amministrativo presso POLITECNICO DI MILANO

Occupazione: 
Luogo: 
Posti disponibili: 
1
Scadenza: 
07/02/2019
Attenzione, concorso scaduto!
Tipo: 
Cittadinanza: 
Contratto: 
Titolo di studio: 

Procedura di selezione, per esami, per la copertura di un posto di categoria C, area amministrativa, a tempo indeterminato e pieno trentasei ore settimanali.

Requisiti: 
5 Firmato digitalmente ai sensi della normativa vigente • gestione amministrativa della mobilità degli studenti; • gestione rapporti con le sedi partner. 3. La figura dovrà possedere: • ottima conoscenza della lingua inglese; • ottima conoscenza della normativa comunitaria relativa al Programma Erasmus+ con particolare riferimento a quanto previsto in termini di opportunità per l’istruzione superiore (http://www.erasmusplus.it/); • buona conoscenza della normativa di Ateneo che disciplina la carriera degli studenti e della Carta dei diritti e dei doveri degli studenti universitari del Politecnico di Milano http://www.normativa.polimi.it/; • buona conoscenza delle Linee guida per la gestione della mobilità internazionale degli studenti e delle Linee guida per la predisposizione degli accordi internazionali di cooperazione dell’Ateneo http://www.normativa.polimi.it/; • buona conoscenza dello Statuto e del Regolamento Generale di Ateneo http://www.normativa.polimi.it/; • buona conoscenza degli applicativi informatici di Office Automation. Art. 2 Requisiti di ammissione 1. Per l'ammissione alla prova selettiva di cui al precedente art.1, pena esclusione dalla prova stessa, è richiesto il possesso dei seguenti requisiti: 1) Titolo di studio richiesto: Diploma di istruzione secondaria di II grado. I candidati che abbiano conseguito all’estero il titolo di studio dovranno presentare copia o originale del titolo di studio conseguito, corredato da traduzione in italiano o in inglese. Qualora i candidati medesimi dovessero risultare vincitori della selezione, dovranno trasmettere al Servizio Gestione Personale Tecnico e Amministrativo, prima della stipula del contratto e a pena di decadenza dal diritto alla stipulazione dello stesso, l’avvenuta equipollenza o equivalenza ai sensi dell’art. 38 del D. Lgs. 165/2001 del proprio titolo di studio con quello italiano richiesto ai fini dell’ammissione. Per il precitato posto è richiesto: 2) età non inferiore ad anni 18; 3) cittadinanza italiana (sono equiparati ai cittadini italiani gli italiani non appartenenti alla Repubblica) ovvero cittadinanza di altro stato membro della Unione Europea. In applicazione dell’art. 7 della Legge 97/2013 saranno ammessi alla selezione anche i familiari di cittadini degli stati membri dell’Unione Europea ARUO-SGPTA PG 6 Firmato digitalmente ai sensi della normativa vigente non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, nonché cittadini dei Paesi terzi che siano titolari del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria; 4) godimento dei diritti politici; 5) idoneità fisica all’impiego; l’Amministrazione sottopone a visita medica di controllo i vincitori della selezione, in base alla normativa vigente; 6) aver ottemperato alle leggi sul reclutamento militare per i nati fino al 1985. 2. Non possono essere ammessi alla selezione coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo politico e coloro che siano stati destituiti dall’impiego presso una pubblica amministrazione ovvero siano dichiarati decaduti da altro impiego statale, per aver conseguito l’impiego mediante produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile o licenziati. 3. I cittadini degli Stati membri dell'Unione Europea o loro familiari o cittadini di Paesi terzi devono possedere i seguenti requisiti: a) godere dei diritti civili e politici anche negli Stati di appartenenza o di provenienza; b) essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica; c) avere adeguata conoscenza della lingua italiana. 4. I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine ultimo per la presentazione della domanda di ammissione. I candidati sono ammessi alla prova selettiva con riserva. L'Amministrazione può disporre in qualunque momento, con decreto motivato del Direttore Generale, l'esclusione dalla prova selettiva, anche successivamente allo svolgimento della prova, per difetto dei requisiti prescritti.
Dove va spedita la domanda: 
direttore generale del Politecnico di Milano, Piazza Leonardo da Vinci, 32 - 20133 Milano a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, entro il suddetto termine, indirizzandola al direttore generale del Politecnico di Milano, P.zza L. da Vinci, 32 - 20133 Milano. A tal fine fa fede il timbro portante la data dell'ufficio postale accettante; a mezzo Posta elettronica certificata (PEC) entro il suddetto termine all'indirizzo: pecateneo@cert.polimi.it: utilizzando il proprio indirizzo di posta elettronica certificata (PEC);
Contatta l'ente: 
sara' inoltre disponibile presso l'Area risorse umane e organizzazione - Servizio gestione personale tecnico e amministrativo (tel. 02 23992271).
Prove d'esame: 
10 Firmato digitalmente ai sensi della normativa vigente j) ogni altra ipotesi di violazione delle prescrizioni del bando. Non è consentito il riferimento a documenti già presentati/depositati per altre selezioni presso questo Politecnico. 8. I candidati portatori di handicap possono specificare nella domanda l’ausilio necessario in relazione al proprio handicap e l’eventuale necessità di tempi aggiuntivi allo svolgimento delle prove d’esame. 9. L’Amministrazione si riserva la facoltà di effettuare controlli a campione sulle dichiarazioni rilasciate. 10. L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali e telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore. Art. 4. Commissione esaminatrice 1. La Commissione esaminatrice è nominata dal Direttore Generale nel rispetto delle vigenti disposizioni. Art. 5. Prove d’esame 1. Qualora il numero delle domande sia superiore al triplo dei posti a selezione, l’Amministrazione potrà procedere ad una prova preselettiva di ammissione alla procedura di selezione pubblica, consistente in test a risposta multipla atti a rilevare le caratteristiche attitudinali o di cultura generale o specifici rispetto al profilo messo a selezione. Dalla preselezione, che non è prova d’esame, saranno esonerati i candidati che, alla data di scadenza per la presentazione della domanda di partecipazione al presente bando, abbiano maturato complessivamente almeno 12 mesi di esperienza lavorativa presso il Politecnico di Milano, esclusivamente nelle attività indicate all’art. 1 con contratti di lavoro a tempo indeterminato, oppure subordinato a tempo determinato. Saranno ammessi a sostenere la prova d’esame i candidati che abbiano ottenuto nella preselezione una votazione di almeno ARUO-SGPTA PG 11 Firmato digitalmente ai sensi della normativa vigente 7/10 o equivalente, fino ad un numero massimo pari a dieci volte i posti a concorso (più eventuali ex aequo nell’ultima posizione). 2. La prova d’esame avverrà attraverso una prova scritta e una prova orale. La prova scritta sarà volta ad accertare sia la maturità e la professionalità e le competenze dei candidati con riferimento alle attività che i medesimi saranno chiamati a svolgere elencate all’art. 1 del bando, sia la conoscenza della lingua inglese. Per la valutazione della prova la commissione dispone di 30 punti. Sono ammessi alla prova orale tutti i candidati che avranno superato la prova scritta con un punteggio di almeno 21/30 o equivalente. Per i soli candidati che conseguono l’ammissione, la prova orale verterà sull’approfondimento degli argomenti inerenti le competenze dei candidati con riferimento alle attività che i medesimi saranno chiamati a svolgere, elencate all’art. 1 del bando, sulla verifica del grado della conoscenza della lingua inglese e dei più diffusi software applicativi (pacchetto office). In sede di prova orale sarà effettuato un colloquio finalizzato alla valutazione delle caratteristiche psico-attitudinali, relazionali e motivazionali, richieste dal ruolo. Per la valutazione della prova la commissione dispone di 30 punti. La prova orale si intende superata se il candidato ottiene una votazione di almeno 21/30 o equivalente. La valutazione di ogni candidato, ai fini della graduatoria di merito, sarà la somma dei punteggi conseguiti nelle due prove.

Concorsipubblici.com consiglia

Vuoi avere notifiche dei prossimi concorsi?
Registrati gratuitamente