eventualmente, se richiesto dal Dipartimento ed indicato nell'art. 1 del presente bando, anche per coloro che appartengono al ruolo universitario di ricercatore.