• Accedi • Iscriviti gratis
  • collaboratore amministrativo presso ISTITUTO DEGLI INNOCENTI DI FIRENZE

    Modifica e riapertura dei termini del concorso pubblico, per esami, per la copertura, a tempo indeterminato e pieno trentasei ore settimanali, di un posto di collaboratore amministrativo, categoria B3, interamente riservato ai soggetti disabili di cui all'articolo 1 della legge 12 marzo 1999, n. 68, con esclusione dei privi della vista e sordomuti.

    Luogo: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    17/01/2019
    Attenzione, concorso scaduto!
    Cittadinanza: 
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 
    1) Cittadinanza italiana o cittadinanza di uno degli stati membri dell'Unione Europea; è
    ammesso anche il familiare di cittadino di uno degli Stati membri dell’Unione Europea non
    avente la cittadinanza di uno stato membro, purchè titolare del diritto di soggiorno o del
    diritto di soggiorno permanente o il cittadino di Paesi terzi (extracomunitari) purchè titolare
    del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo o titolare dello status di
    rifugiato ovvero dello status di protezione sussidiaria. Sono equiparati ai cittadini gli Italiani
    non appartenenti alla Repubblica, come previsto dal Decreto del Consiglio dei Ministri
    07.02.1994 n.174;
    2) Età non inferiore agli anni 18 e non superiore all’età costituente il limite per il
    collocamento a riposo. Il requisito deve essere posseduto alla data di scadenza del termine
    per la presentazione delle domande previsto nel bando;
    3) Non essere esclusi dall'elettorato politico attivo;
    4) Godimento dei diritti civili e politici. Per i cittadini non italiani, tale dichiarazione è
    sostituita dalla dichiarazione corrispondente in relazione all'ordinamento dello Stato di
    appartenenza;
    5) Appartenenza alla categoria delle persone disabili di cui all’art. 1, comma 1 della Legge n.
    68/1999 attestata da certificato rilasciato dalle Commissioni mediche previste dalla
    legislazione vigente (dal verbale dovrà risultare l’accertamento della “capacità globale ai
    fini del collocamento mirato”) e iscrizione nell'elenco del collocamento mirato di cui all'art.
    8 della Legge n. 68/99 nella categoria dei disabili, con indicazione della sede provinciale
    dell'Agenzia Regionale del Lavoro, Servizio per il collocamento mirato e della data di
    iscrizione;
    6) Idoneità fisica all’impiego tale da non pregiudicare l’espletamento delle funzioni
    lavorative del posto messo a concorso. L’amministrazione ha la facoltà di sottoporre a visita
    medica di controllo i vincitori di concorso, in base alla normativa vigente.
    7) Essere in regola con le norme concernenti gli obblighi di leva per i candidati di sesso
    maschile nati entro il 31/12/1985;
    8) Essere immune da condanne penali ostative all'assunzione di pubblici impieghi e non
    essere stato destituito, dispensato o licenziato dall'impiego presso una Pubblica
    Amministrazione ovvero non essere stato dichiarato decaduto da un impiego pubblico;
    9) Essere in possesso del seguente titolo di studio: Diploma di scuola secondaria di secondo
    grado con esame finale di stato (maturità);
    10) Conoscenza di una lingua straniera a scelta tra inglese e francese;
    11) Conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse
    (quali, ad esempio, word, excel, navigazione internet, pacchetto "MS office", utilizzo posta
    elettronica, etc);
    Dove va spedita la domanda: 

    b) essere in possesso, fatta eccezione della titolarità della cittadinanza italiana, di tutti
    gli altri requisiti previsti per i cittadini della Repubblica Italiana;
    c) avere adeguata conoscenza della lingua italiana.
    L’accertamento della mancanza anche di un solo dei requisiti prescritti per l’ammissione al
    concorso per la nomina determina, in qualunque tempo, la decadenza della nomina stessa.
    I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito nel
    bando di concorso per la presentazione della domanda di ammissione e devono sussistere
    anche successivamente.
    I candidati che hanno conseguito il titolo di studio richiesto presso istituti esteri devono
    essere in possesso del provvedimento di riconoscimento o di equiparazione previsto dalla
    normativa vigente, alla data di scadenza del termine per la presentazione della domanda
    di ammissione ovvero entro tale scadenza devono aver presentato all'autorità competente
    istanza per ottenere il riconoscimento o l'equiparazione.
    Il candidato diversamente abile dovrà specificare nella domanda di partecipazione al
    concorso l’ausilio necessario in relazione alla propria disabilità ed anche l’eventuale
    necessità di tempi aggiuntivi ai sensi dell’art. 20 della L. 104/1992 e dell’art. 16, comma 1
    della L. n. 68/1999.

    L’amministrazione può disporre in ogni momento con provvedimento motivato l’esclusione
    dal concorso per difetto dei requisiti prescritti.
    Articolo 4
    PREFERENZE
    Sono applicate, a parità di merito, le preferenze elencate nel D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487
    art. 5, così come modificato dal D.P.R. 30 ottobre 1996 n. 693, dall'art. 3, comma 7, della
    Legge 15 maggio 1997, n. 127 e dall'art. 2, comma 9, della Legge 16 giugno 1998, n. 191,
    così come riepilogate nell'allegato "A" al presente bando. L'omessa dichiarazione, entro
    la data di scadenza del bando, dei titoli che danno diritto alle preferenze di cui al
    presente articolo, anche se posseduti entro tale data, esclude il candidato dal beneficio.

    Articolo 5
    MODALITA’ E TERMINE DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA
    La domanda di ammissione al concorso, redatta in carta semplice utilizzando lo
    schema/modello allegato al presente avviso (allegato “B”) e corredata dalla fotocopia del
    documento d’identità in corso di validità, deve pervenire entro il trentesimo giorno
    successivo alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale Repubblica Italiana Sez.
    Speciale Concorsi esclusivamente mediante una delle seguenti modalità:

    • consegnata a mano direttamente all’Ufficio Protocollo Generale (Servizio
    Segreteria Generale e Sistemi informatici) dell’Istituto degli Innocenti, sito in
    Piazza SS. Annunziata, 12 - Firenze nell’ambito degli orari di apertura al
    pubblico del medesimo ufficio, dal lunedì al venerdì dalle 9.30 alle 13.00; farà
    fede la data di consegna della domanda risultante dal timbro a data apposto a
    cura dell’Ufficio Protocollo dell’Istituto degli Innocenti;
    • trasmissione mediante raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata
    all’Istituto degli Innocenti, Piazza SS. Annunziata, 12- 50122 Firenze; in tal
    caso, la domanda dovrà pervenire entro la data di scadenza dell'avviso e non
    farà fede la data di spedizione, ma solo quella di ricevimento;
    • tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) esclusivamente con invio da parte
    di un indirizzo personale di posta elettronica certificata al seguente indirizzo: istitutodeglinnocenti@pec.it;
    Contatta l'ente: 
    Per informazioni contattare l'ufficio risorse umane al n.
    0552037367/368 oppure tramite email all'indirizzo:
    personale@istitutodeglinnocenti.it
    Prove d'esame: 

    particolari e relativi a condanne penali e reati di cui venga a conoscenza per effetto
    dell'incarico ricevuto e dell'attività svolta per conto di una pubblica Amministrazione con
    utenti in carico, già in sede di apposizione della propria firma in calce alla domanda e in
    caso di assunzione, in calce al contratto individuale che sarà sottoscritto.
    Sul contenuto delle autocertificazioni verrà operato specifico controllo. L'Amministrazione
    infatti si riserva la facoltà di procedere a idonee verifiche, anche a campione, sulla veridicità
    delle dichiarazioni contenute nella domanda. Le predette dichiarazioni dovranno
    comunque essere autocertificate prima di dare corso alla eventuale assunzione a tempo
    indeterminato.
    Qualora dal controllo emerga la falsità delle predette, il candidato, oltre a doverne
    rispondere ai sensi del citato art. 76 del D.P.R. n. 445/2000, decadrà dai benefici
    eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base di dichiarazioni non
    veritiere, ai sensi dell'art. 75 del citato D.P.R n. 445/2000.
    Ai sensi dell'art. 55-quater, comma 1, lettera d) del D.Lgs. 165/2001, "...si applica la
    sanzione disciplinare del licenziamento nei seguenti casi: ...d) falsità documentali o
    dichiarative commesse ai fini o in occasione dell'instaurazione del rapporto di lavoro.".

    Articolo 7
    DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA DOMANDA
    Alla domanda di ammissione al concorso i candidati dovranno obbligatoriamente allegare
    in conformità alle prescrizioni contenute n e l b a n d o d i c o n c o r s o , a pena di
    esclusione, ed entro il termine stabilito dallo stesso:
    • Fotocopia documento di identità in corso di validità;
    • Fotocopia non autenticata della documentazione che attesta l'appartenenza alla
    categoria delle persone disabili di cui all'art. 1 della Legge 68/99;
    • certificazione medica attestante l'eventuale handicap dalla quale si evincano la
    tipologia di ausili e le tempistiche aggiuntive necessari, pena la mancata
    fruizione del beneficio (solo per i candidati disabili che richiedono di sostenere
    la/le prove con ausili e tempi aggiuntivi);
    • certificazione attestante il riconoscimento dell'eventuale invalidità uguale o
    superiore all'80% (solo per i candidati disabili che richiedono di non sostenere
    la prova preselettiva);
    • Elenco in duplice copia dei documenti o titoli allegati alla domanda.


    Articolo 8
    COMMISSIONE ESAMINATRICE
    La commissione esaminatrice del concorso sarà nominata con provvedimento del Direttore
    Generale dell’Istituto degli Innocenti una volta scaduto il termine utile per la presentazione
    delle domande di partecipazione nel rispetto del Regolamento per il reclutamento del
    personale dell’Istituto degli Innocenti approvato con Deliberazione del Consiglio di
    Amministrazione n. 19 del 29 giugno 2016.

    Articolo 9
    PROVE D'ESAME E CRITERI DI VALUTAZIONE - PRESELEZIONE
    Qualora entro il termine stabilito all'art.5, pervenga un numero di domande superiori a
    n. 30, su disposizione della Commissione Esaminatrice, le prove d'esame potranno essere
    precedute da una preselezione attuata mediante somministrazione di test o quiz sulle
    materie d'esame. L'esito della preselezione non determinerà alcun punteggio utile alla
    graduatoria finale di merito, ma determinerà l'ammissione o l'esclusione dei candidati alle
    prove d'esame. L'eventuale data e sede della preselezione, così come gli esiti della stessa, saranno resi noti unicamente mediante pubblicazione sul sito internet dell'Ente
    www.istituto deglinnocenti.it, nella sezione "Amministrazione Trasparente" sottosezione
    "Bandi di Concorso", dopo la data di scadenza del presente avviso.
    Sono esenti dalla preselezione e vengono ammessi direttamente alla prova scritta, ai sensi
    dell'articolo 20, comma 2 bis della legge 104/1992, i candidati portatori di handicap
    affetti da invalidità uguale o superiore all'80%. I candidati che non sostengono la prova
    preselettiva, devono allegare apposita certificazione sostitutiva che dimostri il possesso
    di una percentuale di invalidità pari o superiore all'80%, dichiarandola anche nella
    domanda di partecipazione, in caso contrario saranno tenuti a sostenere la prova
    preselettiva.