• Accedi • Iscriviti gratis
  • tecnologo presso CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE - ISTITUTO DI FISIOLOGIA CLINICA DI PISA

    Procedura di selezione, per titoli e colloquio, per la copertura di un posto di tecnologo III livello, a tempo determinato.

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    20/06/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Contratto: 

    Categorie correlate

    Requisiti: 


    CONSIGLIO NAZIONALE DELLE RICERCHE - ISTITUTO DI FISIOLOGIA CLINICA IFC-CNR
    Via G. Moruzzi, 1 - 56124 Pisa (Italy) C.F. 80054330586 - P. IVA 02118311006
    Direzione: Tel. 050/3152016-3302 - Fax 050/3153303

    PRESO ATTO che la copertura finanziaria degli oneri connessi all’assunzione a tempo determinato
    graverà sui fondi provenienti dal suddetto contratto attivo, stipulato con Fondazione Toscana Gabriele
    Monasterio, Repertorio contratti SIGLA n. 20788/2018, decreto di accertamento di entrata protocollo n
    0011115 del 14/11/2018, registrato nel sistema contabile SIGLA con n. 34676/2018, iscritto in
    bilancio con variazione al Piano di Gestione n. 5745/2018;
    VISTO il provvedimento prot. n. 0011123 del 14/11/2018 concernente la variazione al piano di
    gestione registrata nel sistema contabile SIGLA con n. 5745/2018, con la quale è stato disposto il
    trasferimento delle risorse finanziarie sulle pertinenti voci del bilancio dell’Ente;
    CONSIDERATO che la verifica della professionalità interna all’Istituto avviata con nota prot. n.
    11472 del 22/11/2018, per lo svolgimento dell’attività oggetto del presente bando, si è conclusa con
    esito negativo;
    CONSIDERATO che la verifica della professionalità interna all’Ente avviata con nota del Direttore
    Generale prot. AMMCEN n. 11940 del 30/11/2018 per lo svolgimento dell’attività oggetto del
    presente bando, si è conclusa con esito negativo;
    ACQUISITO il parere favorevole del Direttore del Dipartimento di Scienze Biomediche, prot. n.
    9636 del 11/02/2019,
    VISTA la delibera del Consiglio di Amministrazione n. 90 in data 03 Aprile 2019, mediante la quale è
    stata autorizzata l’emanazione del presente bando di selezione,


    d i s p o n e

    Art. 1
    Posizioni da attribuire - Programma di attività
    È indetta una selezione pubblica per titoli e colloquio ai sensi dell'art. 8 del "Disciplinare
    concernente le assunzioni di personale con contratto di lavoro a tempo determinato" per
    l'assunzione, con contratto di lavoro a tempo determinato ai sensi dell'art. 83 del CCNL del
    Comparto “Istruzione e Ricerca” 2016-2018, sottoscritto in data 19 aprile 2018, di una unità di
    personale con profilo professionale di T e c n o l o g o - III livello full time, fascia stipendiale
    iniziale, presso l'Istituto di Fisiologia Clinica, sede di Pisa, per lo svolgimento della seguente
    attività di ricerca scientifica o tecnologica : “Scouting di bandi regionali, nazionali,
    europei/internazionali, redazione di proposte in lingua inglese e predisposizione di budget in
    risposta a bandi europei/internazionali, project management di consorzi di progetti gestiti
    dall’Ufficio Grant, redazione di reportistica di progetti europei, applicazione di metodi di controllo
    della qualità” nell’ambito del progetto denominao “Progetto Ufficio Grant” citato nelle premesse.

    Art. 2
    Requisiti di ammissione
    1. Per l’ammissione alla selezione sono richiesti i seguenti requisiti:
    a) cittadinanza di uno degli Stati membri dell’Unione Europea;
    b) possono altresì partecipare i familiari dei cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea non
    aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del
    diritto di soggiorno permanente, ovvero i cittadini di Paesi Terzi, che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di
    rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria;
    c) posizione regolare nei confronti degli obblighi militari, qualora soggetti;
    d) non aver riportato condanne penali che impediscano, ai sensi delle vigenti disposizioni in
    materia, la costituzione di un rapporto di lavoro con le Pubbliche Amministrazioni;
    e) godimento dei diritti civili e politici;
    f) Laurea Magistrale in Economia e Commercio (classe DM 270/04) LM-56, Scienze politiche
    (classe DM 270/04) LM-62, Giurisprudenza (classe DM 270/04) LM-01 o Filosofia (classe
    DM 270/04) LM-78 ovvero Lauree Specialistiche in Economia e Commercio (classe DM
    509/99) 64/S, Scienze politiche (classe DM 509/99) 70/S, Giurisprudenza (classe DM 509/99)
    22/S, Filosofia (classe DM 509/99) 17/S, ovvero Diplomi di Laurea (vecchio ordinamento)
    equiparati alle predette classi di laurea, ai sensi del Decreto interministeriale 9/7/2009 e
    successive integrazioni. Saranno inoltre ammessi i titoli di studio dichiarati equipollenti dalla
    normativa vigente.
    Per i titoli di studio conseguiti all’estero è richiesta la dichiarazione di equipollenza ovvero di
    equivalenza secondo la procedura prevista dall’art. 38 del D.Lgs 165/2001, la cui modulistica è
    disponibile sul sito web del Dipartimento della Funzione Pubblica. Il candidato che non sia
    ancora in possesso del provvedimento di equipollenza o equivalenza dovrà dichiarare nella
    domanda di partecipazione di aver presentato la relativa richiesta. In tal caso il candidato sarà
    ammesso alla procedura selettiva con riserva, fermo restando che l’equipollenza o
    l’equivalenza del titolo di studio dovranno obbligatoriamente essere presentati prima della
    stipula del contratto.
    g) Esperienza almeno triennale in attività acquisita nell’ideazione, progettazione, elaborazione,
    predisposizione di budget e redazione di progetti in lingua inglese nel settore delle scienze della
    vita e cooperazione sanitaria; gestione e coordinamento di progetti europei, nazionali e
    regionali con predisposizione di reportistica in lingua inglese; applicazione e gestione di
    sistemi e metodi di project management e di qualità dei processi; conoscenza dei principi di
    rendicontazione dei fondi europei.
    h) conoscenza della lingua inglese e dell’informatica di base (da valutarsi in sede di colloquio);
    i) conoscenza della lingua italiana per i candidati di cittadinanza diversa da quella italiana (da
    valutarsi in sede di colloquio).

    I requisiti richiesti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la presentazione della
    domanda, pena l’esclusione dalla procedura selettiva.
    Dove va spedita la domanda: 
    La domanda deve essere compilata e presentata esclusivamente via Internet, utilizzando
    un’applicazione informatica disponibile nell’area concorsi del sito CNR all’indirizzo
    https://selezionionline.cnr.it,
    Contatta l'ente: 
    Il relativo bando n. 380.7 IFC TEC e' pubblicato sul sito
    istituzionale del Consiglio nazionale delle ricerche
    http://www.urp.cnr.it/ (Sezione Lavoro e Formazione) e nel sistema di
    selezioni on-line CNR https://selezionionline.cnr.it
    Prove d'esame: 
    1. La Commissione esaminatrice, nominata dal Direttore della struttura interessata, è composta secondo
    le disposizioni di cui agli articoli 5 e 7 del “Disciplinare concernente le assunzioni di personale con
    contratto di lavoro a tempo determinato”.
    2. Il decreto di nomina è pubblicato sulla pagina del sito Internet del CNR: agli indirizzi
    http://www.urp.cnr.it/ e https://selezionionline.cnr.it.
    3. Le eventuali modificazioni dello stato giuridico intervenute successivamente alla nomina non
    incidono sulla qualità di commissario.
    4. Le eventuali istanze di ricusazione di uno o più componenti della Commissione giudicatrice da
    parte dei candidati, qualora ricorrano le condizioni previste dall’art.51 del codice di procedura
    civile, devono essere proposte al Direttore di cui al comma 1 nel termine perentorio di quindici
    giorni a decorrere dalla data di pubblicazione del decreto di nomina. Decorso tale termine non sono
    ammesse istanze di ricusazione dei commissari.
    5. La Commissione conclude la procedura entro tre mesi dalla data della prima riunione. Con proprio
    decreto il Direttore di cui al comma 1 può prorogare il predetto termine per una sola volta e per non
    più di due mesi. L'inosservanza di tale termine dovrà essere giustificata collegialmente dalla
    Commissione esaminatrice con motivata relazione da inoltrare al Direttore stesso.