• Accedi • Iscriviti gratis
  • ricercatore presso UNIVERSITA' «LA SAPIENZA» DI ROMA

    Procedura di selezione, per titoli e colloquio, per la copertura di un posto di ricercatore a tempo determinato della durata di tre anni, eventualmente prorogabile per ulteriori due anni, settore concorsuale 10/F1, per il Dipartimento di lettere e culture moderne.

    Occupazione: 
    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    09/05/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    Cittadinanza: 
    Contratto: 
    Titolo di studio: 

    Categorie correlate

    Requisiti: 
    Sono ammessi a partecipare alla procedura selettiva i candidati italiani e stranieri, in possesso del titolo di dottore di ricerca in attinente al settore concorsuale 10/F1 o titolo equivalente conseguito in Italia o all’estero, attinente al settore concorsuale oggetto della presente procedura. I titoli conseguiti all’estero devono essere accompagnati da apposita traduzione certificata come da art. 4 del presente Bando.
    I requisiti per ottenere l’ammissione devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande.
    Alla selezione non possono partecipare coloro che abbiano un grado di parentela o di affinità fino al quarto grado compreso, ovvero un rapporto di coniugio, con un professore appartenente al Dipartimento che effettua la chiamata, ovvero con il Rettore, il Direttore generale o un componente del Consiglio di Amministrazione dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Non possono altresì partecipare coloro i quali abbiano già usufruito dei contratti di cui all’art. 24 della Legge n. 240/2010 e degli assegni di ricerca di cui all’art. 22 della Legge n. 240/2010, intercorsi anche con altri atenei italiani, statali, non statali o telematici, nonché con gli enti di cui al comma 1 dell’art. 22 della Legge n. 240/2010, con il medesimo soggetto, per un periodo che, sommato alla durata prevista dal contratto da attivare, superi complessivamente i dodici anni,
    anche non continuativi. Ai fini della durata dei predetti rapporti non rilevano i periodi trascorsi in aspettativa per maternità o per motivi di salute secondo la normativa vigente.
    I candidati sono ammessi alla procedura selettiva con riserva. Il Direttore del Dipartimento con
    provvedimento motivato, dispone l’esclusione dalla stessa per mancanza dei requisiti di ammissione previsti.
    Dove va spedita la domanda: 
    Direttore del Dipartimento di Lettere e Culture Moderne dell’Università degli
    Studi di Roma “La Sapienza”, deve essere presentata per via telematica (in formato pdf con scansione della firma e di tutti i documenti allegati) all’indirizzo di posta elettronica lcm@cert.uniroma1.it
    Contatta l'ente: 
    Responsabile del procedimento oggetto del Bando è il dott. Davide Ludovico, Responsabile Amministrativo
    Delegato del Dipartimento di Lettere e Culture Moderne, dell’Università di Roma La Sapienza, Piazzale
    Aldo Moro n. 5 – 00185 Roma, reperibile al seguente indirizzo di posta elettronica:
    davide.ludovico@uniroma1.it.
    Prove d'esame: 
    Sapienza Università di Roma
    Dipartimento di Lettere e Culture Moderne
    CF 80209930587 PI 02133771002
    CU003 - Edificio di Lettere - piazzale Aldo Moro 5, 00185 Roma
    dipartimento.lcm@uniroma1.it

    I titoli che il candidato intende presentare debbono essere prodotti in originale o in copia dichiarata
    conforme all’originale mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione o dell’atto di notorietà ai sensi
    degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000 (allegati B e C).

    Tutte le modalità di autocertificazione fin qui previste si applicano indistintamente ai cittadini italiani e ai
    cittadini dell’Unione Europea (art. 3 del D.P.R. n. 445/2000).
    I cittadini extracomunitari residenti in Italia, secondo le disposizioni del regolamento anagrafico della
    popolazione residente approvato con D.P.R. n. 223/1989, possono utilizzare dichiarazioni sostitutive
    limitatamente ai casi in cui si tratti di comprovare stati, fatti e qualità personali certificabili o attestabili da
    parte di soggetti pubblici o privati italiani.
    I certificati rilasciati dalle competenti autorità dello Stato di cui lo straniero è cittadino debbono essere
    conformi alle disposizioni vigenti nello Stato stesso e debbono, altresì, essere legalizzati dalle competenti
    autorità consolari italiane.
    Agli atti e documenti redatti in lingua straniera, deve essere allegata una traduzione in lingua italiana
    certificata conforme al testo straniero, redatta dalla competente rappresentanza diplomatica o consolare,
    ovvero da un traduttore ufficiale.
    Per le pubblicazioni stampate in Italia debbono essere adempiuti gli obblighi previsti dall'art. 1 del decreto
    legislativo luogotenenziale 31 agosto 1945, n. 660 ovvero dagli artt. 6 e 7 del D.P.R. 3 maggio 2006, n. 252 (in
    vigore dal 02.09.2006).
    L'assolvimento di tale obbligo deve essere certificato da idonea documentazione, unita alla domanda, che
    attesti l'avvenuto deposito, oppure da autocertificazione del candidato sotto la propria responsabilità, ai
    sensi del D.P.R. n. 445/2000.
    Per le pubblicazioni stampate all'estero deve risultare la data e il luogo della pubblicazione.
    Le pubblicazioni debbono essere prodotte nella lingua di origine e, se diversa da quelle appresso indicate,
    tradotte in una delle seguenti lingue: italiano, francese, inglese, tedesco e spagnolo. I testi tradotti devono
    essere presentati, unitamente agli originali, in copia dattiloscritta resa conforme all'originale secondo quanto
    previsto dalla normativa vigente.
    Tuttavia per le procedure di valutazione comparativa riguardanti materie linguistiche è ammessa la presentazione di
    pubblicazioni compilate nella lingua o in una delle lingue per le quali è bandita la procedura, anche se diverse da quelle
    indicate nel comma precedente.

    Art. 5 – Commissione Giudicatrice

    La Commissione giudicatrice è composta da tre membri appartenenti al Settore scientifico disciplinare, al
    Settore concorsuale o al Macro-settore oggetto della posizione per la quale è bandita la presente procedura e
    individuati in maggioranza tra docenti non in servizio presso la Sapienza.
    La Commissione può essere composta da professori di I fascia, da professori di II fascia e da ricercatori a
    tempo indeterminato. E’ necessaria la partecipazione di un Professore di I fascia e di un Professore di II
    fascia.
    Per le posizioni gravanti su fondi assegnati al Dipartimento dal Consiglio di Amministrazione
    dell’Università “La Sapienza” i membri della Commissione sono professori di I e II fascia e ricercatori a
    tempo indeterminato designati con delibera del Consiglio di Dipartimento, approvata a maggioranza
    assoluta dei Professori di I e II fascia e dei ricercatori a tempo indeterminato.
    Per le posizioni gravanti su fondi esterni fa parte di diritto della Commissione il responsabile dei fondi. Gli
    altri due membri della Commissione giudicatrice sono Professori di I e II fascia, designati con delibera del Consiglio di Dipartimento, approvata a maggioranza assoluta dei Professori di I e II fascia e dei ricercatori a
    tempo indeterminato.