professore universitario presso UNIVERSITA' DI FOGGIA

Luogo: 
Posti disponibili: 
1
Scadenza: 
21/01/2019
Attenzione, concorso scaduto!
Tipo: 
Cittadinanza: 
Contratto: 
Titolo di studio: 

Procedura di selezione per la copertura di un posto di professore di seconda fascia, settore concorsuale 06/M2 - Medicina legale e del lavoro.

Requisiti: 
Indirizzo: Via Gramsci, 89/91 CAP: 71122 Foggia - Italia Telefono: +39 0881 338379/353 E-mail giselda.florio@unifg.it nunzio.cirulli@unifg.it Sito internet: www.unifg.it; 3 funzioni del professore reclutato Attività didattica Documentata competenza didattica nel settore disciplinare di medicina legale, estesa anche agli aspetti medico legali della gestione del rischio clinico., da verificare mediante simulazione di una lezione universitaria, per l’insegnamento di discipline inerenti il settore scientifico – disciplinare MED/43 “Medicina Legale” Attività di ricerca Esperienza pluriennale pratica nello svolgimento di attività medico – legali, con particolare riferimento a quelle autoptiche e di istopatologia forense. Svolgimento di ricerche a carattere sperimentale e applicativo nel campo della patologia forense, suffragata da lavori pubblicati su riviste scientifiche e da casistica autoptica ed isto- patologica forense. Approfondimento delle implicazioni d’uso delle tecniche di imaging radiologico di nuovissima generazione applicati alla tecnica settoria nello studio autoptico forense. Il candidato dovrà sviluppare e coordinare variegate linee di ricerca applicate nel settore scientifico – disciplinare MED/43, incentrate sugli aspetti medico legali della gestione del rischio clinico, della gestione del bilanciamento i costi/benefici in sanità e della testione dei rischi connessi alla pratica medica e chirurgica in generale. Attività assistenziale Attività assistenziale nel campo della medicina necroscopica, del contenzioso ospedaliero, dell’accertamento di morte cerebrale e della medicina forense clinica, nonché nel settore della prevenzione e gestione del rischio clinico e dei suoi incidenti e dovrà documentare solida esperienza e competenza in materia di risk management e trattamento del contenzioso alla luce della normativa introdotta dalla legge 8 marzo 2017, n. 24. L’attività assistenziale si svolgerà presso l’Azienda Ospedaliero -Universitaria “Ospedali Riuniti” di Foggia. Art. 2 - (Requisiti soggettivi per l’ammissione alla procedura) Sono ammessi a partecipare alla procedura: - i candidati che abbiano conseguito l’abilitazione scientifica nazionale, ai sensi dell’art.16 della legge 30 dicembre 2010, n. 240, per il settore concorsuale ovvero per uno dei settori concorsuali ricompresi nel medesimo macrosettore e per le funzioni Indirizzo: Via Gramsci, 89/91 CAP: 71122 Foggia - Italia Telefono: +39 0881 338379/353 E-mail giselda.florio@unifg.it nunzio.cirulli@unifg.it Sito internet: www.unifg.it; 4 oggetto della procedura selettiva, ovvero per funzioni superiori purché non già titolari delle medesime; - i candidati che abbiano conseguito l’idoneità ai sensi della legge 3 luglio 1998, n. 210 per la fascia corrispondente a quella per la quale è bandita la selezione, limitatamente al periodo di durata della stessa, ai sensi dell’art. 29, comma 8, della L. 240/2010; - i professori già in servizio nella fascia corrispondente a quella per la quale è bandita la selezione; - gli studiosi stabilmente impegnati all’estero in attività di ricerca o insegnamento a livello universitario in posizione di livello pari a quella oggetto del bando, sulla base delle tabelle di corrispondenza definite dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e delle Ricerca. Non possono partecipare alla procedura coloro che abbiano un grado di parentela o affinità, fino al quarto grado compreso, nonché vincoli di coniugio o il convivente more uxorio di un professore appartenente al Dipartimento presso il quale sarà inquadrato il candidato selezionato ovvero con il Rettore, il Direttore generale o un componente del Consiglio di Amministrazione di questa Università. I requisiti dovranno esser posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di ammissione alla procedura e dovranno, inoltre, permanere durante tutto lo svolgimento della procedura stessa. Ogni eventuale variazione che dovesse intervenire rispetto al possesso dei requisiti per la partecipazione dovrà essere tempestivamente comunicata al Servizio Reclutamento e Gestione Personale Docente di questa Università. I candidati sono ammessi alla procedura con riserva. Il Rettore può, con provvedimento motivato, disporre l’esclusione dalla stessa per mancanza dei requisiti di ammissione previsti.
Dove va spedita la domanda: 
-) in modalità telematica a mezzo Posta Elettronica Certificata (PEC), inviando la domanda ed i relativi allegati, esclusivamente da un indirizzo PEC, ai sensi del D. Lgs. 7 marzo 2005, n. 82 (Codice dell’Amministrazione digitale), all’indirizzo PEC dell’Università di Foggia: protocollo@cert.unifg.it.
Contatta l'ente: 
É nominata, ai sensi degli artt. 4, 5 e 6 della Legge 7.8.1990 n. 241 e successive modifiche e integrazioni, quale responsabile del procedimento, la dott.ssa Giselda FLORIO (e-mail: reclutamentodocente@unifg.it; tel. 0881/338379 - 353).
Prove d'esame: 
La Commissione, dopo aver provveduto preliminarmente a controllare l’insussistenza delle preclusioni di cui all’art. 2, 2° capoverso, valuta il curriculum, l’attività di ricerca e le pubblicazioni scientifiche, l’attività didattica (compresa quella integrativa e di servizio agli studenti), i compiti istituzionali e le attività assistenziali dei candidati sulla base dei criteri che ha predeterminato nel rispetto di quelli generali stabiliti dal Dipartimento. La Commissione non tiene conto dei periodi, purché adeguatamente documentati dai candidati, di sospensione del rapporto di lavoro e di altri periodi di congedo o di aspettativa stabiliti dalle leggi vigenti e diversi da quelli previsti per motivi di studio e di ricerca. La Commissione è tenuta a valutare specificamente le congruità del profilo scientifico del candidato con le esigenze di ricerca e di didattica indicate dal bando di concorso. Costituirà criterio preferenziale di valutazione del profilo scientifico il soddisfacimento dei criteri ANVUR per la sostenibilità della Scuola di Specializzazione ai sensi del decreto ministeriale 13.06.2017 recante gli standard, i requisiti e gli indicatori di attività formativa e assistenziale delle Scuole di specializzazione di area sanitaria e s.m.i.. Ai fini di una valutazione positiva di un candidato a ricoprire il posto di cui alla procedura di chiamata, la Commissione valuta, altresì, le competenze didattiche del candidato mediante lo svolgimento, in seduta pubblica, di una prova didattica-lezione. Sono esentati dal sostenere la prova didattica-lezione coloro che già ricoprano la posizione di professore di ruolo. La Commissione stabilisce per la lezione tre argomenti, inerenti a temi generali e metodologici del settore scientifico-disciplinare oggetto del bando, e li comunica a ciascun candidato con anticipo di 24 ore rispetto alla data di svolgimento della prova. All’atto della comunicazione il candidato sceglie tra i tre argomenti quello su cui verterà la sua lezione. La Commissione individua i candidati qualificati a ricoprire il ruolo per il quale è stato bandito il posto secondo le indicazioni individuate nel bando stesso, con deliberazione assunta a maggioranza.

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente