• Accedi • Iscriviti gratis
  • medico pronto soccorso presso AZIENDA UNITA' LOCALE SOCIO SANITARIA N. 1 DOLOMITI DI BELLUNO

    Conferimento dell'incarico di direttore della struttura complessa U.O.C. di accettazione e pronto soccorso dell'Ospedale di Belluno, ruolo sanitario; profilo professionale medico; disciplina di medicina e chirurgia d'accettazione e d'urgenza.

    100 Quiz di attualità

    E-book in formato pdf oppure epub. Download immediato.

    € 4,49
    € 2,99
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    13/06/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    avviso
    Cittadinanza: 
    Italiana
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    a) Laurea in medicina e chirurgia;
    b) Iscrizione all'Albo dell'Ordine dei Medici. L'iscrizione al corrispondente Albo professionale di
    uno dei Paesi dell'Unione Europea consente la partecipazione all’avviso, fermo restando
    l'obbligo dell'iscrizione all'Albo in Italia prima dell'assunzione in servizio.
    c) Anzianità di servizio di sette anni, di cui cinque nella disciplina di medicina e chirurgia
    d’accettazione e d’urgenza o in disciplina equipollente, e specializzazione nella disciplina
    stessa o equipollente; in alternativa, anzianità di servizio di dieci anni nella disciplina di
    medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza. L’anzianità di servizio deve essere maturata
    secondo le disposizioni contenute nell’art. 10 del D.P.R. 484/1997 e nel D.M. 184/2000. Le
    discipline equipollenti sono quelle di cui al D.M. 30.1.1998 e successive modifiche ed
    integrazioni.
    d) Curriculum ai sensi dell'art. 8 del D.P.R. 484/1997, in cui sia documentata una specifica attività
    professionale ed adeguata esperienza.
    e) Attestato di formazione manageriale di cui all'art. 5, comma 1, lett. d, del D.P.R. n. 484/1997.
    Fino all’espletamento del primo corso di formazione manageriale di cui all’art. 7 del D.P.R. n.
    484/1997, gli incarichi di direzione di struttura complessa sono conferibili senza attestato,
    fermo restando l’obbligo di conseguirlo nel primo corso utile. Il mancato superamento del
    primo corso di formazione, attivato successivamente al conferimento dell'incarico, determina la
    decadenza dall'incarico stesso.
    Dove va spedita la domanda: 
    − mediante consegna all’Ufficio Protocollo dell’Azienda (Belluno – Via Feltre n. 57 – 3° piano),
    negli orari di apertura al pubblico (da lunedì a venerdì dalle ore 8.15 alle ore 12.00 e lunedì e
    giovedì anche dalle ore 15.00 alle ore 16.45);
    − mediante spedizione a mezzo servizio postale con raccomandata con avviso di ricevimento.
    La domanda si considera prodotta in tempo utile se spedita entro il termine sopra indicato; a
    tal fine fa fede il timbro a data dell'ufficio postale accettante;
    − mediante invio al seguente indirizzo di posta elettronica certificata (PEC) aziendale:
    protocollo.aulss1@pecveneto.it.
    Contatta l'ente: 
    Per eventuali chiarimenti, gli interessati potranno rivolgersi all’Azienda ULSS n. 1 Dolomiti,
    presso l’Ufficio Concorsi della sede di Feltre (tel. 0439/883586-883693).
    Prove d'esame: 
    La commissione esaminatrice provvederà all’analisi comparativa dei curricula dei candidati
    ed a un colloquio con gli stessi e formulerà, quindi, una terna di candidati idonei sulla base dei
    migliori punteggi attribuiti.
    I punteggi a disposizione della commissione sono 80, 50 dei quali relativi al curriculum e 30
    al colloquio.
    La valutazione del curriculum avviene con riferimento:
    7- alla tipologia delle istituzioni in cui sono allocate le strutture presso le quali il candidato ha
    svolto la sua attività e alla tipologia delle prestazioni erogate dalle strutture medesime
    (massimo punti 5);
    - alla posizione funzionale del candidato nelle strutture ed alle sue competenze con eventuali
    specifici ambiti di autonomia professionale con funzioni di direzione (massimo punti 15);
    - alla tipologia qualitativa e quantitativa delle prestazioni effettuate dal candidato (massimo punti
    20);
    - all'attività didattica presso corsi di studio per il conseguimento di diploma di laurea o di
    specializzazione, considerate anche le ore annue di insegnamento (massimo punti 3);
    - ai soggiorni di studio o di addestramento professionale per attività attinenti alla disciplina in
    rilevanti strutture italiane o estere di durata non inferiore a un anno, con esclusione dei tirocini
    obbligatori, nonché alla partecipazione a corsi, congressi, convegni, seminari, anche effettuati
    all'estero, valutati secondo i criteri di cui all'art. 9 del D.P.R. n. 484/1997 (massimo punti 2);
    - alla produzione scientifica strettamente pertinente alla disciplina, pubblicata su riviste italiane o
    straniere, caratterizzate da criteri di filtro nell'accettazione dei lavori, nonché il suo impatto
    sulla comunità scientifica (massimo punti 5).