• Accedi • Iscriviti gratis
  • esperto ambiente presso CITTA' METROPOLITANA DI BOLOGNA

    Concorso pubblico per la copertura, con contratto di formazione lavoro della durata di ventiquattro mesi, di un posto di tecnico esperto in materia ambientale, categoria D, a tempo determinato e pieno con assegnazione all'area pianificazione territoriale.

    Occupazione: 
    Posti disponibili: 
    1
    Scadenza: 
    11/10/2018
    Attenzione, concorso scaduto!
    Tipo: 
    avviso
    Cittadinanza: 
    Italiana
    Contratto: 
    tempo determinato
    Requisiti: 
    I concorrenti devono essere in possesso:

    1) della patente di guida di categoria “B” valida a tutti
    gli effetti;
    2) di uno dei seguenti diplomi di Laurea Magistrale di
    cui al decreto ministeriale n. 270/2004 conseguita in
    una delle seguenti classi magistrali:
    LM-6 Biologia, LM-7 Biotecnologie agrarie, LM-35
    Ingegneria per l'ambiente e il territorio, LM-60
    Scienze della natura, LM-69 Scienze e tecnologie
    agrarie, LM-73 Scienze e tecnologie forestali ed
    ambientali, LM-74 Scienze e tecnologie geologiche,
    LM-75 Scienze e tecnologie per l’ambiente e il
    territorio, LM-79 Scienze geofisiche.
    Titoli equipollenti, equiparati o riconosciuti ai sensi di
    legge. Diplomi di Laurea dei precedenti ordinamenti
    equiparati alle lauree in precedenza citate, secondo
    le corrispondenze stabilite con Decreto
    Interministeriale MIUR del 9 luglio 2009 -
    Equiparazione tra diplomi di laurea di vecchio
    ordinamento, lauree specialistiche e lauree
    magistrali, ai fini della partecipazione ai pubblici
    concorsi - pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 7
    ottobre 2009 n. 233 e reperibile al seguente link:
    http://attiministeriali.miur.it/UserFiles/3160.pdf.

    Oppure

    di uno dei Diplomi di laurea appartenenti alle
    seguenti classi (determinate con il D.M. del
    4/08/2000 pubbl. nella G.U.R.I. nr. 245 del
    19/10/2000):
    Biotecnologie (cl. 1), Ingegneria civile e ambientale
    (cl. 8), Scienze biologiche (cl. 12), Scienze della
    Terra (cl. 16), Scienze e Tecnologie Agrarie,
    agroalimentari e forestali (cl. 20), Scienze e
    Tecnologie per l’Ambiente e la Natura (cl. 27).
    Vedi anche il già citato D.M. 9 luglio 2009
    “Equiparazione tra classi delle lauree di cui all'ex
    decreto n. 509/1999 e classi delle lauree di cui all'ex
    decreto n. 270/2004”, ai fini della partecipazione ai
    pubblici concorsi, pubblicato sulla GURI n. 233 del
    7/10/2009.

    Per i titoli di studio conseguiti all'estero è necessario
    essere in possesso dell'equiparazione prevista dall'art.38
    comma 3 del D.Lgs.165/2001. I cittadini in possesso di
    titoli di studio esteri possono presentare domanda in
    attesa dell’equiparazione del titolo di studio, la quale
    dovrà essere comunque posseduta al momento
    dell’eventuale assunzione.
    La richiesta di equiparazione deve essere rivolta al
    Dipartimento Funzione Pubblica – Ufficio UORCC.PA,
    Corso Vittorio Emanuele II, 116, 00186 Roma e al
    Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca.
    Informazioni sono disponibili all’indirizzo
    http://www.funzionepubblica.gov.it/articolo/dipartimento/2
    2-02-2016/modulo-la-richiesta-dellequivalenza-del-
    titolodi- studio-0
    La richiesta di equiparazione deve essere presentata
    entro la data di scadenza del presente avviso. Copia della
    richiesta stessa deve essere inviata tramite email
    all'indirizzo:
    selezione.dotazioneorganica@cittametropolitana.bo.it.
    Dove va spedita la domanda: 
    La domanda, può essere presentata esclusivamente
    mediante una delle seguenti modalità:

    1. presentazione diretta all’U.O. Servizio Archivio e
    Protocollo Generale della Città metropolitana di
    Bologna, via Zamboni 13 – Bologna, perentoriamente
    entro le ore 13 del giorno 10 ottobre 2018. Si
    precisa che il giorno 10 ottobre 2018 l’orario di
    apertura dell’ufficio è dalle ore 9.30 alle ore 13.00, in
    tal caso la sottoscrizione della domanda dev’essere resa
    alla presenza del dipendente incaricato a riceverla, con
    esibizione di un documento d’identità in corso di validità.
    Si ricorda che gli orari di apertura al pubblico
    dell’U.O. Servizio Archivio e Protocollo Generale
    sono i seguenti: Mattino: dal Lunedì al Venerdì: dalle
    ore 9,30 – alle ore 13,00. Pomeriggio: il Lunedì ed il
    Giovedì: dalle ore 15,30 alle ore 17,00. Si informa che
    i suddetti orari sono tassativi.

    2. trasmissione, perentoriamente entro lo stesso
    giorno, mediante raccomandata con avviso di
    ricevimento a pena di esclusione indirizzata alla
    Dirigente del Settore Programmazione e Gestione
    Risorse della Città metropolitana di Bologna, Via
    Zamboni, 13 - 40126 Bologna; in tal caso alla domanda
    dev’essere allegata, obbligatoriamente, copia fotostatica
    di un documento di identità in corso di validità. 3. trasmissione alla casella di posta elettronica
    istituzionale della Città metropolitana di Bologna
    all’indirizzo: cm.bo@cert.cittametropolitana.bo.it
    Contatta l'ente: 
    Eventuali ulteriori informazioni potranno essere richieste a:
    U.O. Programmazione e sviluppo risorse umane: telefono:
    051/659.8315-659.8627 - fax: 051. 659.8652 e-mail:
    selezione.dotazioneorganica@cittametropolitana.bo.it
    Prove d'esame: 

    Documento prodotto e conservato in originale informatico e firmato digitalmente ai sensi dell'art.20 del "Codice dell'Amministrazione Digitale" nella data risultante
    dai dati della sottoscrizione digitale. L'eventuale stampa del documento costituisce copia analogica sottoscritta con firma a mezzo stampa predisposta secondo
    l'articolo 3 del D.lgs 12 dicembre 1993, n. 39 e l'articolo 3bis. comma 4bis del Codice dell'Amministrazione digitale

    Pagina 8 di 11
    L’ammissione/esclusione dei candidati al/dal presente
    avviso è disposta con apposito provvedimento
    dirigenziale. L’Amministrazione si riserva la facoltà di
    accertare il rispetto dei requisiti di ammissione del
    presente avviso prima di approvare la graduatoria finale.

    Sono motivo di automatica esclusione dalla selezione,
    oltre la mancata regolarizzazione o integrazione della
    domanda entro il termine assegnato, quanto segue:
    1. il mancato possesso di uno o più requisiti di
    partecipazione, in qualsiasi momento accertato e
    previsti per l’ammissione;
    2. l'omissione del nome, cognome, luogo e data di
    nascita, residenza o domicilio del candidato e/o la
    mancata specificazione della selezione alla quale il
    concorrente intende partecipare,qualora al momento
    della presentazione della domanda vi siano altre
    procedure aperte e laddove tali dati non siano
    altrimenti desumibili dal contesto e/o dagli allegati
    della domanda stessa;
    3. la domanda pervenuta oltre il termine ultimo fissato
    dall’avviso;
    4. la mancata produzione della documentazione richiesta
    per l’ammissione;
    5. la presentazione o l’inoltro della domanda con
    modalità diverse da quelle previste dall’avviso;
    6. la mancata regolarizzazione o integrazione della
    domanda entro il termine assegnato;
    7. dichiarazioni false o comunque non veritiere rese nella
    domanda di partecipazione, in qualsiasi momento
    accertate.
    8. la mancata sottoscrizione della domanda o l’assenza
    di copia fotostatica di un valido documento di identità
    nei casi in cui è richiesto, precisando che:
    a) si intende sottoscritta la domanda inoltrata in forma
    cartacea che rechi la firma autografa in originale;
    b) si intende sottoscritta la domanda inoltrata tramite PEC
    in conformità a quanto previsto dall’art. 65 del Codice
    dell’Amministrazione Digitale.

    La verifica circa la veridicità delle dichiarazioni rese e del
    possesso dei requisiti dichiarati sarà effettuata sia prima
    dell’approvazione della graduatoria che prima della
    stipulazione del contratto formazione e lavoro.
    Si ricorda che il riscontro di dichiarazioni mendaci, o la
    mancanza dell’effettivo possesso dei requisiti, produrrà la
    mancata stipulazione del contratto e l’automatica
    decadenza dalla graduatoria.

    L’Amministrazione può disporre in ogni momento, con
    provvedimento motivato, l’esclusione dalla procedura
    selettiva per difetto o perdita dei requisiti prescritti.


    ART. 9 - PROCEDURA DI SELEZIONE

    Gli esami consisteranno
    7
    in:


    7
    Si veda l'art. 37 del Regolamento per l'ordinamento degli uffici e
    servizi vigente
    PRESELEZIONE: Test a risposta sintetica o multipla
    sulle seguenti materie:
    - legislazione nazionale e regionale in materia di
    ambiente, sostenibilità e tutela ambientale, con
    particolare riferimento all’incremento della sicurezza
    e resilienza degli insediamenti, alla tutela dell’aria,
    dell’acqua, del suolo e del paesaggio, nonché alla
    riduzione dell’inquinamento acustico;
    - lettura e analisi del paesaggio rurale e urbano con
    particolare riferimento alle varie matrici ambientali a
    supporto delle attività di pianificazione urbanistica e
    territoriale;
    - valutazione degli effetti delle trasformazioni sul
    territorio, con particolare riferimento alle metodologie
    di formazione di una Vas e Valsat sulla base della
    normativa comunitaria, nazionale e regionale.

    La preselezione s’intenderà superata qualora si
    consegua un punteggio minimo di 21/30. Il punteggio
    conseguito nella preselezione non è utile ai fini della
    graduatoria finale.

    Saranno ammessi al colloquio solo i candidati che si
    siano collocati entro la VENTESIMA posizione.
    Tutti i candidati che otterranno un punteggio tale da
    collocarsi alla VENTESIMA posizione saranno
    comunque ammessi a sostenere il colloquio.

    COLLOQUIO: i candidati che hanno superato la prova
    scritta saranno sottoposti ad un colloquio volto a
    verificare le competenze e le attitudini utili per la
    posizione da ricoprire.
    In particolare saranno approfondite le seguenti materie:
    • materie delle prove scritte;
    • Elementi sul procedimento amministrativo
    • Statuto e regolamenti fondamentali della Città
    metropolitana di Bologna;
    • Elementi di diritto penale con particolare riferimento ai
    reati controllo la pubblica amministrazione;
    • Norme generali sul pubblico impiego e sui contratti
    collettivi di lavoro;
    • Elementi del Codice di comportamento dei dipendenti
    pubblici di cui al D.P.R. n. 62f del 16/04/2013;
    • Elementi del Codice per la protezione dei dati
    personali (comunemente noto anche come codice
    della privacy) di cui al Decreto Legislativo 30 giugno
    2003, n. 196;
    • Elementi della Legge 6/11/2012, n. 190 “Disposizioni
    per la prevenzione e la repressione della corruzione e
    dell’illegalità nella pubblica amministrazione” e del
    D.Lgs. n. 33/2013;
    • Conoscenza della lingua inglese;
    • Conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle
    applicazioni informatiche più diffuse.

    Il colloquio s’intenderà superato con un punteggio
    minimo di 36 punti su 60.


    Documento prodotto e conservato in originale informatico e firmato digitalmente ai sensi dell'art.20 del "Codice dell'Amministrazione Digitale" nella data risultante
    dai dati della sottoscrizione digitale. L'eventuale stampa del documento costituisce copia analogica sottoscritta con firma a mezzo stampa predisposta secondo
    l'articolo 3 del D.lgs 12 dicembre 1993, n. 39 e l'articolo 3bis. comma 4bis del Codice dell'Amministrazione digitale

    Pagina 9 di 11
    La Commissione ha, infatti, a disposizione un punteggio
    complessivo pari a 100 punti così suddivisi:
    colloquio = punteggio massimo 60
    curriculum = punteggio massimo complessivo 40,
    (sono valutati complessivamente: periodi di lavoro a
    tempo determinato, stages, tirocinio professionalizzante,
    collaborazioni coordinate e continuative, incarichi
    professionali svolti presso Amministrazioni pubbliche o
    privati, soprattutto se attinenti alla professionalità
    connessa al posto da ricoprire; esperienze formative
    attinenti: diplomi di specializzazione post universitaria,
    corsi di formazione; altri titoli: es. abilitazioni professionali,
    pubblicazioni ecc.).

    Possono essere valutati solo i titoli conseguiti o
    maturati entro la data di scadenza dell'avviso. I titoli
    dichiarati o allegati alla domanda non possono
    essere ulteriormente integrati né regolarizzati
    successivamente alla scadenza del presente avviso.

    Il punteggio al curriculum è attribuito dopo l’effettuazione
    del colloquio, e solo a quei candidati che abbiano
    superato il colloquio con il punteggio minimo di 36/60.
    Il punteggio finale è dato dalla somma del punteggio
    attribuito al colloquio e al curriculum.

    La preselezione ed il colloquio sono espletati nel rispetto
    dell'art. 20 della Legge 5/2/1992 n. 104 e dell'art. 16
    comma 1 della Legge 68 del 12.3.1999, (Leggi quadro
    per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle
    persone disabili). Il candidato portatore di handicap dovrà
    specificare nella domanda la necessità di ausili necessari
    o di tempi aggiuntivi, mediante la produzione di idonea
    certificazione sanitaria rilasciata da non oltre tre anni da
    strutture del SSNL o da specialisti e strutture accreditate.

    In sede di prova orale potrà essere effettuata la verifica
    delle attitudini dei candidati a ricoprire il posto oggetto
    dell’avviso, secondo le modalità previste all’art. 24 del
    vigente Regolamento sull’ordinamento degli Uffici e dei
    Servizi.
    La preselezione ed il colloquio potranno essere effettuate
    dalla Commissione o direttamente o avvalendosi del
    supporto di aziende specializzate o esperti in selezione
    del personale o soggetti comunque competenti anche al
    fine di procedere alla verifica delle attitudini dei candidati.


    ART. 10 CALENDARIO E SEDE DELLE PROVE DELLA
    SELEZIONE

    La preselezione e il colloquio dei candidati si svolgerà
    nella sede che sarà definita in rapporto al numero dei
    partecipanti e sarà comunicata con congruo anticipo agli
    interessati.

    La data e il luogo di svolgimento della preselezione e
    l’elenco degli ammessi alla preselezione saranno
    pubblicati sul sito della Città metropolitana di Bologna:
    www.cittametropolitana.bo.it /Avvisi e concorsi / concorsi
    e selezione / selezioni di personale e incarichi
    professionali, a far data dal 22 Ottobre 2018.

    • per la preselezione almeno 15 gg. prima dell'inizio
    delle prove stesse;
    • per la prova orale almeno 20 giorni prima del giorno
    in cui debbono sostenerla. Al termine di ciascuna
    sessione giornaliera sarà affisso nella sede di esame
    l’esito della prova. Terminate tutte le sessioni, sarà
    pubblicato l’esito complessivo sul sito istituzionale.

    I candidati sono tenuti a consultare il sito per conoscere
    la data e la sede della preselezione e del colloquio.
    L'elenco degli ammessi convocati al colloquio e l'esito
    della preselezione verranno pubblicati nel sito Internet
    istituzionale della Città metropolitana di Bologna con le
    modalità che verranno fornite durante l'espletamento
    della preselezione stessa.

    Le predette pubblicazioni avranno valore di notifica a
    tutti gli effetti. Non saranno inviate convocazioni
    personali.

    La mancata presentazione anche ad una sola delle
    suddette prove comporterà l’automatica esclusione dalla
    procedura.

    La data, la sede e gli orari delle prove potrebbero
    subire delle variazioni e i candidati prima di presentarsi
    alla prova devono consultare il sito internet per
    acquisire le necessarie comunicazioni di variazione.
    Nessun altro strumento di comunicazione verrà attivato
    per quanto qui indicato.