• Accedi • Iscriviti gratis
  • 1 addetto alla comunicazione presso Università di Parma

    Procedura di selezione, per esami, per la copertura di un posto di categoria D, a tempo indeterminato e pieno, area informazione e comunicazione. (GU n.77 del 28-09-2018)

    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    28/10/2018
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    concorso
    Cittadinanza: 
    Italiana
    Contratto: 
    tempo indeterminato
    Titolo di studio: 
    Requisiti: 

    3


    E’ inoltre richiesta la conoscenza dell’utilizzo dei programmi informatici più diffusi e della lingua inglese.

    Ai sensi dell’art. 1014, comma 1 e 3 e dell’art. 678, comma 9, del D.Lgs. n. 66/2010, è prevista la riserva di posti per i
    volontari delle FF.AA. Il posto messo a concorso, pertanto, è prioritariamente riservato a favore di tutti i volontari in
    ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta e cioè:
    a) VFP1, volontari in ferma prefissata di un anno;
    b) VFP4, volontari in ferma prefissata di quattro anni;
    c) VFB, volontari in ferma breve triennale;
    d) Ufficiali di complemento in ferma biennale o in ferma prefissata.
    Nel caso in cui non ci siano idonei che abbiano titolo ad usufruire della suddetta riserva, l’amministrazione procederà
    all’assunzione, ai sensi e nei limiti della normativa vigente, secondo l’ordine della graduatoria generale di merito.

    ART. 2 - Requisiti di ammissione alla selezione
    Per l'ammissione alla selezione è richiesto il possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del termine utile per la
    presentazione della domanda di ammissione:
    1) cittadinanza italiana o cittadinanza di uno Stato membro dell’Unione Europea. Saranno ammessi alla selezione anche
    i familiari di cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea, non aventi la cittadinanza di uno Stato membro, che
    siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente e i cittadini di Paesi terzi che siano titolari
    di permesso di soggiorno UE per soggiornati di lungo periodo o che siano titolari dello status di rifugiato ovvero dello
    status di protezione sussidiaria;
    2) titolo di studio: Laurea appartenente alla classe L-18 Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale
    (D.M.270/2004) equiparabile alla classe 17 Scienze dell’Economia e della Gestione Aziendale (D.M. 509/1999) ovvero
    Laurea appartenente alla classe L-33 Scienze Economiche (D.M. 270/2004) equiparabile alla classe 28 Scienze
    Economiche (D.M. 509/1999) oppure Laurea v.o. nei medesimi ambiti oppure Laurea Magistrale (D.M. 270/2004) /
    Specialistica (D.M. 509/1999) nei medesimi ambiti.
    I candidati che hanno conseguito il titolo di studio all’estero, nei casi in cui non sia intervenuta una diversa disciplina a
    livello comunitario, dovranno dichiarare nella domanda i dati relativi al provvedimento di equipollenza (rilasciato ai
    sensi dell’art. 38 del D.Lgs 165/2001) o quelli relativi al riconoscimento accademico.
    In mancanza del provvedimento di equipollenza o di riconoscimento accademico, potrà essere dichiarata in domanda
    l’avvenuta presentazione della richiesta degli stessi. In quest’ultimo caso, i candidati saranno ammessi alla selezione
    con riserva, fermo restando che l’equipollenza o il riconoscimento del titolo di studio dovranno obbligatoriamente
    essere posseduti al momento dell’assunzione:
    3) età non inferiore a 18 anni.


    4

    Non possono partecipare alla selezione coloro che siano esclusi dall’elettorato politico attivo e coloro che siano stati
    destituiti o dispensati dall'impiego presso una pubblica amministrazione nonché siano stati dichiarati decaduti da altro
    impiego statale, ai sensi dell'art. 127, primo comma, lettera d), del T.U. approvato con D.P.R. 10.01.1957, n. 3.

    I cittadini italiani soggetti all’obbligo di leva devono comprovare di essere in posizione regolare nei confronti di tale
    obbligo.
    I cittadini degli Stati membri dell’Unione Europea devono possedere, ai fini dell’accesso a posti della pubblica
    amministrazione, anche i seguenti requisiti:
    a) godimento dei diritti civili e politici anche nello Stato di appartenenza o di provenienza;
    b) aver adeguata conoscenza della lingua italiana.
    I candidati sono ammessi alla selezione con riserva ai fini dell’accertamento del possesso dei requisiti.
    Non possono inoltre accedere alla selezione coloro che abbiano un rapporto di coniugio, ovvero un grado di parentela
    o di affinità fino al quarto grado compreso, con un professore appartenente al Dipartimento o alla struttura richiedente
    l’attivazione del contratto, ovvero con il Rettore, il Direttore Generale o un componente del Consiglio di
    Amministrazione dell'Ateneo.

    I suddetti requisiti, compresa la dichiarazione di equipollenza dell’eventuale titolo di studio conseguito all’estero,
    dovranno essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la presentazione delle domande di ammissione
    alla selezione.
    L'Amministrazione può disporre, in ogni momento, con provvedimento motivato, l'esclusione dalla selezione per difetto
    dei requisiti.
    Dove va spedita la domanda: 
    .
    5

    specificare l’autorità competente, nonché gli estremi del provvedimento che ha riconosciuto tale titolo equipollente
    al titolo italiano o con il quale è stato chiesto il riconoscimento;
    h) la propria posizione nei riguardi degli obblighi militari e l’eventuale servizio prestato quale volontario in ferma
    prefissata che abbia completato senza demerito la ferma contratta e cioè volontario in ferma prefissata di un anno,
    volontario in ferma prefissata di quattro anni, volontario in ferma breve triennale nonché Ufficiale di complemento
    in ferma biennale o in ferma prefissata;
    i) di non essere stato destituito o dispensato dall'impiego presso una pubblica amministrazione per persistente
    insufficiente rendimento, né di essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale, ai sensi dell'art. 127, primo
    comma, lettera d), del T.U. delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con
    D.P.R. 10.01.57, n. 3;
    j) gli eventuali servizi prestati presso Pubbliche Amministrazioni e le eventuali cause di risoluzione di precedenti
    rapporti di pubblico impiego;
    k) gli eventuali titoli di preferenza, di cui al successivo art. 8, posseduti alla data di scadenza del termine utile per la
    presentazione delle domande di ammissione alla selezione. Tali titoli saranno presi in considerazione solo qualora
    siano stati dichiarati nella domanda di partecipazione alla selezione e siano posseduti entro il termine ultimo per la
    presentazione della domanda stessa;
    l) la residenza con l'indicazione di comune, via, numero civico, provincia e codice di avviamento postale e, ai fini delle
    comunicazioni da parte dell’Amministrazione universitaria in relazione alla presente selezione, un recapito
    telefonico ed un indirizzo di posta elettronica ed eventualmente un domicilio speciale.
    I candidati con cittadinanza diversa da quella italiana dovranno, inoltre, dichiarare di avere una adeguata conoscenza
    della lingua italiana.

    Il candidato, nella stessa domanda di partecipazione, in relazione alla propria eventuale disabilità, deve specificare, se
    necessario, l’ausilio per lo svolgimento delle prove, nonché la necessità di tempi aggiuntivi per lo svolgimento delle
    stesse (art. 20 della Legge 05.02.1992, n. 104).

    L'Amministrazione garantisce parità e pari opportunità tra uomini e donne per l'accesso al lavoro ed il trattamento sul
    lavoro.

    ART. 4 – Termini e modalità di presentazione della domanda
    Termine per la presentazione della domanda: 30 (trenta) giorni decorrenti dal giorno successivo alla data di
    pubblicazione dell’avviso della selezione pubblica sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4^ Serie Speciale –
    Concorsi ed Esami.
    La domanda di ammissione, il cui facsimile è allegato al presente bando e consultabile al link
    https://www.unipr.it/node/18060, redatta in carta libera ed indirizzata al Magnifico Rettore dell’Università degli Studi
    di Parma, debitamente sottoscritta dall’interessato, potrà essere consegnata a mano a questa Università degli Studi di

    6

    Parma – Area Dirigenziale Affari Generali e Legale – Staff d’Area – Via Università, 12 – Parma (Italia), nei giorni di lunedì,
    mercoledì e venerdì dalle ore 9:00 alle ore 13:00, martedì e giovedì dalle ore 9:00 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle
    ore 17:00, entro il termine perentorio di 30 (trenta) giorni, pena l’esclusione, decorrenti dal giorno successivo alla data
    di pubblicazione dell’avviso della selezione pubblica sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – 4^ Serie Speciale
    – Concorsi ed Esami.
    Qualora tale termine cada in giorno festivo, la scadenza slitta al primo giorno feriale utile.
    La domanda di ammissione può, altresì, essere presentata attraverso posta elettronica certificata (PEC), all’indirizzo
    protocollo@pec.unipr.it, con la seguente modalità:
    - tramite posta elettronica certificata (PEC), con firma digitale apposta sulla medesima e su tutti i documenti per i quali
    è prevista l’apposizione della firma autografa in ambiente tradizionale;
    - tramite posta elettronica certificata (PEC), mediante trasmissione della copia della domanda sottoscritta in modo
    autografo, unitamente alla copia del documento di identità del sottoscrittore in corso di validità; tutti i documenti per
    i quali è prevista l’apposizione della firma autografa in ambiente tradizionale dovranno essere analogamente trasmessi
    in copia sottoscritta. Le copie di tali documenti dovranno essere acquisite mediante scanner.
    In alternativa, la predetta domanda di ammissione, potrà essere spedita a mezzo e-mail, senza posta elettronica
    certificata (PEC), all’indirizzo protocollo@unipr.it oppure a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, al seguente
    indirizzo: Via Università, 12 – 43121 Parma (Italia). In tal caso farà fede il timbro a data dell’Ufficio postale accettante.
    Per l’invio telematico di documentazione dovranno essere utilizzati formati statici e non direttamente modificabili, privi
    di macroistruzioni e di codici eseguibili, preferibilmente in formato “PDF”.
    Nella domanda dovrà essere indicato il domicilio, se diverso dalla residenza, che il candidato elegge ai fini della
    procedura selettiva, con l’indicazione dei recapiti telefonici e di posta elettronica, per le comunicazioni da parte
    dell’Amministrazione universitaria. Ogni eventuale variazione dello stesso dovrà essere tempestivamente comunicata
    all’ufficio cui è stata indirizzata l’istanza di partecipazione.
    Questa Università non assume alcuna responsabilità nel caso di irreperibilità del destinatario e/o per la dispersione di
    comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte del candidato o da mancata, oppure tardiva,
    comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici non
    imputabili a colpa dell’Amministrazione stessa o, comunque, imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o a forza
    maggiore.
    L’Amministrazione procederà ad idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità del contenuto delle istanze di
    partecipazione e sulle attestazioni e certificazioni prodotte dal candidato nel corso della procedura, in relazione a
    quanto previsto dal D.P.R. n. 445/2000.
    Per ogni informazione inerente la procedura selettiva, è disponibile l’Unità Organizzativa (U.O.) Personale tecnico
    amministrativo ed Organizzazione, all’indirizzo mail perstecamm@unipr.it oppure ai seguenti numeri telefonici: 0521–
    034136-4382, Responsabile del procedimento amministrativo.
    Contatta l'ente: 
    UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PARMA
    via Università, 12 - I 43121 Parma
    tel. +390521902111
    email: protocollo@pec.unipr.it
    www.unipr.it
    Prove d'esame: 
    PRIMA PROVA
    La prima prova, scritta, consisterà in in un elaborato sugli argomenti inerenti agli ambiti di conoscenze e competenze
    richieste alla figura di cui all’art. 1 del bando.

    SECONDA PROVA
    La seconda prova, scritta, a carattere pratico attitudinale, consisterà in quesiti a risposta aperta diretti ad accertare
    l’attitudine dei candidati ad analizzare e a dare soluzione tecnica, operativa, organizzativa e gestionale a problematiche
    attinenti la figura di cui all’art. 1 del bando.

    PROVA ORALE
    La prova orale verterà su alcune delle materie oggetto delle precedenti prove. Saranno inoltre accertate le conoscenze
    dell’utilizzo dei programmi informatici più diffusi e della lingua inglese.

    CALENDARIO PROVE
    Le prove d’esame si svolgeranno secondo il seguente calendario:
    - PRIMA PROVA SCRITTA: GIOVEDI’ 22 NOVEMBRE 2018
    - SECONDA PROVA SCRITTA: VENERDI’ 23 NOVEMBRE 2018
    Per le prove scritte i candidati non potranno portare con sé libri, periodici, giornali quotidiani ed altre pubblicazioni di
    alcun tipo, né potranno portare borse o simili, capaci di contenere pubblicazioni del genere, che dovranno in ogni caso
    essere consegnate prima dell’inizio delle prove al personale di vigilanza, il quale provvederà a restituirle al termine delle
    stesse, senza peraltro assumere alcuna responsabilità circa il loro contenuto. Non sarà inoltre consentito l’utilizzo di
    apparecchiature elettroniche (computer, cellulari o palmari e altro), pena l’immediata esclusione dalla selezione.
    Durante lo svolgimento delle prove i candidati non potranno comunicare fra di loro o con l’esterno in alcun modo, pena
    l’immediata esclusione dalla selezione.
    L’elenco dei candidati ammessi alla selezione, le eventuali variazioni al calendario delle prove scritte nonché la sede di
    svolgimento delle stesse e l’orario di convocazione saranno comunicati mediante avvisi pubblicati sul sito web
    dell’Ateneo all’indirizzo: https://www.unipr.it/node/18060 il giorno GIOVEDI’ 15 NOVEMBRE 2018.
    Tali avvisi avranno valore di notifica a tutti gli effetti di legge.