• Accedi • Iscriviti gratis
  • medico igiene presso AZIENDA UNITA' LOCALE SOCIO-SANITARIA N. 7 PEDEMONTANA - BASSANO DEL GRAPPA

    Conferimento dell'incarico quinquennale di direttore unita' operativa complessa servizio igiene e sanita' pubblica del Dipartimento di prevenzione, profilo professionale medici, disciplina di igiene, epidemiologia e sanita' pubblica, area di sanita' pubblica.

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    20/06/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    5
    altre strutture aziendali e dipartimentali, di promuovere negli operatori comportamenti di
    gestione dell’autonomia tecnico professionale;
    h. capacità, nell’ambito dell’equipe, di comunicare, motivare, valorizzare, favorire ed implementare
    lo sviluppo professionale;
    i. capacità didattica e di trasferimento delle conoscenze ai dirigenti medici ed al personale del
    comparto afferenti alla Struttura;
    j. promozione della formazione continua e del miglioramento scientifico e professionale di tutto il
    personale;
    k. promozione dell’osservanza del codice di comportamento dei pubblici dipendenti;
    l. propensione al coordinamento delle attività lavorative di gruppo anche con altre unità operative;
    m. capacità di lavorare per obiettivi, di impostare e gestire le attività della struttura organizzativa
    secondo logiche di programmazione aziendale;
    n. capacità di introdurre e promuovere innovazioni organizzative ed operative per migliorare
    l’efficienza e l’efficacia delle attività della struttura, di assicurare la corretta applicazione delle
    procedure operative, nella logica del miglioramento continuo;
    o. capacità di utilizzo degli strumenti del governo clinico e del miglioramento continuo della qualità
    e della sicurezza dei servizi sanitari;
    p. garanzia del rispetto della normativa in ambito di anticorruzione e promozione della conoscenza
    del regolamento aziendale nell’ambito della struttura gestita;
    q. garanzia del rispetto e dell’applicazione della normativa in tema di sicurezza dei lavoratori
    (D.L.vo 81/2008).


    REQUISITI per l’AMMISSIONE

    Per l’ammissione all’Avviso, i Candidati dovranno essere in possesso dei seguenti requisiti:

    requisiti generali:

    a) cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle Leggi vigenti o cittadinanza in uno dei
    Paese dell’Unione Europea.
    A’ sensi dell’art. 38 del D.Lgs. n. 165 del 30.03.2001 e dell’art. 25, comma 2, del D.Lgs. n. 251 del
    19.01.2007, così come modificati dall’art. 7 della Legge n. 97 del 6.08.2013, possono altresì
    partecipare al concorso:
    • i famigliari dei cittadini indicati alla lettera a) non aventi la cittadinanza italiana o la cittadinanza di
    uno degli Stati membri dell’Unione Europea, che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto
    di soggiorno permanente. Per la definizione di familiare, si rinvia all’art. 2 della direttiva
    comunitaria n. 2004/38/CE;
    • i cittadini di Paesi terzi titolari di permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o
    titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria;
    I cittadini stranieri devono essere in possesso dei diritti civili e politici anche negli stati di
    appartenenza o di provenienza e avere una adeguata conoscenza della lingua italiana, che verrà
    accertata dalla commissione esaminatrice contestualmente alla valutazione della prova d’esame
    (D.P.C.M. 7.02.1994 n. 174);
    b) idoneità fisica all'impiego. L'art. 42 del D.Lgs 21.6.2013 n. 69 convertito con modificazioni dalla
    Legge 9.8.2013 n. 98 ha abrogato le disposizioni concernenti l'obbligo del certificato di idoneità fisica
    per l'assunzione nel pubblico impiego, fermi restando gli obblighi di certificazione previsti dal D.Lgs.
    9.4.2008 n. 81 per i lavoratori soggetti a sorveglianza sanitaria; c) godimento dei diritti civili e politici; non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati
    esclusi dall’elettorato attivo; i cittadini stranieri devono godere dei diritti civili e politici nello Stato di
    appartenenza;
    d) nessun limite di età: a norma dell’art. 3, comma 6 della L. 15.05.1997, n. 127. Si precisa che la
    durata dell’incarico non potrà superare la data prevista per il collocamento a riposo, stabilita dalla
    normativa vigente.
    Non possono accedere agli impieghi coloro che siano stati esclusi dall’elettorato attivo politico, nonché
    coloro che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per aver
    conseguito l’impiego stesso mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile,
    ovvero siano stati licenziati a decorrere dalla data di entrata in vigore del primo contratto collettivo nazionale
    di lavoro.

    requisiti specifici:

    a) iscrizione all’albo professionale dell'Ordine dei Medici Chirurghi e Odontoiatri.
    L’iscrizione al corrispondente albo professionale di uno dei Paesi dell’Unione europea consente la
    partecipazione all’avviso, fermo restando l’obbligo dell’iscrizione all’albo in Italia prima dell’assunzione
    in servizio.
    b) anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque nella disciplina oggetto dell’incarico o disciplina
    equipollente e specializzazione nella disciplina o in una disciplina equipollente, ovvero anzianità di
    servizio di dieci anni nella disciplina (l’anzianità di servizio utile per l’accesso al presente avviso
    deve essere maturata secondo le disposizioni dell’art. 10 del D.P.R. 484/1997 presso amministrazioni
    pubbliche o presso altri istituti o enti ivi previsti e secondo le disposizioni del Decreto Ministeriale del
    23 marzo 2000 n. 184).
    c) curriculum professionale a’ sensi dell’articolo 8 del D.P.R. 10 dicembre 1997 n. 484 in cui sia
    documentata una specifica attività professionale ed adeguata esperienza a’ sensi dell’articolo 6 del
    medesimo D.P.R.;
    d) attestato di formazione manageriale di cui all’art. 5, comma 1 lett.d) del D.P.R. 484/97). Tale
    attestato deve essere conseguito entro un anno dall’inizio dell’incarico; il mancato superamento del
    primo corso, attivato dalla Regione successivamente al conferimento dell’incarico determina la
    decadenza dall’incarico stesso.
    Dove va spedita la domanda: 
    I candidati hanno altresì facoltà di inviare all’azienda la domanda in via telematica all’indirizzo:
    protocollo.aulss7@pecveneto.it,
    Contatta l'ente: 
    Per informazioni rivolgersi al servizio personale - ufficio
    concorsi dell'Azienda U.L.SS. n. 7 Pedemontana - tel.
    0445/389429-389224.
    Prove d'esame: 
    La verifica relativa alla presenza dei requisiti di ammissione dei Candidati è effettuata dagli Uffici
    competenti dell’Azienda U.L.S.S. n. 7 Pedemontana.
    Il Commissario dispone con proprio provvedimento l’ammissione o l’esclusione dei Candidati con
    successiva pubblicazione del provvedimento stesso sul sito aziendale.

    La data e sede in cui si svolgerà il colloquio saranno comunicate ai candidati con lettera inviata
    all’indirizzo PEC indicato nella domanda, ovvero con raccomandata con avviso di ricevimento almeno 15
    giorni prima del giorno fissato per la prova stessa.

    I candidati che non si presenteranno a sostenere il colloquio nel giorno, nell’ora e nella sede stabilita,
    saranno dichiarati rinunciatari all’avviso, qualunque sia la causa dell’assenza anche se non dipendente dalla
    volontà dei singoli concorrenti.

    La Commissione esaminatrice provvederà all’analisi comparativa dei curricula dei candidati ed a un
    colloquio con gli stessi e formulerà, quindi, una terna di candidati idonei sulla base dei migliori punteggi
    attribuiti.

    La Commissione dispone complessivamente di 80 punti, 50 dei quali relativi al curriculum e 30 al
    colloquio.
    La valutazione del curriculum professionale avviene con riferimento:
    − alla tipologia delle istituzioni in cui solo allocate le strutture presso le quali il candidato ha svolto la sua
    attività e alla tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture medesime (massimo punti 5);
    − alla posizione funzionale del candidato nelle strutture ed alle sue competenze con indicazione di specifici
    ambiti di autonomia professionale con funzioni di direzione (massimo punti 15);
    − alla tipologia ed alla quantità delle prestazioni effettuate dal candidato. Le casistiche devono essere
    riferite al decennio precedente alla data di pubblicazione dell’avviso per estratto nella Gazzetta Ufficiale e
    devono essere certificate dal Direttore Sanitario sulla base delle attestazioni del Direttore del competente
    dipartimento o unità operativa di appartenenza (massimo punti 20);
    − all’attività didattica presso corsi di studio per il conseguimento di diploma di laurea o di specializzazione
    con indicazione delle ore annue di insegnamento (massimo punti 3);
    − ai soggiorni di studio o di addestramento professionale per attività attinenti alla disciplina in rilevanti
    strutture italiane o estere di durata non inferiore a un anno, con esclusione dei tirocini obbligatori, nonché
    alla partecipazione a corsi, congressi, convegni, seminari, anche effettuati all’estero, valutati secondo i
    criteri di cui all’art. 9 del D.P.R. n. 484/1997 (massimo punti 2);
    − alla produzione scientifica strettamente pertinente alla disciplina, pubblicata su riviste italiane o straniere,
    caratterizzate da criteri di filtro nell’accettazione dei lavori, nonché il suo impatto sulla comunità scientifica
    (massimo punti 5).

    Il colloquio è diretto alla valutazione delle capacità professionali del candidato nella specifica disciplina
    con riferimento anche alle esperienze professionali documentate, nonché all’accertamento delle capacità
    gestionali, organizzative e di direzione del medesimo con riferimento all’incarico da svolgere.
    Il superamento della prova del colloquio è subordinato al raggiungimento di una valutazione di
    sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30.

    Sulla base della valutazione complessiva, la Commissione presenta al Commissario, per il seguito di
    competenza, la terna di Candidati idonei, accompagnata da una relazione della Commissione, redatta in
    forma sintetica; la terna dei Candidati idonei, la relazione sintetica e i curricula dei Candidati presenti al
    colloquio sono pubblicati sul sito internet aziendale prima della nomina.