• Accedi • Iscriviti gratis
  • 50 profili vari presso COMUNE DI BARI

    Concorso pubblico per la copertura di taluni posti vacanti e disponibili

    Requisiti: 
    2
    merito, in conseguenza della mancata costituzione o dell’avvenuta estinzione del rapporto di lavoro con i
    candidati vincitori.
    I suddetti posti sono collocati nella categoria D - posizione economica D1 - cui compete il trattamento
    economico iniziale previsto dal C.C.N.L. del personale del Comparto “Funzioni Locali” in vigore al momento
    della stipula del contratto individuale di lavoro con i vincitori, la 13^ mensilità, l'eventuale trattamento di
    famiglia, oltre ad ogni altra indennità prevista dallo stesso C.C.N.L.
    La riserva a favore del personale interno opera nei confronti dei dipendenti in possesso dei
    medesimi requisiti previsti per l’accesso dall’esterno, alle condizioni appresso indicate.
    Alla riserva dei posti in favore del personale interno possono accedere esclusivamente i
    dipendenti di ruolo (ora tempo indeterminato) del Comune, in servizio alla data di scadenza del
    bando da almeno 3 anni presso il Comune di Bari ed in possesso di una anzianità di servizio di 3
    anni nella categoria immediatamente inferiore (Categoria C) al posto da ricoprire ovvero da
    almeno 5 anni per i profili professionali di Categoria C di diversa Famiglia Professionale rispetto
    a quella del posto messo a concorso, secondo quanto previsto nell’Allegato A della vigente
    D.A.I., nonché dei medesimi requisiti richiesti per i candidati esterni, nell'ambito della
    procedura concorsuale pubblica.
    I posti riservati ai dipendenti interni che non venissero ricoperti saranno comunque conferiti ad altri candidati
    classificatisi secondo l’ordine della graduatoria generale di merito.
    Dei suddetti posti 3 sono riservati, ai sensi dell’art. 1014 e dell’art. 678 del D.Lgs. 15/3/2010 n. 66, come
    recepito dall’art. 7 della vigente D.A.I., in favore dei volontari delle FF.AA. (militari di truppa delle Forze
    Armate, congedati senza demerito dalle ferme contratte, nonché ufficiali di complemento in ferma biennale
    o ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta).
    Non si dà luogo ad alcuna riserva in favore degli appartenenti alle categorie di cui alla Legge n. 68/1999, in
    quanto interamente soddisfatte, giusta prospetto informativo UNPI inviato al Servizio politiche del Lavoro e
    dell’Impiego della Provincia di Bari, ex art. 9 della Legge n. 68/1999.


    ART. 2 – REQUISITI GENERALI DI AMMISSIONE
    Per essere ammessi al concorso gli aspiranti devono possedere i seguenti requisiti:
    a) cittadinanza italiana o cittadinanza di uno degli Stati Membri dell’Unione Europea, fatte salve
    le eccezioni di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 7 febbraio 1994. Sono comparati ai
    cittadini gli italiani non appartenenti alla Repubblica. I cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea
    devono inoltre possedere i seguenti requisiti:
     essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti
    previsti per i cittadini della Repubblica Italiana,
     avere adeguata conoscenza della lingua italiana,
     essere in possesso di titolo di studio riconosciuto in Italia;
    b) idoneità fisica all'impiego e alle specifiche mansioni tipiche del profilo professionale da ricoprire, che
    l’Amministrazione si riserva di accertare preventivamente ai sensi dell’art. 41 del D.Lgs. n. 81/2008;
    c) godimento dei diritti politici e, per i cittadini dell’Unione Europea, anche negli Stati di appartenenza
    o provenienza;
    d) non essere stati esclusi dall’elettorato politico attivo e destituiti o dispensati dall’impiego presso
    una pubblica amministrazione e licenziati per persistente insufficiente rendimento o per aver conseguito
    l’impiego mediante la produzione di documenti falsi e comunque con mezzi fraudolenti, nonché di non
    aver riportato condanne penali che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in materia, la
    costituzione del rapporto di impiego con Pubbliche Amministrazioni;
    e) essere in posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva e di quelli relativi al servizio
    militare volontario (per i candidati cittadini italiani di sesso maschile nati entro il 31/12/1985);
    f) possesso del seguente titolo di studio:
     Laurea I livello (L) appartenente alle classi: L14 Lauree in Scienze dei Servizi Giuridici - L16 Lauree in
    Scienze dell'Amministrazione e dell'Organizzazione - L18 Lauree in Scienze dell'Economia e della
    Gestione Aziendale - L33 Lauree in Scienze Economiche - L36 Lauree in Scienze Politiche e delle
    Relazioni Internazionali - L40 Lauree in Sociologia;
     ovvero Diploma di laurea vecchio ordinamento (DL) in: Giurisprudenza, Scienze dell’amministrazione,
    Scienze politiche, Economia e commercio, Economia ambientale, Economia assicurativa e previdenziale, Economia aziendale, Economia bancaria, Economia bancaria, finanziaria e
    assicurativa, Economia del commercio internazionale e dei mercati valutari, Economia del turismo,
    Economia delle amministrazioni pubbliche e delle istituzioni internazionali, Economia delle istituzioni
    e dei mercati finanziari, Economia e finanza, Economia e gestione dei servizi, Economia e
    legislazione per l’impresa, Economia industriale, Economia marittima e dei trasporti, Economia per le
    arti, la cultura e la comunicazione, Economia politica, Sociologia;
     ovvero Laurea specialistica (LS) appartenente alle classi: 19/S Finanza, 22/S Giurisprudenza, 49/S
    Metodi per la ricerca empirica nelle scienze sociali, 57/S Programmazione e gestione delle politiche e
    dei servizi sociali, 60/S Relazioni internazionali, 64/S Scienze dell’economia, 70/S Scienze della
    politica, 71/S Scienze delle pubbliche amministrazioni, 83/S Scienze economiche per l’ambiente e la
    cultura, 84/S Scienze economico-aziendali, 88/S Scienze per la cooperazione allo sviluppo, 89/S
    Sociologia, 99/S Studi europei, 102/S Teoria e tecniche della normazione e dell'informazione
    giuridica;
     ovvero Laurea Magistrale (LM) appartenente alle classi: LMG/01 Giurisprudenza, LM-16 Finanza, LM-
    52 Relazioni internazionali, LM-56 Scienze dell’economia, LM-62 Scienze della politica, LM-63 Scienze
    delle pubbliche amministrazioni, LM-76 Scienze economiche per l'ambiente e la cultura, LM-77
    Scienze economico-aziendali, LM-81 Scienze per la cooperazione allo sviluppo, LM-87 Servizio sociale
    e politiche sociali, LM-88 Sociologia e ricerca sociale, LM-90 Studi europei;
     ovvero altra laurea per intervenuta equipollenza ai sensi delle norme vigenti.
    Dove va spedita la domanda: 
    Il candidato deve produrre la domanda di partecipazione esclusivamente in via telematica
    Contatta l'ente: 
    Responsabile del procedimento di cui al presente Bando è il funzionario incaricato della Posizione
    Organizzativa Strutturale Assunzioni e Cessazioni della Ripartizione Personale del Comune di Bari –
    Via A. Ballestrero n. 62 (indirizzo PEC:
    concorsi.comunebari@pec.rupar.puglia.it)
    , ai sensi di quanto previsto
    dalla Legge n. 241/1990 e successive integrazioni e modificazioni.
    Prove d'esame: 
    Le prove di esame si svolgeranno secondo le norme stabilite dalla vigente D.A.I. del Comune di Bari, con
    particolare riferimento agli artt. 24 e seguenti e consisteranno:
    Prova scritta: Nozioni di Diritto amministrativo e costituzionale;
    Prova orale: Nozioni di diritto civile, penale in materia di reati contro la P.A., di scienza delle finanze,
    nozioni sull'ordinamento degli enti locali, e sull'ordinamento dello Stato Civile. Norme
    generali sull’ordinamento del lavoro alle dipendenze della Pubblica Amministrazione, con
    riferimento al Decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165, e successive modificazioni e
    integrazioni; Legislazione in materia di contratti della pubblica amministrazione;
    Normativa in materia di protezione dei dati personali; Statuto del Comune di Bari,
    Elementi di legislazione in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro (D.Lgs n.
    81/2008); codice di comportamento dei pubblici dipendenti. Accertamento conoscenza
    della lingua Inglese e dalla capacità pratica dell’uso delle apparecchiature e delle
    applicazioni informatiche più diffuse.
    Colloquio per la valutazione psico-attitudinale del candidato.